Creduta morta per un'ora dopo incidente

Una brasiliana di 29 anni era rivolta con il viso sull’asfalto e il personale medico non si era accorto che invece respirava ancora

CHIVASSO (Torino) – Loren Aparecida Dos Santos Landin, una donna brasiliana di 29 anni, per un’ora è stata creduta morta dopo che aveva avuto un incidente stradale. A scoprire che era ancora in vita, anche se in gravissime condizioni, sono stati i necrofori che erano intervenuti per rimuovere il cadavere. È accaduto sabato sera sulla superstrada Torino-Chivasso. La donna, per cause non ancora accertate, ha perso il controllo della sua vettura e, dopo aver carambolato più volte tra una corsia e l’altra è stata sbalzata fuori dal mezzo. Sul posto è arrivato personale medico su un’ambulanza, ma dopo pochi minuti ha constatato il decesso della Dos Santos. Poco dopo le 21 sono arrivati anche i necrofori dopo il via libera del magistrato di turno. La donna, che era rivolta verso il manto stradale è stata girata dai necrofori, che hanno constatato che respirava ancora. È stata quindi richiamata l’ambulanza ed è stata portata d’urgenza in ospedale. La donna è ricoverata in gravissime condizioni e i medici hanno espresso riserva sulla prognosi.
(Fonte Corriere.it)

Uomo Difallico

 

Un uomo d’affari indiano nato con due peni vuole rimuoverne chirurgicamente uno per potersi finalmente sposare ed avere una vita sessuale normale. E’ quanto scrive il quotidiano Times of India che, per ovvie ragioni di privacy, non rivela il nome del protagonista di questa vicenda.

L’uomo, 24 anni, vive nello stato dell’Uttar Pradesh, nel nord del Paese, ed è stato ricoverato in un ospedale di New Delhi questa settimana. Il suo caso, più unico che raro, è chiamato duplicazione del pene o difallia. “Un uomo con due peni funzionanti è un caso senza precedenti anche nella letteratura medica. Nelle forme più comuni di difallia uno dei due organi non è del tutto formato”, ha dichiarato un chirurgo citato dal Times of India.

Italian Sausage

L’intervento per asportare uno dei due peni non sarà facile in quanto entrambi gli organi sono ben sviluppati e, affinché quello rimanente funzioni normalmente, bisogna assicurargli un afflusso sanguigno sufficiente.

Esistono solo circa 100 casi documentati di difallia in tutto il mondo, la cui incidenza statistica è quantificata nell’ordine di un caso ogni 5,5 milioni di maschi nati. La malformazione è causata da una mancata fusione di tessuti nel mesoderma, uno dei tre strati primari dell’embrione umano, dal quale originano molte parti del corpo umano.

In Brasile la casa più stretta del mondo

Una casa larga un metro per dieci di altezza su tre piani. Questo edificio costruito a Madre de Deus, in Brasile, potrebbe spodestare la palazzina più stretta del mondo ad Amsterdam e strapparle il primato. La casa è diventata meta turistica: Helenita, la proprietaria, guida i curiosi in un mini tour attraverso cucina, salone, camera da letto, bagno e ufficio. Ed è in programma la costruzione del quarto piano.




Svezia: un film porno sugli schermi del tg

Scene hard in un monitor alle spalle del conduttore mentre legge il tg della rete di Stato. «Era sintonizzato su una tv sportiva…»

STOCCOLMA – È stato un week-end piuttosto agitato quello vissuto negli studi televisivi della Svt. Colpa di uno scivolone che ha messo in imbarazzo la rete di stato svedese.

FILM HARD – È mezzanotte di domenica quando il mezzobusto Peter Dahlgren (nella foto a lato) legge le news del tg notturno. Tutto normale. L’occhio del telespettatore è però incuriosito da un monitor piazzato alle spalle del giornalista. Lì, sul quel “muro” che da anni ha fatto la sua comparsa anche nei telegiornali italiani, scorrono immagini vietate ai minori, quelle di un film hard che per un evidente sbaglio finisce in onda.

SBAGLIO – «La rete sintonizzata era quella di un canale via cavo che trasmette sport» si giustifica ora il direttore delle notizie Per Yng. Peccato che il palinsesto nel corso della notte si sia fatto più spinto passando dallo sport ai programma porno. Con buona pace della regia di Svt che non se ne è minimamente accorta. «Si è trattato di un episodio imbarazzante e sfortunato, ma non capiterà più», assicura Yng.

IL PRECEDENTE – Il disguido scandinavo non è un inedito assoluto nel panorama televisivo. Anche in Italia avvenne qualcosa di simile. Un filmato hard sbucò durante il Tg di Canale 5 nel febbraio 2000. Quella volta capitò in prima serata.
(Fonte corriere.it)

Gb, pompiere nell'asciugatrice

Un pompiere entra nel cestello dell’asciugatrice, ben imbottito di divise, fa chiudere lo sportello e si concede qualche giro di centrifuga. Intanto i colleghi riprendono la scena col telefonino. Non è una candid camera, ma un’acrobazia vera compiuta nella stazione di Blackley, a Manchester. La bravata è costata cara ai vigili del fuoco, sospesi dall’esercizio. Su Internet, però, il video sta spopolando.

La macchina gira una, due, tre volte… quando si ferma, esce un pompiere davvero “prosciugato”: viso pallido, sguardo stralunato, gesti convulsi. In sottofondo, si sentono le risate dei colleghi. Che, però, ora hanno poco da ridere.

“A causa della grave natura dell’incidente, abbiamo deciso di sospendere gli agenti coinvolti nel caso fino all’adozione di un provvedimento disciplinare”, ha detto Tony Proctor, capo della stazione centrale di Manchester. A nulla sono valse le scuse del protagonista dello sketch, che ha chiesto perdono al reparto investigativo interno.
(Fonte Repubblica.it)

Viareggio, in diecimila per un tuffo da record


Tuffo da record sulla spiaggia di Viareggio. Ieri pomeriggio diecimila bagnanti hanno cercato di battere il primato del tuffo più lungo e più affollato del mondo ed entrare così nel Guinness dei primati. L’iniziativa è stata promossa dal consorzio Marina di Levante. I bagnanti sono stati disposti su due file per una lunghezza di circa due chilometri di spiaggia. Alle 16.30 precise la barca starter, che era in mare, ha dato il via, così in diecimila si sono buttati in acqua, ripresi da telecamere e fotografi. Le immagini saranno poi inviate alla sede americana del Guinness word record, che le visionerà per accertare il corretto svolgimento della prova.
(Fonte Repubblica.it)

Cbs, la pubblicità sulle uova


La pubblicità arriva sulle uova. La televisione statunitense Cbs ha deciso di far conoscere i programmi della nuova stagione autunnale attraverso l’egg-vertising. 35 milioni di uova (commestibili) saranno messi in commercio a settembre. Sui gusci, giochi di parole sui vari modi di cucinarli: “CSI rompe il caso su Cbs”, “The amazing race, strapazzare per vincere”, “Shark, dramma duramente bollito”