Alberi di Natale puzzolenti a prova di furto


Per arginare il fenomeno, dilagante, del furto di abeti nei giardini pubblici o nei parchi, diverse autorità locali degli Stati Uniti sono ricorse a mezzi estremi: ed ecco allora alberi di Natale che puzzano di pipì oppure odorano come un puzzola in calore, o che vengono addirittura dipinti con vernice fluorescente rosa shocking, che scompare dopo un mese. Insomma abeti natalizi a prova di furto.

Per fare qualche esempio: l’università del Nebraska, a Lincoln, cosparge di urina i propri abeti: nel freddo invernale le conseguenze sono irrilevanti, ma l’odore diventa pestilenziale se l’albero di Natale rubato finisce all’interno di un caldo appartamento. E’ invece la Washington State University, a Pullman, ad utilizzare una sostanza oleosa ricavata dalle puzzole per scoraggiare i ladri, mentre la Cornell University di Ithaca, nello Stato di New York, ha dipinto di rosa gli abeti del campus. Con una innocua sostanza fluorescente, che dopo un mese scompare se l’albero ha tutte le sue radici.

(Fonte tgcom.it)

Vince alla lotteria ma lascia il biglietto sul treno


Un passeggero del treno Basilea-Milano ha distrutto per errore un biglietto vincente di una lotteria. Accortosi dell’errore soltanto dopo esser sceso dal vagone ha dovuto chiamare la polizia ferroviaria che, una volta rintracciato il treno, lo ha ispezionato.
La fortuna ha baciato l’uomo per la seconda volta. Il biglietto, malgrado fosse ridotto a pezzettini, è stato recuperato e riconsegnato al legittimo proprietario.
Stando a quanto raccontato dalla Polfer di Milano, l’uomo, uno svizzero particolarmente distratto, avrebbe vinto 10mila franchi, equivalente a poco più di 6.250 euro.

(Fonte Tiscali.it)

Su eBay neve all'asta per Bianco Natale

Gb, il ricavato andrà in beneficenza

Volete un giorno di Natale come si deve, con tanto di neve? Allora non dovete fare altro che andare su eBay, dove un’azienda britannica che si occupa di piste indoor ha messo all’asta 10 tonnellate di fiocchi bianchi. Al vincitore dell’asta la neve verrà consegnata alla vigilia e il ricavato andrà in beneficenza. Un solo avvertimento arriva dal sito: “Nessuna garanzia su quanto tempo la neve durerà”.

C’è tempo fino al 18 dicembre per andare sul sito e cercare di vincere l’asta. Oltre alla neve l’offerta include anche un albero di Natale comprensivio di decoprazioni e lucine. L’azienda dietro all’asta, la SNO!zone che si occupa di piste da sci indoor, promette di trasportare la neve in camion refrigerati in tutta l’Inghilterra e nel Galles. Insomma un regalo bello originale e anche buono: i ricavati dall’asta andranno in beneficenza ai bambini.

Dal sito di eBay assicurano che la neve al vincitore verrà consegnata il giorno 24 dicembre: arriverà nel cortile di casa un camion carico di 10 tonnellate di neve con un augurio: “Buon bianco Natale”.

(Fonte TgCom.it)

Divorzia e chiede alimenti per il gatto


Il divorzio avviene per colpa del marito e la moglie chiede gli ‘alimenti’ anche per il gatto.
Ma il giudice di Bolzano glieli nega . La singolare richiesta proviene da una donna, 51 anni, con un lavoro da impiegata che al momento dell’istanza di divorzio, oltre all’assegno di mantenimento per se’ aveva chiesto 1.200 euro l’anno per poter accudire l’amato felino. Il giudice ha respinto la richiesta perche’ l’animale nel nostro ordinamento giuridico non e’ soggetto di simili diritti.

(Fonte Yahoo.it)

Quantità di cibo mangiata in una settimana in diverse parti del mondo

Faith D’Aluisio and Peter Menzel sono gli autori di un incredibile video intitolato “Un pianeta Affamato: Cosa mangia il mondo” (Hungry Planet: What the World Eats). Il libro è sostanzialmente il resoconto delle abitudini alimentari di circa 30 famiglie incontratein 24 diversi paesi, per un totale di 600 pasti.
L’aspetto più affascinante del libro, sono le foto riportate in cui viene mostrata la quantità totale di cibo mangiata dalle famiglie in una settimana.
Un piccolo esempio molto significativo:

Stati Uniti d’America

Mali

(Fonte Spluch.blogspot.com)

Mc Donald's chiede i diritti per il Sandwich

Mc Donald’s vuole i diritti su ‘Come un Sandwich deve essere preparato’.
La più famosa catena di fast food ha presentato un brevetto riguardante il metodo e gli strumenti da utilizzare per cucinare un Sandwich.
Il fascicolo di 55 pagine deposto in Europa e in America, titola:”Tostatura simultanea di una fetta di pane“.
Gli ingredienti: lattuga, cipolle, pomodori e un pò di sale, pepe e ketchup, devo essere inseriti all’interno della cavità dell’attrezzo di consegna (Sandwich delivery tool cavity, ?mah!) del panino.
Le fette di pane sono poste sopra la cavità e la macchina viene capovolta per rovesciare gli ingredienti e infine pane e componenti del panino vengono messi insieme.

Nel manuale si spiega anche:”A volte gli ingredienti del panino danno il nome al panino stesso. per esempio panino al prosciutto!

Mc Donald’s ha detto che queste applicazioni non sono state scritte con l’intento di evitare che qualcuno possa usare i metodi precedenti nel cucinare Sandwich.

(Fonte arbroath.blogspot.com )