ubriaco con -5 gradi, sopravvive

Dorme nudo a -5°C ma sopravvive perchè ha troppo alcool in corpo

ubriaco con -5 gradi, sopravviveAleksander Andrzej, un uomo di 32 anni Polacco è incredibilmente sopravvissuto una notte intera con temperature che toccavano i -5°C a Varsavia.

E’ stato trovato il giorno seguente in mutande dalla polizia in un parco della città con in corpo 30 volte il limite di alcool consentito dalla legge per guidare (35 microgrammi).

Nelle vene di Aleksander scorrevano 1024 microgrammi di alcool ogni 100 millilitri di sangue che secondo i medici lo avrebbe aiutato e salvato dalla morte per assideramento.

Incredibile la resistenza dell’uomo se si pensa che bastano anche 300 microgrammi per mettere a repentaglio la vita di una persona.

Non è ancora chiaro il perché l’uomo fosse in mutande e solo nel parco. Ora si trova ora ricoverato all’ospedale ma sarà dimesso in pochi giorni senza alcuna conseguenza.

E voi che dite sempre che l’alcool fa male! Pff

Ragazzo vestito da test anti alchool arrestato per guida in stato di ebrezza

Ragazzo travestito da alcool test, arrestato per guida in stato di ebbrezza

Ragazzo vestito da test anti alchool arrestato per guida in stato di ebrezzaUn ragazzo 19enne provenente dal Nebraska è stato protagonista di un bizzarro incidente la notte di Halloween.

Matthew Nieveen si era travestito scherzosamente da Alcool Test per festeggiare insieme agli amici la notte di Halloween, ma quando a notte inoltrata, di rientro a casa, gli agenti della polizia lo hanno fermato, è stato proprio un alcol test a incastrarlo.

Matthew è stato arrestato per guida in stato di ebbrezza e possesso di alcolici (in America per i minori di 21 è vietato bere sostanze alcoliche ndr).

Secondo quanto riportato, gli agenti avrebbero notato l’auto del giovane sbandare pericolosamente sulla carreggiata e così deciso di fermarlo per dei controlli. Ben presto il vero Alcool Test ha confermato che il ragazzo aveva decisamente alzato il gomito e lo hanno arrestato.

Alcuni controlli effettuati nell’auto più tardi hanno portato gli agenti a scoprire una bottiglia di Vodka ed alcune lattine di birra al’interno della macchina del ragazzo.

Sicuramente la prossima volta il giovane ci penserà 2 volte prima di travestirsi da qualcosa, o magari si travestirà da orsetto innocuo.

Beve l’acqua del water per sembrare meno ubriaco

Un guidatore disperato ha deciso che era meglio bere l’acqua del water piuttosto che farsi ritirare la patente di guida. L’uomo in evidente stato di ubriachezza ha cercato di diluire la concentrazione alcolemica nel suo sangue diluendola con l’acuqa del gabinetto della centrale di polizia in cui si trovava per accertamenti sul suo stato.

Martin Newton, questo il suo nome, non si era fermato durante un blocco stradale della polizia, e dopo essere stato raggiunto dagli agenti era apparso ubriaco.

Gli agenti che lo avevano fermato sull’autostrada di Berwick avevano rilevato una concentrazione di 5 volte maggiore al limite consentito e avevano così deciso di trasportarlo alla stazione.

Qui si è consumato il disperato tentativo dell’uomo di apparire meno ubriaco di quello che era utilizzando però un escamotage poco furbo.

Dopo aver chiesto di andare in bagno, il signor Martin si è ritrovato chiuso all’interno di un gabinetto e la cosa più intelligente che gli è venuta in mente è stata quella di bersi tutta l’acqua dell’urinatorio convinto di poter risultare meno ubriaco.

La corte ha proibito all’uomo di guidare per 3 anni e ad una reclusione di 20 settimane. Dopo l’appello il giovane 27enne è stato rilasciato con la condizionale.

8 bicchieri di Tequila salvano la vita a un 13enne Californiano

8 bicchieri ti tequila per salvare una vitaUn paio di mesi fa, Evan Hamilton, un ragazzo Californiano di 13 anni, è stato ricoverato in seguito a un grave coma etilico provocato da 8 bicchieri di tequila.

Nessuno avrebbe mai pensato che quel grave errore giovanile si sarebbe rivelato il più giusto errore della vita. Dopo aver rischiato di morire a causa dell’alcool, trasportato d’emergenza all’ospedale i medici gli hanno diagnosticato un tumore al cervello.

Il ragazzo è stato immediatamente operato e il tumore è stato rimosso con successo.

Evan ha passato gli ultimi mesi di vita ricoverato sotto costante osservazione per una guarigione rapida.

Da parte sue il giovane ragazzo ha dichiarato: “Voglio solo stare con la mia famiglia” e la mamma ha aggiunto:” Mi rendo conto che mio figlio abbia commesso un grande errore ad abusare dell’alcool a soli 13 anni, ma ora sono contenta che sia vivo!

Secondo l’istituto Nazionale per la cura del Cancro, in America ogni anno più di 22 mila persone vengono colpita da cancro al cervello e neanche la metà di loro riesce a sopravvivere.

A detta dei medici infattiè quasi impossibile diagnosticare in tempo un camcro al cervello, perché non esistono apparentemente sintomi in grado di metterci in guardia da questo tumore.

In ogni caso una volta tanto possiamo affermare che l’alcool ha salvato una vita.