Il castello di sabbia più alto e grande del mondo

Record: Il castello di sabbia più grande
Detentore: Ed Jarrett
Nazionalità: Americana
Cosa: E’ stato certificato l’8 Giugno 2011 il castello più alto del mondo, con un’altezza di 11,53 metri e un peso totale di quasi 726 tonnellate

Ed Jarrett già dal 2003 detiene il record per il castello di sabbia più grande del mondo, ma quest’anno è riuscito a superare se stesso e ha realizzato un nuovo meraviglioso castello alto più di 11 metri, aggiundicandosi un nuovo Guinness World Record.

L’incredibile opera come potete ben immaginare non è frutto di poche ore di lavoro con paletta e secchiello, per realizzarlo ci sono voluti complessivamente 1500 volontari, 2500 ore di lavoro e 725 tonnellate di sabbia lavorata con pazienza a mano.

I lavori per la realizzazione del castello sono iniziati ad Aprile e l’opera è stata conclusa solo il 20 Maggio.

Secondo quanto affermato da laura Ward, portavoce di Jarrett, il castello sarebbe dovuto essere più alto di quello che poi è stato certificato, ma a causa delle condizioni metereologiche il team di lavoro ha dovuto concludere tutto in fretta per assicurarsi che il record fosse certificato prima che la pioggia potesse sciogliere il castello rendendolo più piccolo.

Nonostante questo il castello è stato ampiamente certificato come il più alto e grande mai realizzato!


La lampadina elettrica piu longeva


Una lampadina da 5 watt pende sulle teste del dipartimento dei pompieri di Livermore, nel sud California dal 1901 e può essere considerata come la lampadina elettrica più longeva di sempre.

La lampadina di Livermore non è mai stata spenta e molti credono che sia questo il suo segreto. In totale è stato calcolato che abbia bruciato per circa 1 milione di ore. La lampadina si trova a circa 5.5 metri di altezza sorretta da un lungo filo e non capoerta da alcun lampadario. I pompieri della caserma non l’hanno mai spolverata.

L’ex-pompiere della caserma Tom Bramell è convinto che la lampadina sia resistita tutto questo tempo perchè i suoi costruttori sono stati bravissimi ad isolarla dall’esterno e quindi a fare in modo che non entrasse ossigeno al suo interno. Senza ossigeno infatti il filamento e il gas all’interno del vetro non si consuma e la lampada ha praticamente vita eterna.

Il bulbo è stato realizzato dalla Shelby Electric & Co. nell’ Ohio, azienda che ha chiuso ben presto nel 1914, sfortunatamente, aggiungerei, osservando come fosse efficace il loro lavoro.

Nel 2001, anno del centenario, è stata organizzata una grande festa a cui hann partecipato tutte le più alte cariche del paese che già pensano alla festa del bicentenario.

“Tutti quanti sperano che la luce si spenga il più tardi possibile, quando magari noi non ci saremo più” – ha detto uno dei pompieri.
E’ stata anche fissata una webcam che riprende la lampadina 24 ore su 24.

La seconda lampadina più longeva si trova in Texas e compie a Settembre di quest’anno 100 anni.

Ancora grazie al Mago per la segnalazione

La più pesante struttura artificiale mai trasportata

La più pesante struttura artificiale trasportata intatta da un luogo ad un altro è il Fu Gang Building, un palazzo situato nella provincia cinese denominata Guangxi. L’intera struttura è stata trasportata con l’aiuto di gru in una nuova location il 10 Novembre 2004. L’intera struttura ha un peso complessivo di 15.140 tonnellate per 34 metri di altezza. La struttura è stata mossa di 34 metri orizzontalmente e ci sono voluti undici giorni per completare le operazioni.

Giro del mondo in 195 giorni e 6 ore, in mountain-bike

Un uomo scozzesa è recentemente diventato il più veloce ciclista a fare il giro intero del pianeta sulla sua mountain-bike arrivando a Parigi dopo appena 7 mesi di pedalate. Mark Beaurmont,25 anni, ha completato il giro del mondo in 195 giorni e 6 ore, battendo il record precedente di 276 giorni.

Dopo quasi 7 mesi passati a schivare automobilisti sulle strade di tutto il mondo, dormendo in luoghi occasonali e faticando a trovare abbastanza cibo per nutrirsi, Beaumont entrerà a far parte del Guinness dei primati, una volta che la sua impresa sarà verificata.

Oltre alla sua bicicletta Mark portava con se anche 80kg di strumenti per sopravvivere, inclusa una tenda. Il suo record, batte il primato precedentedi ben 81 giorni.
Mark ha inoltre affermato che gli ultimi due giorni di strada sono stati durissimi, ma arrivato a circa 40km da Parigi l’adrenalina gli è salita ed ha accelerato verso il traguardo!

Il suo viaggio lo ha portato in giro per il mondo attraverso 20 paesi inclusi Pakistan, Malaysia, AQustralia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. Lo scorso agosto è stato in Olanda 4 ore, in Germania si è fermato 3 giorni. Ha dovuto sopportare inondazioni e l’ira della strada. Una volta è stato anche vittima di un incidente con un motociclista indisciplinato, che era passato con il semaforo rosso.

Negli Stati Uniti una volta si è fermato in un motel che si è rivelato un covo di criminali, gli hanno rubato il portafoglio e la telecamera della BBC, ma neanche questo è riuscito a farmare la sua corsa.

Pedala per 111 ore sulla Cyclette

Come pedalare verso un possibile record da Guinnness senza spostarsi di un centimetro: c’è riuscito George Hood, 49enne residente della località di Aurora, nello stato americano dell’Illinois, dopo aver passato 111 ore filate su una cyclette.
Hood ha polverizzato il primato precedente, di 82 ore, in una palestra di Burr Ridge: subito dopo essere sceso dalla cyclette è stato ricoverato in ospedale per dei controlli di routine; altri controlli dovrà farli il Guinness Book of Records prima di poter certificare il record, non prima di alcune settimane.
Hood ha coperto l’equivalente di oltre 1.600 chilometri ad una velocità media di circa 20 chilometri l’ora: nelle ultime due ore ha accelerato leggermente per lo sprint finale, arrivando a 21,7 chilometri l’ora fra il tripudio dei circa 200 presenti.