Decide di vendere un testicolo per comprarsi un'auto sportiva (2)

Decide di vendere un testicolo per comprarsi un’auto sportiva

Decide di vendere un testicolo per comprarsi un'auto sportiva (2) Ci sono alcune persone che hanno una passione così profonda per le auto che farebbero – letteralmente – di tutto per avere quella che sognano da sempre.

Mark Pirisi, ad esempio, ha deciso di vendere uno dei suoi testicoli per poter finalmente acquistare l’auto dei suoi sogni: una Nissan.

Il signor Pirisi ha annunciato pubblicamente in TV durante il programma The Doctors che ha intenzione di vendere uno dei suoi testicoli alla ricerca medica per $35,000 solo per potersi prendere la sua amata Nissan 370Z.

Anche se non è una Ferrari o una Lamborghini, la Nissan 370Z è comunque un’ottima automobile, classificata quinta tra le auto sportive più abbordabili.

Lascia l'auto in aeroporto, accumula $105.000 di multa

Lascia l’auto in aeroporto per anni, accumula $105.000 di multa

Una donna di Chicago ha accumulato $105.000 di multe dopo aver abbandonato la sua auto all’O’Hare International Airport nel 2009.

Lascia l'auto in aeroporto, accumula $105.000 di multa

L’ex compagno di Jennifer Fitzgerald, nel 2009, ha lasciato l’auto della donna nel parcheggio riservato ai dipendenti; il veicolo ha così collezionato 678 multe, prima di venire rimosso dal carro attrezzi.

La signora Fitzgerald, che non aveva permesso di accesso al parcheggio, ha accordato con il tribunale di pagare solamente $4.500, mentre Brandon Preveau, l’ex compagno, dovrà rimborsarle $1.600.

La donna ha dichiarato di aver ricevuto multe anche dopo che la targa dell’automobile era stata revocata.

19enne saccheggia un’auto e dimentica il cellulare; la vittima chiama la madre

Un ragazzo di 19 anni, dopo aver saccheggiato un’automobile, a Seattle, ha dimenticato il cellulare nella macchina; quando la proprietaria l’ha trovato, vedendo mancare alcune cose, ha cercato nella rubrica e chiamato la madre.

19enne saccheggia un'auto e dimentica il cellulare; la vittima chiama la madre La madre del ladro si è scusata dichiarandosi devastata dalle azioni del figlio, invitando Eliza Webb – la vittima del furto – a riprendersi tutto ciò che le è stato rubato.
Quando Eliza è arrivata a casa loro con il marito era piuttosto evidente che il 19enne si fosse pentito delle sue azioni in quanto era quasi in lacrime.

Eliza ha inoltre scoperto che non è stata l’unica ad essere stata derubata; il ragazzo ed alcuni suoi amici erano ubriachi la sera prima, così hanno deciso di saccheggiare varie auto della zona.
La signora Webb ha pensato quindi ad un compromesso: se il 19enne e i suoi amici avessero fatto riavere ai proprietari tutte le cose rubate non avrebbe sporto denuncia.
Il ragazzo e uno degli amici, acconsentendo, sono andati a riconsegnare gli oggetti rubati suonando porta per porta, scusandosi per l’accaduto.

La signora ha dichiarato che voleva evitare di coinvolgere la Polizia e il tribunale per una ragazzata in quanto queste cose, solitamente, hanno effetti a lungo termine.
“Volevo incontrarlo, parlare ai suoi genitori e vedere se poteva esserci un altro modo per risolvere la cosa. Ho pensato che se gli avessi fatto capire cos’aveva fatto e le conseguenze che potevano esserci sarebbe stato molto più produttivo”, ha detto Eliza.

Bimba di 1 anno compra un’auto su eBay con lo smartphone del padre

Una bambina di Portland di appena 14 mesi si è aggiudicata un’asta di eBay per l’acquisto di un’automobile mentre giocava con lo smartphone del papà.

Bimba di 1 anno compra un'auto su eBay con lo smartphone del padre (2)

Bimba di 1 anno compra un'auto su eBay con lo smartphone del padre (1) Sorella Stoute, la bimba, stava tranquillamente giocando con il telefono cellulare del papà, quando ha deciso di aprire l’app di eBay; cominciando a toccare qua e là, è riuscita ad aggiudicarsi l’asta per una Austin-Healey Sprite del ’62, acquistata per $225 (circa €200).

Grazie all’email che eBay ha inviato per congratularsi dell’asta, il signor Stoute si è accorto subito di quello che aveva fatto la figlioletta.

I genitori di Sorella hanno deciso di tenere l’automobile, provando a rimetterla in sesto per quando la figlia compirà 16 anni, anche se inizialmente non erano sicuri di volerla tenere; restaurare un’auto non è un gioco da ragazzi e ci vogliono tempo ma soprattutto denaro.

Anche se la piccola famigliola dell’Oregon pensava di non potersi permettere il restauro dell’auto potrebbe valerne la pena: le Sprite restaurate possono valere fino a $14,000.

Dopo aver deciso di tenere l’auto, i genitori di Sorella hanno messo dei codici di sicurezza nei loro smartphone.

“Per fortuna non ha comprato la Porsche che stavo osservando”, ha detto il signor Stoute.

Vede una coppia che fa sesso in auto, chiama il 911 e viene investita

Una donna di Indianapolis (Indiana, USA) che ha chiamato la Polizia per denunciare una coppia che faceva sesso in macchina è stata ricoverata in ospedale dopo che i due hanno l’hanno investita mentre cercavano di fuggire.

Denuncia alla Polizia una coppia che fa sesso in auto che la investe La 20enne è stata investita da un SUV GMC nel parcheggio di un motel dopo aver urlato alla coppia di smettere.

La Polizia ha affermato che la donna, indignata da quello che stava succedendo, è stata raggiunta dal direttore del motel che l’ha aiutata a cercare di far cessare l’attività sessuale dei due.
Quando però ha detto di aver chiamato il 911, la coppia ha cercato di fuggire.

La donna, tentando di fermare il veicolo, ha subito alcune lesioni al braccio e al piede destro venendo investita accidentalmente dall’automobile.

“Il veicolo ha tentato di fare retromarcia e di passare accanto alla vittima ma quest’ultima continuava a mettersi davanti al SUV“, ha dichiarato un portavoce della Polizia.

La donna è stata assistita da un paramedico e successivamente portata in ospedale, mentre la Polizia è ancora alla ricerca della coppia di amanti.

Si schianta contro un albero per testare gli airbag

Un automobilista tedesco di 45 anni si è visto ritirare la patente di guida dopo che è andato a schiantarsi intenzionalmente contro un albero “per testare gli airbag”.

È successo a Goslar (Bassa Sassonia, Germania); Uwe Schrager è stato avvistato da un altro automobilista mentre si andava a schiantare contro un albero con la sua Ford Mondeo.

Quando la Polizia è arrivata sul posto, Schrager stava mettendo il paraurti e altre parti dell’auto nel bagagliaio, per riportarla a casa e farla sistemare. Quando gli è stato chiesto il motivo dell’incidente l’uomo, che è risultato negativo agli esami di droga e alcol, ha ammesso che l’ha fatto intenzionalmente.
“Sapevo che l’auto era dotata di airbag ma non ero sicuro che funzionassero davvero, così li ho voluti provare. Ho pensato fosse meglio provarli ad una velocità ridotta in modo da sopravvivere se non avessero funzionato”, ha detto l’uomo.
Schrager si aspettava che gli airbag si potessero rimettere al loro posto dopo l’incidente e, come se non bastasse, era convinto che l’assicurazione gli pagasse i danni.

Oltre ad essere senza patente per un po’ ora è stato dato l’ordine all’uomo di effettuare dei test psichiatrici.
C’è bisogno di effettuare qualche test psichiatrico per determinare se potrà riavere la patente. A quanto pare si è schiantato contro un muro due volte a velocità più ridotta prima di andare addosso all’albero. Non è un comportamento normale”, ha dichiarato un portavoce della Polizia.

Crede di essere Dio, dà fuoco all'auto

Crede di essere Dio, dà fuoco all’auto e cerca di farsi investire

Una donna di 29 anni che dichiara di essere Dio è stata arrestata dopo aver dato fuoco alla sua auto in una stazione di servizio in Florida.

Crede di essere Dio, dà fuoco all'auto Qualche giorno fa, a Daytona Beach, Alexandra Barnes ha coperto la propria Scion di benzina; successivamente è entrata nel negozio, ha afferrato un accendino ed è corsa fuori dalla porta. Uno degli impiegati l’ha rincorsa e cercando di prendere l’accendino dalle mani della donna ha sentito l’odore di benzina; anche se è riuscito a riprenderlo, però, la signora Barnes ne ha preso un altro dalla sua auto, dandole fuoco subito dopo.

Uno dei dipendenti ha prontamente staccato la valvola di sicurezza per impedire che saltasse in aria l’intera stazione di servizio, mentre un passante è corso all’interno della macchina per salvare i cani che erano rimasti dentro.

Mentre succedeva tutto questo, la signora Barnes si era seduta nel bel mezzo della strada cercando di essere investita da un’auto, ha affermato l’ufficiale di Polizia Jimmy Flynt. “Ha detto qualcosa tipo che lei era ‘Dio’“, ha aggiunto.

La donna è stata portata all’ospedale dove l’hanno sottoposta ad una valutazione mentale, mentre la stazione di servizio, fortunatamente, ha subito solo un danno ad un tubo di una pompa, che si è fuso durante l’incidente.

Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (1)

Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1

Un meccanico bosniaco ha passato due anni e speso circa €25.000 per costruire una vettura di Formula 1 che può legalmente circolare su strade urbane.

Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (1) Mišo Kuzmanović, appassionato da sempre di F1, sognava da una vita di guidare una di quelle vetture ma, vivendo in Bosnia, non ne ha mai avuta l’occasione; così un giorno ha deciso di costruirsene una.
Ha iniziato due anni fa acquistando un motore originale Volkswagen e un cambio e costruendo nel suo negozio quasi tutto il resto. Alcuni amici l’hanno aiutato a verniciarla e ad installare l’impianto audio ma il resto l’ha fatto da solo.
L’automobile gli ha richiesto molti soldi, fatica, pazienza e soprattutto conoscenza del mestiere, ma ne è decisamente valsa la pena; ora, quando gira per strada, tutti si voltano per guardarla e quando le persone gli fanno delle domande è entusiasta di rispondere.

Nonostante la sua creazione possa raggiungere una velocità di 250 km/h, Mišo rispetta i limiti di velocità delle strade ed ha raggiunto i 175 km/h solamente mentre guidava in autostrada.
Il veicolo, lungo 6 metri, soddisfa tutti gli standard di sicurezza, compreso l’airbag.
Nonostante abbia ricevuto varie richieste di acquisto – anche €60.000 – non ha la minima intenzione di venderla. “Alcune cose non possono essere vendute”, ha risposto.

Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (2) Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (3) Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (4) Meccanico bosniaco costruisce una vettura di Formula 1 (5)