Costruiscono un’isola per evitare il divieto di bere durante l’ultimo dell’anno

Alcuni giovani neozelandesi hanno costruito un’isola per non essere multati a causa del divieto di bere alcolici la sera della vigilia di Capodanno.

isola-divieto-bere-capodanno

Nella penisola di Coromandel, in Nuova Zelanda, per evitare violenza e disordine pubblico le autorità hanno deciso di introdurre il divieto di assunzione di alcolici per la serata dell’ultimo dell’anno, con multe che potevano raggiungere i $250. Alcuni giovani hanno pensato a un modo per bere comunque all’aperto godendosi i fuochi d’artificio, evitando di essere multati, e gli è venuto in mente di costruire un isolotto il pomeriggio dell’ultimo dell’anno durante la bassa marea. In questo modo pensavano di essere immuni al divieto in quanto, secondo loro, erano in “acque internazionali” e il divieto lì non valeva.

Anche il sindaco di Thames-Coromandel ha sorriso dopo aver saputo la notizia. “Tutti erano divertiti dall’isola, non faceva del male a nessuno”, ha dichiarato. “Hanno insistito dicendo che l’isola sorgeva in acque internazionali ma, ovviamente, non è così. È questo che adoro di Coromandel: la natura creativa delle persone”.

Un poliziotto invece ha detto, scherzando, che se l’avesse saputo probabilmente li avrebbe raggiunti anche lui.

isola-divieto-bere-capodanno

Nonostante potessero quindi essere multati, i ragazzi dell’isola fai-da-te se la sono scampata grazie alla loro creatività – e anche perché, in fondo, non stavano creando nessun disagio, essendosi isolati autonomamente. E oltre a non essere stati multati, si sono ritrovati in decine di articoli di giornali online e non, potendosi godere i loro 15 minuti di celebrità.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.