Padova, nuova corsia dedicata agli ultimi baci davanti alla stazione

È stata da poco aperta una nuova corsia nella stazione ferroviaria di Padova, chiamata Park Kiss, in cui le auto possono sostare per un massimo di un quarto d’ora per salutare come si deve chi deve partire, per scaricare valigie e passeggeri o per far salire qualcuno che sta per arrivare.

Nuova corsia dedicata agli ultimi baci davanti alla stazione

L’idea è nata quando la città ha notato che le coppie che si salutavano creavano code davanti alla stazione; così, prendendo spunto dai Paesi scandinavi in cui è già tradizione avere queste corsie dedicate, il vice sindaco reggente Ivo Rossi ha deciso di introdurne una anche a Padova, con tanto di segnaletica orizzontale e verticale.

Il vice sindaco ha dichiarato che il nuovo progetto della città è già un grande successo; non ci sono più code che rallentano il traffico e le coppie riescono a salutarsi senza doversi preoccupare di niente.

Nuova corsia dedicata agli ultimi baci davanti alla stazione (3) Nuova corsia dedicata agli ultimi baci davanti alla stazione (1) Nuova corsia dedicata agli ultimi baci davanti alla stazione (2)

Kissenger

Kissenger, il nuovo strumento per i baci a distanza

KissengerHooman Samani, un ricercatore del dipertimento di intelligenza artificiale dell’università di Singapore, ha sviluppato un incredibile macchina in grado di trasmettere tramite dei piccoli robot, baci a distanza in grado di emulare con estrema precisione la sensazione di un vero bacio.

L’oggetto, già soprannominato Kissenger, in onore alla famosissima chat di windows Messenger, è stato sviluppato per dare l’opportunità alle coppie a distanza di provare un tiepido piacere nel poter baciare seppur non direttamente il proprio partener.

Già l’anno scorso, uno studente Giapponese presentò al mondo i suoi studi per un marchingegno molto simile e in grado di muoversi in base ai movimenti della lingua del baciatore.

Ovviamente affinché tutto possa funzionare sono necessari due Kissenger. Dopodiché non vi resterà che accendere il vostro gioiellino a forma di coniglio e iniziare a baciare virtualmente la vostra dolce metà.

Probabilmente baciare un pezzo di plastica non dev’essere così emozionante come farlo con una persona vera, ma il creatore avrà pensato: “Meglio che niente”.

Se volete saperne di più guardate il video qui sotto! A me sembra un po’ squallido, a voi?