Miljenko Parserisas Bukovic (1)

Fan di Julia Roberts si è fatto tatuare 82 volte il suo volto sul corpo

Miljenko Parserisas Bukovic è fan di Julia Roberts a tal punto da essere arrivato a tatuarsi indelebilmente il suo volto sulla pelle.

Miljenko Parserisas Bukovic (1)
Miljenko Parserisas Bukovic (2)Miljenko Parserisas Bukovic (3)

Quanti ce ne saranno come lui? Molti? ma quanti come lui sono arrivati a farlo per ben 82 volte? Credo nessuno.

Miljenko è un venditore di giornali messicano con una passione particolare per l’attrice di Pretty Woman.

La sua passione per la Roberts è nata dopo aver visto per la prima volta ‘Forte come la vertià’, il film del 2001 in cui la star interpreta l’avvocato Erin Brokovich.

Da allora il fan Miljenko, 56 anni, ha iniziato a tatuarsi uno dopo l’altro i volti di Julia Roberts su tutto il suo corpo spendendo 4000 dollari per 82 tatuaggi, riprendendo tutti i personaggi interpretati e la più svariate espressioni, affermando inoltre che non accenna a farmarsi finchè sul suo corpo non sarà esaurito lo spazio libero e funchè i soldi a disposizione glielo permetteranno.

Insomma, un vero fan. Pazzo della Roberts, o forse pazzo e basta.

Zhao Yufang

L’incredibile Zhao Yufang , a 82 anni stupisce con le sue mosse di Kung Fu

L’82enne cinese Zhao Yufang nonostante la sua età avanzata stupisce ancora il mondo con le sue straordinarie capacità di Kung Fu.

Zhao Yufang

L’anziana signora da più di 70 anni si allena giornalmente nei parchi cittadini di Pechino per mantenersi sempre in forma.

Durante le sue passeggiate la donna si esercita con esercizi tipici del Kung Fu e T’ai Chi

“Ho sempre condotto una vita molto semplice. Mi alleno 3, 4 ore al giorno e non mangio più la carne da tanto tempo che non ricordo neanche più che sapore abbia.” – spiega Zhao.

Zhao YufangZhao YufangZhao Yufang

“Quando ero piccola nessun maestro di Kung Fu era disposto ad insegnarmi quest’arte, così ho dovuto imparare da sola, fino a quando non mi sentivo pronta e sono tornata in palestra e ho battuto il maestro che per farsi perdonare si è scusato

Sempre proprio la storia di un film. Complimenti alla nonnina!