Citano in giudizio il figlio 30enne perché non vuole andarsene di casa

Un uomo 30enne di Camillus, New York, è stato citato in giudizio dei suoi genitori perché non vuole andarsene di casa.

non-vuole-andarsene-di-casa

I genitori di Michael Rotondo, Mark e Chrisina, hanno cercato di convincerlo a trovarsi un lavoro e a trasferirsi da un’altra parte più e più volte per svariati mesi ma l’uomo non ne voleva proprio sapere. Gli avevano anche proposto $1.100 come incentivo per lasciare la loro casa ma Michael, nonostante abbia accettato i soldi, si è rifiutato comunque di andarsene di casa, così hanno deciso di portarlo in tribunale per lasciare la decisione a un giudice.

non-vuole-andarsene-di-casa

In tribunale, Michael ha detto al giudice che secondo lui non dovrebbe essere costretto ad andarsene di casa dai genitori. Il giudice, sapendo che non ha mai nemmeno provato a contribuire alle spese di casa o alle faccende domestiche, si è schierato dalla parte dei genitori e ha deciso che il 30enne deve lasciare la casa dei genitori e trasferirsi altrove.

La data del trasferimento non è ancora stata decisa ma quello che è certo è che secondo Michael questa decisione è “oltraggiosa”.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.