Giappone: smartphone waterproof per poterli usare sotto la doccia

È da un po’ che nel mercato occidentale sentiamo di alcuni smartphone waterproof e siamo entusiasti perché se dovesse caderci nel water potremmo stare tranquilli. In Giappone invece gli smartphone sono resistenti all’acqua per il 90-95% da almeno una decina d’anni perché le persone vogliono usarli anche in vasca o sotto la doccia.

SONY DSC

L’anno scorso hanno dato luce a uno smartphone completamente lavabile ma non è stata una novità troppo entusiasmante, in quanto già da tempo sono quasi tutti waterproof – e quindi vengono lavati indirettamente sotto la doccia. Sì, perché la dipendenza da smartphone in Giappone è così forte che le persone non si staccano dal proprio telefono nemmeno quando devono lavarsi!

Per questo i produttori di smartphone sono andati incontro ai loro clienti cominciando a produrli in modo che resistessero all’acqua già dieci anni fa. Il primo è stato il Casio Canu 502S, nel 2015, seguito a ruota da vari modelli della Fujitsu e poi da tutte le altre aziende produttrici di telefoni cellulari.

giappone-smartphone-waterproof

Al momento, nel mercato giapponese gli smartphone sono waterproof per almeno il 90-95%. La Samsung, azienda coreana, ha dovuto adattarsi per non rimanerne completamente fuori ed è forse per questo che ha cominciato a impermeabilizzare i propri smartphone (il primo è stato il Samsung Galaxy S5). Per la Sony invece, essendo un’azienda giapponese, gli smartphone waterproof sono la regola più che l’eccezione.

E quindi cos’abbiamo imparato oggi? Che se lasciamo il cellulare fuori dalla doccia non ne siamo così dipendenti come pensavamo.

App come Pokemon Go vi permette di ricevere messaggi visivi dai vostri cari defunti

Un’azienda giapponese specializzata nella creazione di lapidi e cappelle funerarie ha recentemente annunciato il lancio di una nuova applicazione in grado di rendere la lontananza dai propri cari deceduti “meno lontana”.

Utilizzando lo stesso principio di Pokemon Go, l’applicazione dell’azienda Sekizai, permetterà ai parenti dei defunti di poter visualizzare messaggi visivi in luoghi specifici lasciati dai defunti prima di morire.

Spot-message-app2

 

Questa idea potrebbe aiutare le persone a mantenere ricordi vividi dei propri cari anche dopo la morte, oltre che offrire la possibilità a chi volesse, di lasciare dei video messaggi ai posteri, mostrando anche dopo parecchi anni i cambiamenti avvenuti nello stesso luogo.

L’idea, nata dall’imprenditore 33enne Katori, è scaturita dopo che lo zio dello stesso morì improvvisamente 8 anni fa, non lasciando a tutta la sua famiglia il tempo per salutarlo un’ultima volta.

Spot-message-app

L’applicazione proprio come Pokemon Go, farà convivere immagini virtuali dei cari defunti, con paesaggi reali, rendendo sicuramente l’impatto emozionale molto elevato.

L’app è già scaricabile su Android in Giappone e sarà presto disponibile anche per i dispositivi iPhone verso le fine di settembre.