Sostiene di essere diventato gay dopo aver assunto un antidolorifico

Un 23enne del Regno Unito sostiene di essere diventato gay dopo aver assunto un antidolorifico.

antidolorifico-gay

A Scott Purdy è stato prescritto dal medico il Pregabalin – conosciuto con il nome di Lyrica – dopo essersi rotto un piede in un incidente in go-kart. Il farmaco è un antiepilettico-anticonvulsivante ma viene utilizzato anche come antidolorifico.

Poco dopo averlo assunto, Scott ha smesso di trovare attraente la sua fidanzata e non ci è voluto molto per capire che non era attratto da nessun’altra donna; ha cominciato, invece, a desiderare le attenzioni degli uomini. Pensando che il farmaco e questo strano fatto fossero collegati, ha smesso di assumere il Pregabalin per un paio di settimane ed effettivamente l’attrazione per gli uomini è sparita.

antidolorifico-gay

Cos’è successo poi? Scott ha deciso di lasciare la sua fidanzata e tornare ad assumere il farmaco che l’ha fatto diventare gay – o almeno così dice – perché l’attrazione per gli uomini lo rende felice e gli dà un senso liberatorio.

Scott sostiene che se gli avessero detto dell’assurdo effetto collaterale del farmaco non avrebbe accettato di assumerlo ma ora che è successo è felice che l’abbia fatto diventare gay.

Gli effetti collaterali indicati nel bugiardino non includono il cambio di sessualità e non è stato rilevato nessun altro caso come quello di Scott; è l’unico a sostenere che il farmaco l’abbia fatto diventare gay.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi