Fail Compilation – I Migliori Incidenti di Ottobre 2016

Con Ottobre si chiude definitivamente ogni speranza di bel tempo nel nostro paese, ma si aprono le porte per una Fail Compilation Ottobre 2016 di cui andiamo molto fieri.

Per la prima volta infatti si tratta di una compilation interamente realizzata da Absurdity e che dà il via ad una si spera longeva attività di creazione e montaggio video incentrata su questo argomento.

Tanti incidenti, alcuni abbastanza forti, ma anche tante tragedie sfiorate su cui poter ridere liberamente. Questa è la natura delle nostre fail compilation. Fateci sapere cosa ne pensate e iscrivetevi al nostro canale.

Segnalateci i vostri incidenti preferiti per contribuire alla TOP BEST FAIL!

 

Sparatoria negli Stati Uniti, 3 ragazzi di colore vittime durante una diretta Facebook [video]


Stava ascoltando musica nell’auto con due amici, T.J. Williams da Norfolk in Virginia è rimasto vittima di una sparatoria mentre stava trasmettendo in diretta su Facebook un suo video.

L’incidente è accaduto Martedì, Williams e due suoi amici stavano cantando e fumando durante una diretta facebook all’interno della macchina di uno dei tre, quando all’improvviso una raffica di spari li ha raggiunti, rompendo i vetri dell’auto e lasciandoli accasciati sui sedili.

tj williams vittima sparatoria durante diretta facebookLe riprese live su facebook sono durate poi per più di un’ora prima che la batteria del cellulare si spegnesse.

Dall’audio del video si possono sentire distintamente quasi 20 colpi di pistola e l’arrivo dei primi soccorsi, con Williams che chiede ai passanti di chiamare un’ambulanza.

I tre sono stati trasportati in ospedale e due sono in pericolo di vita.

Non è ancora chiaro il perché i tre siano stati vittime della sparatoria, la polizia ha però aperto un inchiesta per fare luce sull’accaduto.

Di seguito il video dell’accaduto già visualizzato da più di 750mila persone e condiviso da oltre 7mila. La sparatoria ha inizio al minuto 5:30 circa.

Gioco di magia in diretta TV finisce tragicamente

Doveva essere uno dei tantissimi giochi di prestigio che vediamo in televisione, si è trasformato invece in uno spettacolo dell’orrore con la presentatrice impalata in diretta TV.

E’ accaduto in Polonia, dove Marzena Rogalska, rinomata presentatrice e giornalista di un programma mattutino ha “prestato” la propria mano al prestigiatore ospite della puntata.

Gioco di prestigio finisce tragicamente - Presentatrice polacca impalata in diretta TV

Il trucco consisteva nell’inserire un grosso chiodo rivolto verso l’alto all’interno di un sacchetto di carta; il sacchetto veniva poi schiacciato con una mano e il chiodo magicamente sarebbe dovuto sparire nel nulla.

Così non è andata e la povera presentatrice si è ritrovata con il chiodo conficcato nella mano tra le urla e lo sgomento del pubblico presente in sala e di quello sintonizzato in diretta da casa.

Fortunatamente le conseguenze del gioco non sono state gravi e dopo essere stata trasportata in ospedale, la presentatrice ha rassicurato i propri fan con un messaggio sul proprio profilo facebook.

Ringraziando che il prestigiatore non abbia provato il trucco del corpo segato in due, vi lasciamo con il video dell’incidente.

Miracolo: medici riescono a riattaccare la testa decapitata di un bimbo

Miracolo: medici riescono a riattaccare la testa decapitata di un bimbo

Una notizia incredibile che è un vero miracolo; i medici sono riusciti a completare con successo un’operazione che prevedeva di riattaccare la testa al corpo di un bambino di 16 mesi la quale si era staccata a causa di un grave incidente stradale.

Miracolo: medici riescono a riattaccare la testa decapitata di un bimbo

I genitori non ringrazieranno mai abbastanza il dottor Geoff Askin. Il chirurgo, dopo sei ore di operazione, con il suo team è riuscito a salvare la vita del loro figlioletto Jackson Taylor, decapitato a causa del grave incidente stradale che li ha coinvolti. Per farlo ha dovuto usare anche una costola del bambino.

(altro…)

Scuolabus trascina bambina incastrata tra le porte

Scuolabus trascina bambina incastrata tra le porte

Scuolabus trascina bambina incastrata tra le porte

Nelle terribili immagini una bambina di 6 anni, brutalmente trascinata per più di 150 metri dallo scuolabus che tutti i giorni la accompagna a scuola.

Da quanto si apprende dalle immagini l’autista del pulmino è ripartito senza accorgersi che la bambina era rimasta incastrata, probabilmente con lo zainetto, alle porte del mezzo.

Dopo aver percorso svariate decine di metri, lo scuolabus è stato fermato con prontezza da un altro automobilista che è riuscito ad attirare l’attenzione dell’autista fermandone la corsa.

La bambina si trova ora ricoverata all’ospedale ma fortunatamente non ha subito gravi ferite.

Aspirapolvere robot aspira i capelli di una casalinga mentre dorme

Aspirapolvere robot aspira i capelli di una casalinga mentre dorme

Una donna sudcoreana ha dovuto chiamare i pompieri dopo che la sua aspirapolvere robot le ha aspirato i capelli mentre dormiva.

Aspirapolvere robot aspira i capelli di una casalinga mentre dorme

Un consiglio: mai addormentarsi mentre fate andare l’aspirapolvere robot. Una donna 52enne di Changwon, nella Corea del Sud, l’ha lasciata accesa per pulire la casa mentre faceva un pisolino ma si è svegliata all’improvviso quando la macchina ha cominciato ad aspirarle i capelli.

I pompieri sono arrivati e sono riusciti a liberare i capelli della donna, la quale non ha subito alcun danno.

Bambino di sei anni si siede per sbaglio su una matita

Bambino di sei anni si siede per sbaglio su una matita

Uno studente di una scuola elementare di Sydney è stato portato in ospedale dopo essersi seduto per sbaglio su una matita durante il primo giorno di scuola dopo le vacanze natalizie.

Bambino di sei anni si siede per sbaglio su una matita

Per il bambino di sei anni è stato un ritorno doloroso nel vero senso della parola. È successo nella scuola elementare pubblica Fairvale, nella città di Fairfield; inizialmente si pensava che il bimbo fosse stato trafitto da qualcun altro con la matita ma si è poi scoperto che, in realtà, è stato un incidente che non coinvolgeva nessuno al di fuori del bambino.

Lo studente riportava delle lesioni alle natiche, è stato portato all’ospedale di Westmead ed è attualmente in condizioni stabili.