Denuncia i genitori per avergli distrutto la collezione porno e i sex toys

Dopo aver divorziato, un uomo di 40 anni è tornato a vivere dai genitori, in Michigan, nel 2016. Quasi un anno dopo si è trasferito in Indiana e i genitori gli hanno spedito tutti i suoi averi, esclusa però la sua collezione di riviste e film porno e sex toys dal valore di circa $29,000, più di €25.000.

collezione-porno

La collezione di riviste e film pornografici, di cui moltissimi ormai fuori catalogo, era talmente vasta da riempire dodici scatoloni e due scatoloni di sex toys e il suo valore si aggirava al di sopra di €25.000, da quanto dichiara il 40enne. Peccato però che i genitori, quando gli hanno spedito nella casa nuova tutti i suoi avere, abbiano deciso di sbarazzarsi di tutto il materiale pornografico del figlio.

L’uomo ha sporto denuncia ai genitori per aver fatto sparire la sua collezione pornografica, chiedendo un risarcimento di $87,000 (!), ma le autorità in pratica hanno deciso di non dargli retta dando ragione ai genitori dell’uomo. Tra le prove ha portato le mail scambiate con il padre.

“Se avevate dei problemi con la mia collezione avreste dovuto dirmelo prima, così sarei andato da un’altra parte”, ha scritto l’uomo al padre, il quale ha risposto:

“Che tu ci creda o no, uno dei motivi per cui ho distrutto i tuoi porno è per la tua salute mentale ed emotiva. Avrei fatto la stessa cosa se avessi trovato un kg di crack. Un giorno spero capirai… Ti ho fatto un grosso favore sbarazzandomi di tutta quella roba”.

Sappiamo che siete curiosi ma della collezione di riviste e film porno dell’uomo non sappiamo molto, solo che conteneva anche titoli come Frisky Business e Big Bad Grannys e che valeva un sacco di soldi.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.