Artista crea Substitute Phone per aiutare chi è dipendente dallo smartphone

L’artista austriaco Klemens Schillinger ha creato un rimpiazzo per lo smartphone da cui ormai troppe persone sono dipendenti, chiamato Substitute Phone.

dipendenza-smartphone

I Substitute Phone non sono smartphone ma semplicemente degli oggetti di plastica – poliossimetilene nero – con incavato uno spazio in cui sono presenti delle file di piccole biglie di pietra che aiutano a simulare i movimenti che vengono utilizzati sugli smartphone – scorrere in su e in giù, zoomare, scorrere da sinistra a destra e viceversa. Sono disponibili in cinque modelli proprio per andare incontro alle dipendenze di tutti.

Sembra una versione più aggiornata del NoPhone, progetto di Kickstarter che ha fatto sorridere tanti ma che non è mai decollato.

dipendenza-smartphone

Facendo scorrere il dito sopra le biglie di pietra vengono emulati i movimenti che solitamente si fanno sul touchscreen di un iPhone – o di un qualunque altro smartphone. L’artista Schillinger, con il Substitute Phone, vuole creare uno strumento terapeutico proprio per chi non riesce a fare a meno di usare il proprio smartphone, simulando i movimenti ma senza usarlo effettivamente.

Al momento il Substitute Phone, presente all’esibizione #Offline – Design for the (Good Old) Real World, non è in vendita ma il sito di Schillinger promette che lo sarà presto.

dipendenza-smartphone

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi