Sex robot – svelate le caratteristiche più richieste dai clienti

Quando si parla dei robot del sesso è naturale pensare che servano, appunto, per farci sesso – ma a quanto pare non è proprio così.

Roxxxy-sex-robot

L’azienda statunitense True Companion, la quale ha creato il primo sex robot, ha rivelato in un’intervista che la maggior parte dei propri clienti vuole un sex robot che replichi un partner defunto.

E non è tutto. Nonostante siano nati come “sex” robot, i clienti richiedono circa un 80% di funzionalità di interazione sociale, lasciando un misero 10-20% di interazione sessuale.

Le caratteristiche di Roxxxy – il primo e originale sex robot di True Companion – sono quindi più simili a quelle di una moglie rispetto a quelle di un oggetto sessuale. È programmata per ricordare il nome del cliente, cosa gli piace, cosa non gli piace, e riesce anche a sostenere una conversazione.

Dopo i richiestissimi partner defunti, i clienti richiedono moltissimo anche sex robot sosia di celebrità. E qui magari la percentuale di interazione sociale si abbassa.

sex-robot-del-sesso

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

loading...

Rispondi