Bimba nata con due teste in Cina (2)

In Cina nasce bimba con due teste. I medici:”Non possiamo separarle”

I chirurghi del Suining Central Hospital Guangdong in Cina, sono rimasti senza parole quando hanno scoperto che la bimba della signora Bao Qiaoying, 25 anni, sarebbe nata con due teste.

Bimba nasce con due teste

Durante la gravidanza la donna aveva effettuato alcune ecografie in cui le condizioni del bebè sembravano ottime. Solo poche settimane prima del parto i medici si sono accorti che il feto che stava per nascere aveva qualcosa che non andava.

“Avevamo già preparato ogni cosa per la nascita della nostra prima bambina, quando i medici ci hanno chiamato per effettuare una nuova Eco Doppler a colori che ci ha confermato che la nostra bambina sarebbe nata con due teste e un solo corpo!” – racconta la signora Bao.

Riluttanti all’idea di avere una bambina con due teste, i due futuri genitori avevano deciso di terminare la gravidanza con un aborto, ma lo stato avanzato di quest’ultima avrebbe arrecato gravi danni alla donna e dunque le bimbe, di cui non sappiamo i nomi, sono nate regolarmente.

Bimba nata con due teste in Cina (1)Bimba nata con due teste in Cina (3)Bimba nata con due teste in Cina (4)

Le prime diagnosi dopo la nascita hanno evidenziato la presenza di due spine dorsali e di un cuore mezzo, mentre il resto degli organi e delle funzioni vitali dovranno essere divise dalle due teste.

Il dottor Zhang Libin ha già fatto sapere che un’operazione di separazione in questo caso non potrà essere fatta e che quindi le due bambine dovranno vivere condividendo lo stesso corpo.

Spero che i genitori dopo l’iniziale rifiuto possano crescere al meglio queste creature e mi auguro che la loro vita possa essere il più possibile longeva.

Video porno su cellulare

Madre trova video porno dentro il cellulare nuovo comprato alla figlia di 7 anni

Video porno su cellulareLa polizia ha aperto un’investigazione  dopo che un video pornografico è stato trovato all’interno di un cellulare nuovo venduto ad una bambina di 7 anni.

Kevin a Kerrie Daynes avevano comprato per 35 sterline (40 euro) alla loro bambina Chelsea un cellulare Sony Ericsson per poter chiamare la nonna in caso di necessità.

Ma quando i signori Daynes  hanno caricato per la prima volta hanno fatto una scoperta disgustosa, all’interno del cellulare era presente un video porno e un text alerter abusivo.

“So che acune persone nel loro cellulare hanno queste cose, ma quando ho visto il video mi è venuto male allo stomaco al solo pensiero che Chelasea avesse potuto vederlo. Non è accettabile che possa accadere con un cellulare nuovo!” – dichiara stizzita la madre della bambina.

Un dirigente della Tesco, negozio in cui è stato acquistato il telefono cellulare, si è affrettato a porre alla famiglia le più sentite scuse ma si è affrettato a sottolinear che quel cellular è giunto nel loro negozio sigillato e sempre sigillato è stato venduto.

“Abbiamo chiesto alal famiglia di restituirci il cellulare in modo tale da poter fare indagini più approfondite” – ha concluso l’uomo.

Serpente nel gabinetto

Bimba trova boa lungo 2 metri nel gabinetto di casa

Serpente nel gabinettoUna bambina di 7 anni è rimasta terrorizzata dopo aver trovato nel gabinetto dove stava andando a fare pipì, un boa lungo due metri.

La polizia di Hannover, in Germania ha fotografato il serpente quando ancora si trovava all’interno del water e prima ancora che riuscisse a scappare nuovamente dai condotti fognari.

La spiegazione che è stata data è che probabilmente l’animale apparteneva ad uno dei vicini
della famiglia e che sarebbe presumibilmente scappato tramite i condotti fognari, viaggiando alla ricerca di cibo.

“Le persone comprano questi animali selvatici quando sono piccoli, senza pensare che presto crescono e diventano più grandi di quello che una casa o una teca possa ospitare. Molti proprietari si spaventano e nel caso dei serpenti, cercano di sbarazzarsene buttandoli nel gabinetto.” – ha dichiarato un esperto.

Ora non so cosa ne pensate voi, ma se io abitassi nel vicinato non riuscirei più ad andare in bagno. Uno degli incubi più ricorrenti per una persona!

la ragazza più pelosa del mondo (1)

La ragazza più pelosa del mondo

Supatra Sasuphan è stata presa in giro fin dalla nascita a causa della sua malattia genetica che le causa una smisurata crescita del pelo, sul corpo e soprattutto in faccia.

la ragazza più pelosa del mondo (1)

Gli altri bambini la chiamavano “Faccia da scimmia” e “Ragazza lupo”, lasciandola spesso in lacrime.

Spesso gli estranei si fermavano per guardarla e ridere di lei. Ora però la piccola bambina Thailandese può prendersi una rivincita. Alcuni giorni fa infatti, la piccola è stata insignita del titolo di bambina più pelosa del mondo.
“Sono contentissima di essere nel Guinness dei Primati. Tutto quello che ho dovuto fare è stato rispondere ad alcune domande personali e dopo me l’hanno dato!” – ha detto Supatra.

la ragazza più pelosa del mondo (2)la ragazza più pelosa del mondo (3)la ragazza più pelosa del mondo (4)la ragazza più pelosa del mondo (5)la ragazza più pelosa del mondo (6)

La piccola ha poi ammesso che questo riconoscimento le dà sicuramente molta più confidenza nei rapporti con le altre persone.

La bambina 11enne, come quasi tutte le altre bambine sogna da grande di diventare una cantante e ballerina famosa, e chissà che il suo grande difetto non diventi il suo più grande pregio!

Noi le facciamo un grosso in bocca al lupo. Senza ironia.

Nice tits

12enne compra caramelle di San Velentino e ci trova scritto “Belle tette”

Una bambina 12enne, Ciara Bush è rimasta sotto shock dopo aver trovato in una caramella di San Valentino una scritta alquanto volgare.

Nice titsciara bush

“Ho letto la frase e subito ho portato la caramella alla mamma” – dica la bimba.

Inequivocabile il messaggio stampato sulla caramella, “Nice Tits”, letteralmente “Belle Tette”.

I genitori esterrefatti spiegano che quella caramellina faceva parte di un pacco di caramelle comprato in un discount a North Highlands in California che teoricamente doveva contenere solo frasi d’amore in vista del giorno di San Valentino.

Immediatamente la madre della bambina, la signora Deanda ha contattato tramite e-mail la casa produttrice delle caramelle che prontamente il giorno successivo l’ha ricontattata chiedendo che l’intero pacco di caramelle venisse rispedito in fabbrica per effettuare accertamenti ed investigare.

I signori Deanda hanno già dichiarato di non avere intenzione di chiedere un risarcimento all’azienda, ma vorrebbero solo scoprire come un messaggio così volgare possa essere finito su una caramella per bambini.

“Voglio che questa storia venga diffusa il più possibile, affinchè tutti sappiano e i genitori degli altri bambini possano essere messi in guardia” – ha concluso la mamma di Ciara.

Prete con la banana in tasca

Prete accusato di violenza sessuale si difende: “Avevo una banana in tasca”

Prete con la banana in tascaDavid Morris, un pastore Anglicano proveniente dal Galles è stato recentemente accusato di violenze sessuali nei confronti di una 12enne sua alunna a scuola.

Dopo essere stato arrestato, “l’uomo” 60enne ha così giustificato se stesso per difendersi dalle accuse di molestie: “Non ho toccato quella bambina, avevo solo una banana in tasca

Il prete dice che la bambina potrebbe aver confuso il frutto con il suo pene mentre i due erano seduti vicini durante una lezione di Inglese.

Morris, proveniente dalla Chiesa Carmarthen Evangelical ha affermato di avere l’abitudine di mettersi una banana nella tasca da mangiare durante la pausa mattutina.

Ora sarà compito dei giudici capire se realmente la bambina ha confuso una banana con il pene in erezione del professore o se invece il prete ha un animo pedofilo e si è inventato una delle più clamorose scuse del 21esimo secolo.

Ad ogni modo esprimo il mio disgusto e ribrezzo nei confronti di tutti i pedofili del mondo, veri o presunti.

A due anni fuma marijuana, la madre la filma

Una madre dell’Ohio dovrà scontare 11 anni di carcere per aver insegnato e permesso alla figlia di fumare Marijuana e per averla poi ripresa in un filmino amatoriale inviato per e-mail ai suoi amici.

Jessica Gamble, 21 anni, è stata accusata dalla corte di Cincinnati, di maltrattamento nei confronti di un minore, per essere stata colta sul fatto e per aver corrotto un’altro minore con la droga.

La bambina che rimane nell’anonimato è stata presa in custodia dai suoi familiari e finalmente sarà cresciuta adeguatamente.

Ecco il video che ha incastrato la giovane donna:

Kwabena Benie

Giovane Ghanese afferma di essere il primo uomo ad aver partorito

Kwabena BenieCentinaia di curiosi spettatori si sono radunati alla cerimonia di battesimo del figlio di un uomo Ghanese proveniente dal villaggio di Sefwi Adboduam e che afferma di essere il primo uomo ad aver dato alla luce un bambino.

Kwabena Benie, 24 anni ha dichiarato di avere avuto un “inusuale” gravidanza di 9 mesi terminata con la nascita della figlia, Abena Apomasu, la quale sarebbe nata dalla “vagina” sviluppata in modo naturale da Kwabena.

Il tutto è confermato dall’attuale compagna dell’uomo che ha assistito al parto.

Kwabena racconta che il suo pene si sarebbe trasformato in una sorta di vagina durante una nottata passata tra atroci dolori.

“Quella notte ho sofferto grandissimi dolori all’altezza dell’inguine e quando ho provato a toccarmi, mi sono reso conto che il mio pene non c’era, si era ritirato e al suo posto era spuntata una specie di vagina” – racconta l’uomo.

Da allora la sua vita sarebbe cambiata, il giovane Kwabena avrebbe iniziato a farsi chiamare Abena Benie e avrebbe vissuto una storia d’amore con un ragazzo conosciuto al College, considerato il padre del bambino, un certo Kwesi Nkoah, sparito non appena saputo della gravidanza.

Anche se i medici e il buon senso ci inducono a pensare che questa storia sia una grande messa in scena, Kwabena insiste sul fatto di aver dato alla luce la bambina, non rimangiandosi neanche un punto della storia raccontata e anzi invitando dottori e scettici a visitarlo, per poter vedere con i propri occhi il suo nuovo organo genitale.

Da parte mia, non posso che informarvi che la notizia sta facendo il giro del mondo, che non sono stato io a inventarmi il tutto e che anzi molti importanti e famosi giornali hanno dedicato ampie pagine alla vicenda.

Non appena avrò qualche novità in più su questa bizzarra storia vi informerò!