Bimba Indiana convive con un nido di formiche nell’orecchio [con video]

Shreya-Darji-formiche

Shreya Darji, 2 anni, proveniente da Gujarat in India, soffre di una strana condizione che la porta ad espellere ogni giorno formiche morte dalle sue orecchie.

Il problema è nato ad Agosto, quando per la prima volta una formica è uscita dall’orecchio della bimba; da allora ogni giorno i medici sono costretti ad intervenire con pinze ed endoscopio per poter rimuovere gli insetti.

Da Agosto, i medici hanno già rimosso centinaia di formiche.

Shreya-Darji-formiche2

Purtroppo ad oggi nessuno è ancora riuscito a capire da dove arrivino le formiche e come fermare questo fenomeno. Tra i vari tentativi fatti per tentare di “guarire” Shreya c’è stato anche chi ha provato ad annegare le formiche utilizzando liquidi appositi per le orecchie, senza però ottenere risultati.

Shreya è anche stata sottoposta a numerosi controlli per cercare di capire se esista un nido o delle uova di formica per poter intervenire, ma al momento ancora non sono riusciti ad identificarlo.

Per fortuna al momento le formiche non hanno provocato danni irreversibili all’orecchio della piccola. Solo qualche problema di udito.

Tribunale francese vieta a due genitori di chiamare la figlia "Nutella"

Tribunale francese vieta a due genitori di chiamare la figlia “Nutella”

Il tribunale francese di Valenciennes ha dovuto costringere due genitori a cambiare il nome della propria figlia che avevano chiamato “Nutella”.

Tribunale francese vieta a due genitori di chiamare la figlia "Nutella"

Sembra che i genitori della bambina abbiano un amore per la Nutella un tantino esagerato; la coppia ha dato alla figlia proprio il nome della crema spalmabile famosa in tutto il mondo. Secondo il giudice sarebbe “contrario agli interessi della bambina“, così adesso la bimba, ormai di quattro mesi, si chiama “Ella”.

Non è stato l’unico caso di questo tipo: una coppia di un paese vicino a Raismes voleva chiamare la propria figlia “Fraise”, ovvero fragola, dichiarando che volevano darle un nome che fosse “originale, non comune”. Il giudice non era d’accordo e la bambina è stata infine chiamata “Fraisine”.

Jaden Newman

Reclutata bambina di 9 anni dalla squadra di basket della Miami University

Essere reclutati da una squadra di basket come gli Hurricanes della Miami University è il sogno di migliaia di ragazzi che farebbero di tutto per farsi notare ma l’ultima scoperta dell’università statunitense è stata Jaden Newman, una bambina di soli 9 anni.

Jaden Newman

È davvero soprendente che la piccola Jaden abbia raggiunto un obiettivo così grande ma lo sono anche le sue capacità; basta guardare alcuni video su YouTube per rendersi conto che la bambina, alta appena 1,35 metri, è davvero un fenomeno, con una media di 14,5 punti e 7,5 assist a partita.

Adesso che le è stato offerto di entrare alla Miami University non appena avrà l’età giusta è considerata la ragazza più giovane mai reclutata dalla Prima Divisione. Deve la passione che ha per la pallacanestro ai suoi genitori, che hanno cominciato a farla giocare quando aveva solamente tre anni, e adesso gioca con i ragazzi più grandi.

Il padre Jamie Newman ha ammesso di essere rimasto sorpreso quando ha ricevuto la chiamata dal coach della squadra, Derrick Gibbs. Qualcuno era preoccupato del fatto che l’attenzione che il college di Miami ha sulla ragazzina potesse incidere sui risultati e la pressione delle partite ma Jaden e il padre, come tutta la famiglia, non hanno alcuna preoccupazione. “Mi sento come una normale ragazzina di quarta elementare. Continuerò ad allenarmi e a continuare quello che faccio adesso”, ha detto lei.

Bimba di 1 anno compra un’auto su eBay con lo smartphone del padre

Una bambina di Portland di appena 14 mesi si è aggiudicata un’asta di eBay per l’acquisto di un’automobile mentre giocava con lo smartphone del papà.

Bimba di 1 anno compra un'auto su eBay con lo smartphone del padre (2)

Bimba di 1 anno compra un'auto su eBay con lo smartphone del padre (1) Sorella Stoute, la bimba, stava tranquillamente giocando con il telefono cellulare del papà, quando ha deciso di aprire l’app di eBay; cominciando a toccare qua e là, è riuscita ad aggiudicarsi l’asta per una Austin-Healey Sprite del ’62, acquistata per $225 (circa €200).

Grazie all’email che eBay ha inviato per congratularsi dell’asta, il signor Stoute si è accorto subito di quello che aveva fatto la figlioletta.

I genitori di Sorella hanno deciso di tenere l’automobile, provando a rimetterla in sesto per quando la figlia compirà 16 anni, anche se inizialmente non erano sicuri di volerla tenere; restaurare un’auto non è un gioco da ragazzi e ci vogliono tempo ma soprattutto denaro.

Anche se la piccola famigliola dell’Oregon pensava di non potersi permettere il restauro dell’auto potrebbe valerne la pena: le Sprite restaurate possono valere fino a $14,000.

Dopo aver deciso di tenere l’auto, i genitori di Sorella hanno messo dei codici di sicurezza nei loro smartphone.

“Per fortuna non ha comprato la Porsche che stavo osservando”, ha detto il signor Stoute.

Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno (4)

Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno

Una bambina inglese di 9 anni è riuscita ad entrare in Turchia esibendo il finto passaporto del suo peluche preferito, un unicorno rosa.

Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno (4)

La madre di Emily Harris non si era accorta di aver dato alla figlia il passaporto sbagliato e, a quanto pare, non se ne sono accorti nemmeno i funzionari dell’aeroporto, che hanno addirittura timbrato il documento di viaggio dell’unicorno, chiamato Lily Harris.

“Non me ne sono resa conto finché non ho recuperato i passaporti per metterli via”, ha affermato la signora Harris. “C’è stato un momento di panico in cui ho pensato che qualcuno ci avrebbe inseguito, ma non è successo niente.
Il passaporto non sembrava nemmeno vero: c’è disegnato un orso d’oro davanti ed è di una dimensione completamente diversa dal mio e da quello di mio marito.
“L’uomo ha anche chiesto ad Emily quanti anni avesse, e lei ha risposto ‘nove’, prima di timbrarlo”.

Nel passaporto non c’era nemmeno la foto della bambina ma dell’unicorno, che “non era nemmeno in vacanza con noi”, ha aggiunto la signora Harris.

Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno (3) Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno (1) Bimba di 9 anni passa la dogana con il passaporto di un unicorno (2)

Bimba di 6 anni ruba la macchina per andare a trovare il padre

Una bimba di 6 anni, che voleva andare a trovare il padre, ha preso la BMW della madre ma è andata a schiantarsi contro un palo, danneggiando anche altri veicoli.

È successo a Lawrenceville (Pittsburgh, USA); la bimba, mentre la madre dormiva, avrebbe deciso di andare a trovare il papà a Garfield, così ha preso le chiavi della macchina, l’ha messa in moto ed è partita – ma il viaggio è durato poco.

Una vicina testimonia: “Non si capiva che era una bambina all’inizio. Ha sbattuto contro il marciapiede, poi si è spostata e quando si è avvicinata ho visto che era una bimba e le ho urlato di fermarsi”.
Ma non si è fermata; ha continuato la corsa colpendo varie automobili parcheggiate. Alla fine ha perso il controllo della macchina, schiantandosi contro un palo di un cortile.
Fortunatamente non c’è stato nessun ferito, nemmeno la bimba.

Maria Audete, la donna Brasiliana 30enne che ha l’aspetto di una bimba di un anno

Maria Audete do NascimentoSi tratta di un incredibile caso di malformazione alla Benjamin Button, la donna che vedete nella foto si chiama Maria Audete do Nascimiento ed è nata il 7 Maggio 1981 in Brasile.

Maria fa parte di una famiglia povera e vive in una casa di argilla a Ceara. La sua famiglia oltre a lei è costituita dal padre e dalla sua seconda moglie, che si è occupata di Maria fin da quando aveva 13 anni.

Purtroppo le condizioni finanziarie della famiglia non hanno mai permesso che Maria venisse curata.

I medici affermano che se si fosse intervenuti alla nascita, questa condizione si sarebbe potuta curare senza problemi.

A causa della sua malattia, Maria è rimasta in tutto e per tutto una bambina e non è in grado neanche di svolgere le mansioni più elementari.

Gli esperti della facoltà di medicina dell’università di Ceara credono che Maria soffra di una grave mancanza dell’ormone tiroideo. Come conseguenza del suo ipotiroidismo, il corpo della donna non è mai stato in grado di svilupparsi sia fisicamente che mentalmente.

I medici hanno anche acconsentito a curare gratuitamente Maria, affinché la sua condizione possa migliorare e la donna possa almeno imparare a camminare e dire qualche parola.

Nel frattempo però Maria, rimarrà una piccola Peter Pan.

Fumatrice a due anni

Madre filma la figlia di due anni mentre fuma e beve caffè, il padre denuncia il tutto

Fumatrice a due anniDi storie come questa non è la prima che si parla e probabilmente non sarà l’ultima, ma in questo caso credo che l’ignoranza della madre e la davvero precoce età della bimba abbiano dell’incredibile.

Una madre di Burghea de Sus ad Arges in Romania ha caricato su internet un video della figlia di due anni ripresa mentre fuma e beve caffé.

I genitori della bimba, Gabriel e Elena Ursu, si erano separati un anno fa e la custodia della piccola era andata alla donna.

“La mia ex moglie vuole schernirmi mostrandomi come tratta nostra figlia. A mia figlia non piace il latte e la mamma la vizia dandole il caffè e invece delle caramelle le fa fumare le sigarette! E’ malata!” – racconta il padre preoccupato – “I giudici mi permettono di vedere mia figlia solo una volta alla settimana e quando la vedo lei si lamenta perché ha voglia di fumare e a volte è così disperata che prende i mozziconi e se li mette in bocca.

Il video acquisito dalla polizia locale, mostra la bambina fumare e la voce della madre che la riprende e la incita a fumare.

Non sappiamo come andrà a finire la storia, ma sicuramente alla donna un paio di anni di galera dovrebbero darli!