Alieno ripreso nella foresta Amazzonica? Quasi sicuramente un falso!

L’immagine che vedete qua sotto mostra una figura misteriosa ferma sullo sfondo di un video girato nella foresta Amazzonica da due turisti Britannici nella regione di Mamaus, in Brasile, per documentare la vita di una delle ormai pochissime tribù autoctone.

alieno

Il video inquadra un presunto alieno fermo che osserva la telecamera. Al suo fianco invece uno strano bagliore, simile a un riflesso di luce proveniente dal nulla.

L’uomo autore del video dichiara: “Le mie riprese sono chiarissime, difficile screditarle!”

Il video effettivamente proviene da una regione conosciuta da sempre perla sua altissima densità di segnalazioni e avvistamenti di ufo e di figure misteriose. Alcuni esperti pensano che la causa possa essere l’enorme biodiversità della zona.

Quello che lascia perplessi nel video è l’assoluta immobilità della figura, che più che un ufo, sembrerebbe una tronco o una pianta.

Probabilmente come al solito la verità non si saprà mai, nel frattempo però il video è stato comprato da un regista di Hollywood e sarà inserito in un film in produzione.

Vero o falso non importa, l’importante è che girino i soldi!

Alieno morto trovato sulla neve, nuovo mistero in Russia

Alieno in RussiaIl filmato realizzato da due cittadini Russi in una remota regione della Siberia mostra una stranissima creatura morta e in via di decomposizione.

Si tratta dell’ultimo di una lunghissima serie di misteri riguardanti fantomatiche creature provenienti da un altro pianeta e come potrete immaginare ha già scatenato una fortissima diatriba tra cultori degli UFO e scettici.

La creatura ripresa nel video è un bipede quasi sommerso dalla neve, molto simile ai tipici alieni che vediamo nei film.

Parte della sua gamba destra appare mutilata mentre sia le orbite degli occhi che la bocca presentano grossi buchi neri.

Gli appassionati di Ufo ipotizzano che l’alieno possa essere stato lasciato dai suoi compagni di viaggio in seguito ad un incidente, altri invece pensano che i militari Russi possano aver dimenticato il corpo durante un’operazione segreta di ‘pulizia aliena’ avvenuta in seguito ad uno schianto.

Igor Molovic, l’uomo che ha caricato il video su youtube, ha dichiarato: “Non potevamo credere ai nostri occhi, la cosa incredibile era che sulla neve non era stato lasciato alcun segno del passaggio.”

Gli scettici però avrebbero già smontato il caso affermando che quello del filmato potrebbe essere un modello di extraterrestre costruito con estrema precisione.

Probabilmente il mistero continuerà per molto tempo e come al solito il dubbio rimarrà: gli extraterrestri esistono o è tutta una grande cospirazione? Ai posteri l’ardua sentenza.

Aggiornamente 22 Aprile: il corpo dell’alieno trovato in Siberia si è rivelato essere uno scherzo organizzato da alcuni studenti. A quanto pare le analisi effettuate sul corpo dell’extraterrestra hanno mostrato che in realtà si trattava di pane raffermo. [Source]

Russell Vaughan e la sua ernia gigante

Ernia grande quanto un pallone da calcio rimossa dopo 20 anni

Russell Vaughan notò per la prima volta la sua ernia circa 20 anni fa mentre cercava di indossare un abito per un appuntamento importante negli anni 90′.
Durante gli anni questa ernia è diventata sempre più grande fino a diventare grande quanto una palla da calcio guadagnandosi il soprannome di “Alieno”.

Russell Vaughan e la sua ernia giganteRussell Vaughan e la sua ernia gigante

Per anni Russell è stato costretto a nascondere la sua ernia sotto larghi vestiti per non sentirsi osservato. Pià volte i medici gli avevano proposto di rimuovere l’ernia, ma lui aveva sempre rifiutato dicendo di avere troppo paura dell’operazione.

Ben presto il problema fisico si è trasformato anche in un disturbo psicosomatico, Russell è diventato sempre meno sicuro di se stesso, riservato, fino a quando nel 2003 ha deciso di emigrare e trasferirsi a Costa del Sol in Spagna con la moglie.

Pochi mesi fa, dopo 20 anni di sofferenze e 49 anni di vita, Russell ha deciso di operarsi. La decisione è avvenuta quando ha sentito il nipotino di 4 anni chiedergli se fosse incinta: “C’è mio fratello la dentro?” – avrebbe chiesto il piccolo Joseph.

Da quando l’ernia è stata rimossa il signor Vaughan si sente un uomo nuovo e ringrazia ogni giorno la figlia per avergli dato il coraggio di sottoporsi all’operazione.

“Ora ho molta più fiducia in me stesso e finalmente riesco a rapportarmi con le persone senza sentirmi in imbarazzo. E’ come essere rinati.” – conclude entusiasta l’uomo.

Bimbo Alieno

Nuovo caso di bimbo alieno, questa volta in India

Dopo aver dato vita ad un nuovo caso di bimbo alieno, la signora Sonal Waghela ha deciso di non riconoscere il piccolo bimbo all’ospedale di Gondal a Gujarat perché spaventata dal suo corpo deforme.

Bimbo Alieno

La testa del bambino, che apparentemente non ha ancora un nome, è talmente sproporzionata da essere più grande del resto corpo ed è pesante più di 2 chilogrammi.

A quanto pare la donna non era disposta a vedere un figlio con un volto del genere e ha preferito abbandonarlo. Ora il piccolo si trova all’ospedale, è allattato con il latte di un’altra neo mamma e l’unica persona autorizzata a vederlo è Mukesh Waghela, marito della donna.

Il dottor Thumed, primario all’ospedale di Gondal, ha dichiarato: “La testa si gonfia come un palloncino per colpa di un accumulo anomalo di liquidi nel cervello che fanno apparire il bimbo deformato. Casi come questo accadono una volta ogni 100mila nascite e sono solitamente risolvibili con un intervento chirurgico nei primi mesi di vita che salva la vita al neonato.”

Nel caso in cui non venisse operato, il bimbo rischierebbe di morire entro i sei mesi di vita. Il nome della condizione è idrocefalo e qualche settimana fa raccontammo una storia simile, questa volta di un bambino nato a San Antonio, in America.

Klaus il bimbo alieno con la testa enorme

Klaus l’alieno, il bimbo con la testa enorme che lotta per la vita

Klaus il bimbo alieno con la testa enormeI neurochirurghi dell’ospedale di San Antonio stanno combattendo in queste ore una lotta contro la morte per salvare la vita del piccolo Klaus, un bambino di appena 11 mesi che è nato con una rarissima condizione chiamata Hydrocephalus che fa in modo che la sua testa sia grande più del doppio rispetto a quella di un normale bambino.

L’idrocefalo è una malattia causata dall’accumulo di liquido idrocefalo rachidiano nei ventricoli del cervello che di conseguenza si dilatano e provocano l’allargamento smisurato della dimensione della testa di chi ne soffre.

I genitori del piccolo Klaus, Klaus Sr. e Beatrice, provengono dal Texas e già alcuni mesi fa avevano tentato di curare il loro figlio portandolo in una clinica specializzata dove però i medici si erano rifiutati di operarlo dicendo che sarebbe morto entro breve tempo, ma dopo aver visitato molte cliniche finalmente i chirurghi di San Antonio hanno accettato la sfida.

In testa all’equipe di medici che ha effettuato l’operazione a Klaus c’è il primario Dr. David Jimenez del dipartimento di neurologia all’University of Texas Health Science Center di San Antonio che davanti ai giornalisti ha spiegato che l’operazione consisteva nell’inserire all’interno della testa del bambino un tubo che drenasse il fluido e diminuisse la pressione.

Klaus il bimbo alieno con la testa enormeKlaus il bimbo alieno con la testa enormeKlaus il bimbo alieno con la testa enorme

Oggi, dopo due settimane di cure la grandezza della testa di Klaus è già diminuita della metà rispetto al giorno in cui è entrato in ospedale.

Speriamo che tutto vada a finire peri l meglio, nel frattempo faccio alla famiglia ma soprattutto al bambino un grandissimo in bocca al lupo.