Cacciata dal parco acquatico a causa del costume “troppo piccolo”

Una donna è stata cacciata da un parco acquatico in quanto il suo bikini era troppo piccolo.

Cacciata dal parco acquatico a causa del costume "troppo piccolo" Madelyn Sheaffer aveva appena speso più di £100 per un nuovo costume da bagno da usare per andare al parco acquatico con la famiglia e gli amici. Una volta arrivata, però, due giovani ragazze le si sono avvicinate per dirle che il costume non la copriva abbastanza.

Madelyn ha chiesto di parlare con il direttore, che le ha risposto che avrebbe dovuto coprirsi di più, altrimenti avrebbe dovuto lasciare il parco.

Sento di essere stata discriminata sia a causa della mia età che del mio corpo; se mi guardo attorno vedo una manciata di altre ragazze con la metà dei miei anni della mia stessa taglia che indossano lo stesso tipo di costume senza essere costrette a doversi vestire di più o ad andarsene”, ha dichiarato la signora Sheaffer, che voleva sporgere denuncia.

La Polizia, nonostante fosse dalla sua parte, le ha sconsigliato di farlo, in quanto il direttore stava solamente “facendo il proprio lavoro”.

Squadra di calcio femminile chiede di poter giocare in bikini per attirare tifosi

Una squadra di calcio femminile in cattive condizioni finanziarie ha deciso di tentare il tutto per tutto per srisollevare le sorti della società, facendo giocare le proprie giocatrici in bikini e attirando in questo modo i tifosi allo stadio per vederle.

Le giocatrici dell’ FC Rossiyanka vicino a Mosca, in Russia, hanno promesso di giocare le prossime partite in bikini e hanno già realizzato un servizio fotografico in cui si fanno riprendere in pose sexy in un campo da calcio.

Squadra di calcio in bikini

L’allenatore della squadra, la signora Tayana Egorova afferma: “Siamo la miglior squadra femminile russa e abbiamo vinto moltissime competizioni e campionati. Rappresentiamo il nostro paese nell’UEFA Champion League, purtroppo però in pochi ci conoscono e durante le nostre partita non riusciamo a riempire lo stadio, così abbiamo deciso di fare scalpore per attrarre un po’ d gente e le prossime partite saranno giocate in bikini.

“Speriamo che questo contribuisca ad incrementare le vendite ai botteghini e che la nostra società possa raggiungere lo splendore delle squadre più famose maschili”

Solar Bikini

Bikini solare per ricaricare i vostri apparecchi elettrici

Il Designer americano Andrew Schneider ha lanciato sul mercato un bikini molto particolare che grazie a dei piccoli fili conduttori e delle piccole celle fotovoltaiche è in grado di produrre corrente elettrica e ricaricare così i vostri apparecchi elettronici mentre vi fate un bel bagno di sole.

Solar BikiniSolar Bikini

Schneider, 30 anni, afferma:”Ho utilizzato 40 piccoli pannelli fotovoltaici per ogni Bikini. Li ho collegati tra loro e li ho messi sopra ad un normale bikini. Ogni modello è prodotto per misurare e costare come un normale bikini realizzato da designer famosi, circa 200 dollari.

Il Bikini Solare, permetterà alle donne di connettere qualsiasi apparecchio digitale, tramite la porta usb collegata alle celle.

E il Solar Bikini non vi toglierà neanche il piacere di farvi un bel bagno, basterà infatti coprire per bene tutti cavi e sarete pronte per tuffarvi in piscina.

Anche se attualmente Andrew produce solo costumi da donna, non esclude che in un futuro non troppo lontano potrà realizzare costumi anche per gli uomini in grado di raffraddare una birra nelle calde giornate d’estate!

Sanziana Buruiana - Più tasse per i grassi

Sanziana Buruiana, la sexy modella Rumena entra in politica per tassare i grassi

Sanziana Buruiana è una modella Rumena di 26 anni. Il suo ingresso nel mondo della moda e dello Show Business avvenne nel 2003 quando vinse il titolo di Miss Playboy 2003, indetto dalla rivista stessa.

Sanziana Buruiana - Più tasse per i grassiDopo varie partecipazioni in programmi televisivi del suo paese e dopo aver collaborato con riviste del calibro di Maxim, Cox, Fanatic e FHM, la giovane modella bionda, ha deciso di realizzare il suo più grande sogno, quello di entrare in politica.

“Se sono riuscita ad entrare in questo mondo è perché ne ho le capacità e l’intelligenza.” – dichiara a chi le chiede della sua nuova professione.

E in effetti le sue intlligentissime proposte politiche non si sono fatte attendere, Sanziana ha già sollevato un polverone mediatico, dichiarando di voler mettere un tassa per tutti i cittadini in sovrappeso, per la precisione, 10 euro per ogni chilo oltre il limite.

Sanziana Buruiana - Più tasse per i grassiSanziana Buruiana - Più tasse per i grassi

Un’altra interessantissima proposta è quella di punire con il carcere chi decide di creare o raccontare barzellette sulle bionde.

“Quelli che prendono in giro noi bionde, meritano di andare in carcere” – dichiara la biondissima Sanziana.

Tra le altre leggi che la giovane politica vorrebbe mettere in atto: multe fino a 100 euro per tutti i partner infedeli, ma soprattutto l’obbligo per le guide turistiche ad essere modelle e in bikini.

Ma perché non ce l’abbiamo noi una donna così al parlamento? Sono sicuro che avrebbe un’affinità intellettuale perfetta con molti nostri politici.

Seattle: bariste in bikini, è boom dei sexy caffè

Bariste in bikini nei chioschi del caffè. L’idea di marketing più vecchia del mondo, ossia quella di attirare i clienti grazie a belle ragazze mezze nude, funziona ancora.

E’ proprio quello che sta succedendo a Seattle, la metropoli del caffè “made in Usa”, dove, per competere con la catena di caffetterie di Starbucks, diversi chioschi fanno servire espresso e cappuccino ad attraenti bariste in bikini.
I nomi di queste caffetterie sono abbastanza eloquenti: Cowgirls Espresso, Moka Girls, Bikini Espresso e The Sweet Spot Cafè, per citarne alcuni.
Lori Bowden, proprietario di Cowgirls Espresso che ha aperto il suo primo chiosco quattro anni fa all’ingresso del Silver Dollar Casino, è stato il pioniere della nuova tendenza. Grazie ai suggerimenti dei suoi impiegati, infatti, l’astuto businessman ha istituito i “bikini wednesdays”, dove, ogni mercoledì, le bariste servivano caffé indossando top aderenti e hot pants succinti, oppure direttamente biancheria intima.

Gli incassi sono passati da 200 dollari a 400 dollari nel giro di pochi mercoledì. Ecco allora che Bowden ha pensato di provare anche con i “fantasy fridays” e i “school girls thursdays”, così che i clienti potessero godersi la loro meritata tazza, accompagnata dalla vista di curve prorompenti a tema, ogni giorno.

Oggi, il chiosco incassa circa 800 dollari al giorno e le ragazze, oltre ad un minimo salariale, possono contare su circa 150 dollari di mance alla fine della lunga giornata di torrefazione. Finché il seno e il fondoschiena delle ragazze rimangonocoperti, non si infrange nessuna legge e i proprietari delle numerose sexy-caffetterie dichiarano di ricevere poche lamentele.

(Fonte Tiscali.it)