Keyshia, la donna che annusa e mastica pannolini intrisi di urina (1)

Keyshia, la donna che annusa e mastica pannolini intrisi di urina

Tutto noi abbiamo qualche abitudine un po’ strana ma quella di Keyshia probabilmente lo è molto di più; la donna, originaria di Queens (New York, Stati Uniti), non riesce a smettere di annusare e masticare pannolini pieni di urina.

Keyshia, la donna che annusa e mastica pannolini intrisi di urina (1)

Quella di Keyshia è una vera e propria dipendenza. La 22enne raccoglie pannolini sia da amici che da estranei e li porta con sé ovunque.

“Lo adoro, ha un gusto così incredibile. Me ne bevo uno quando cucino, uno lo tengo nel cassetto del comodino, uno lo tengo per quando dormo, alcuni li tengo nel baule e un po’ in borsa”, ha spiegato in maniera piuttosto entusiasta.

“Sapete quando entrate in una stanza e sentite un intenso odore di cibo e sembra che possiate assaggiarlo? Ecco com’è. Più pesante è, quindi più pipì ha all’interno, meglio è”.

Beve una lattina di birra che gli era caduta nel fiume, gli cresce un enorme bozzo sulla pancia

Beve una lattina di birra che gli era caduta nel fiume, gli cresce un enorme bozzo sulla pancia

Un uomo di 60 anni si è ritrovato con una massiccia crescita all’altezza dello stomaco e della pancia dopo aver bevuto un sorso da una lattina di birra che era caduta in un fiume.

Beve una lattina di birra che gli era caduta nel fiume, gli cresce un enorme bozzo sulla pancia

John Macdonald non poteva di certo immaginare che bevendo da quella lattina che gli era accidentalmente caduta nel fiume potesse capitargli una cosa del genere. Dopo qualche ora dal sorso di birra il sessantenne si è trovato improvvisamente una specie di massa simile a un’ernia sulla pancia. Non si riesce a capire cosa possa essere; nonostante le quattro operazioni subite e i diversi cicli di antibiotici che ha preso non è ancora riuscito a guarire.

Il signor Macdonald, australiano, ha detto: “Voglio raccontare la mia storia al mondo, nella speranza che qualcuno da qualche parte possa rispondere alle mie preghiere e farmi guarire. Sono un brav’uomo e voglio esserci per i miei figli e il mio nipotino quindi se c’è un bravo dottore che possa aiutarmi si faccia avanti”.

Julia Caples, la donna-vampiro che beve sangue umano

Julia Caples, la donna-vampiro che beve sangue umano

Negli ultimi 30 anni, Julia Caples (Pennsylvania, USA) beve regolarmente due litri di sangue umano al mese. I suoi donatori sono appassionati di vampiri che le permettono di succhiare il sangue dal loro corpo.

Julia Caples, la donna-vampiro che beve sangue umano La sua passione per il sangue è cominciata quando aveva solamente 15 anni; mentre dava il suo primo bacio ha sentito l’urgenza di mordere il suo ragazzo. “È stato un istinto naturale e mi è piaciuto il sapore. Ho quest’urgenza e non riesco davvero a spiegarla. Non se n’è mai andata”, ha dichiarato la donna.

Quell’esperienza – dopo la quale il ragazzo non l’ha più voluta baciare – l’ha fatta interessare al sangue umano, anche se è stato quando ha conosciuto il suo ormai ex marito Donald che è letteralmente impazzita per questa sua ossessione, cominciando a bere vero sangue.
Con lui ha condiviso la passione per i vampiri e lo stile di vita goth, tanto da sposarsi in un cimitero consacrando il loro amore scambiandosi il sangue.

Julia, conosciuta anche con il soprannome Dark Rose, dice di trovare alcuni dei suoi donatori online. Prima di succhiare il loro sangue, però, deve conoscerli di persona e controllare i loro esami per assicurarsi che non abbiano nessun tipo di malattia.
Gli altri donatori li trova vicino casa, magari in qualche negozio un po’ particolare, che si rendono disponibili a farsi succhiare il sangue. Julia quindi li porta a casa sua, dove poi li taglia per poter bere il loro sangue.

“Quando mi nutro da una persona e bevo il suo sangue mi sento più forte e più sana“, afferma. “So che scientificamente non c’è molto nutrimento nel sangue ma magari c’è qualche valore che ancora non abbiamo scoperto.

Oltre a sentirsi più bella e piena di energie, Julia crede che grazie al sangue il suo processo di invecchiamento sia più lento rispetto alle persone che non lo bevono.

Presentatore TV beve latte dal seno di un'ospite

Presentatore TV beve il latte dal seno di un’ospite in studio

Il presentatore di un talk show olandese ha attirato varie critiche dopo aver bevuto il latte dal seno di una donna in diretta TV, in prima serata.

Presentatore TV beve latte dal seno di un'ospite Il comico Paul de Leeuw ha sconvolto gli spettatori e il pubblico dopo aver bevuto il latte direttamente dal seno di una spettatrice.

Il 51enne stava intervistando alcune donne facenti parte di un ente di beneficienza che ha cerca di facilitare gli scambi di latte materno durante il suo programma di intrattenimento per famiglie.

Com’è, buono e dolce?“, ha chiesto de Leeuw ad una donna, Wendy, prima di chiederle se poteva assaggiare.
Be’, se non mordi potresti provarlo“, ha risposto, e il presentatore, che aveva rifiutato una bottiglia del suo latte che aveva di fianco, si è abbassato per bere direttamente dal suo seno.
Pochi istanti dopo si è trasferito sull’altro capezzolo, incitato dal pubblico, e successivamente ha scherzato dicendo: “La seconda volta è stata più gustosa ma sono riuscito a sentire che hai mangiato asparagi ieri”.

Trevor Runyon

Beve, fuma e mangia in un un negozio dopo la chiusura

Un uomo del Kentucky (USA) è stato arrestato dopo aver passato la notte all’interno di un negozio di alimentari consumando vari prodotti.

Trevor Runyon Il direttore del negozio ha dichiarato alla Polizia di aver trovato nel bidone della spazzatura 57 barattoli di panna montata.

Insospettitosi ha controllato i video di sorveglianza del negozio, dove ha avuto la prova di quello che temeva: ha visto Trevor Runyon entrare poco prima dell’ora di chiusura cercando di non essere visto dai dipendenti.

Dopo che le luci sono state spente, il video mostra Runyon che beve birra, fuma sigarette e si cucina sei bistecche, qualche gamberetto e mangia infine una torta.

L’uomo, durante la notte, si è anche sporcato i vestiti, così ne ha presi di nuovi dal negozio e si è cambiato; dopodiché è salito sulle travi e si è messo a dormire.

I vigili del fuoco sono stati chiamati per farlo scendere e in seguito è stato preso in custodia dalla Polizia.

Fumatrice a due anni

Madre filma la figlia di due anni mentre fuma e beve caffè, il padre denuncia il tutto

Fumatrice a due anniDi storie come questa non è la prima che si parla e probabilmente non sarà l’ultima, ma in questo caso credo che l’ignoranza della madre e la davvero precoce età della bimba abbiano dell’incredibile.

Una madre di Burghea de Sus ad Arges in Romania ha caricato su internet un video della figlia di due anni ripresa mentre fuma e beve caffé.

I genitori della bimba, Gabriel e Elena Ursu, si erano separati un anno fa e la custodia della piccola era andata alla donna.

“La mia ex moglie vuole schernirmi mostrandomi come tratta nostra figlia. A mia figlia non piace il latte e la mamma la vizia dandole il caffè e invece delle caramelle le fa fumare le sigarette! E’ malata!” – racconta il padre preoccupato – “I giudici mi permettono di vedere mia figlia solo una volta alla settimana e quando la vedo lei si lamenta perché ha voglia di fumare e a volte è così disperata che prende i mozziconi e se li mette in bocca.

Il video acquisito dalla polizia locale, mostra la bambina fumare e la voce della madre che la riprende e la incita a fumare.

Non sappiamo come andrà a finire la storia, ma sicuramente alla donna un paio di anni di galera dovrebbero darli!

Narasamma no nbeve acqua da 78 anni

Narasamma – La donna che dichiara di vivere da 78 anni senza bere acqua

Narasamma, un’anziana 92enne proveniente da Bangalore in India, dichiara di non bere acqua da quando aveva 14 anni.

La donna è cosciente del fatto che questa affermazione possa essere considerata alquanto strampalata da i più e infatti solitamente non ne parla con nessuno tranne con con i suoi parenti stretti.

Secondo quanto riporta il Mid Day, Narasamma non sente mai il bisogno di dissetarsi con l’acqua, ad accezione delle due tazze di caffè che ogni giorno beve.

Narasamma no nbeve acqua da 78 anni

Ma le cose non sono sempre state così, anzi. All’età di 14 anni la donna racconta di aver avuto una malattia che rendeva la sua gola secca e che la portava a bere fino a 10 litri di acqua al giorno.

Questa eccessiva assunzione di liquidi, fece ingrassare la giovane al punto tale da non riuscire più a muoversi propriamente. Fu allora che i genitori preoccupati la portarono da un medico che le prescrisse una dieta forzata di 48 giorni per eliminare i liquidi in eccesso tramite il sudore.

La dieta effettivamente funzionò, ma da allora la donna non sentì più il bisogno di bere acqua.

A chi le chiede come vive una persona che non beve acqua, Narasamma risponde che la sua vita è scandita dalle regole dell’Ayurveda, un’antica forma di cura e prevenzione delle malattie ancora in uso in molte zone dell’India. L’anziana donna mangia solo riso, frutti secchi e nocciole, ogni giorno prega per almeno 5 ore, digiuna 10 giorni al mese e nei mesi più caldi indossa indumenti umidi per regolare la sua temperatura corporea.

I medici affermano che il corpo umano non può sopravvivere senza un’adeguata idratazione, ma ammettono che in alcuni rari casi, il nostro corpo è in grado di trovare “vie alternative” per potersi idratare.

Proprio per questo la donna sarà a breve studiata da alcuni medici che intendono capire come riesca a sopravvivere assumendo solo 2 tazze di caffè al giorno.

Questa storia è molto simile a quella di Jani Prahlad, l’uomo che non beve e mangia da anni.

Voi cosa ne pensate di queste persone? Credete sia tutta una farsa o credete nell’incredibile capacità del corpo umano di adattarsi a situazioni estreme?
(altro…)

Beve l’acqua del water per sembrare meno ubriaco

Un guidatore disperato ha deciso che era meglio bere l’acqua del water piuttosto che farsi ritirare la patente di guida. L’uomo in evidente stato di ubriachezza ha cercato di diluire la concentrazione alcolemica nel suo sangue diluendola con l’acuqa del gabinetto della centrale di polizia in cui si trovava per accertamenti sul suo stato.

Martin Newton, questo il suo nome, non si era fermato durante un blocco stradale della polizia, e dopo essere stato raggiunto dagli agenti era apparso ubriaco.

Gli agenti che lo avevano fermato sull’autostrada di Berwick avevano rilevato una concentrazione di 5 volte maggiore al limite consentito e avevano così deciso di trasportarlo alla stazione.

Qui si è consumato il disperato tentativo dell’uomo di apparire meno ubriaco di quello che era utilizzando però un escamotage poco furbo.

Dopo aver chiesto di andare in bagno, il signor Martin si è ritrovato chiuso all’interno di un gabinetto e la cosa più intelligente che gli è venuta in mente è stata quella di bersi tutta l’acqua dell’urinatorio convinto di poter risultare meno ubriaco.

La corte ha proibito all’uomo di guidare per 3 anni e ad una reclusione di 20 settimane. Dopo l’appello il giovane 27enne è stato rilasciato con la condizionale.