Social Tattoo (1)

Ragazza Olandese si fa tatuare gli avatar di 152 amici di Facebook sul braccio

Alcune persone si vantano del numero di amici su Facebook, ma quanti di loro arriverebbe al punto di tatuarsi tutti i loro volti sul corpo?

E’ quello che ha fatto una ragazza Olandese nato con il nickname di Suzyj87. La giovane donna si è recata allo studio Tattoo Dex a Rotterdam e ha chiesto alla tatuatrice di imprimergli per sempre sul braccio gli avatar dei suoi 152 amici su facebook.

Social Tattoo (1)Social Tattoo (2)Social Tattoo (3)

L’intero processo è stato ripreso con una telecamera e poi postato su youtube con il nome di Social Tattoo.

“Dopo mesi di lavoro, volevo mostrare a tutti il mio nuovo tatuaggio. Incredibile vero? Sono molto orgogliosa di averlo fatto. Spero che piaccia anche a voi.

E sul sito di condivisione video c’è chi si è chiesto se ne valga la pena tatuarsi per sempre la foto di persone che con tutta probabilità nel futuro non faranno parte della tua vita. Inoltre c’è chi si chiede cosa potrà mai fare Suzyj87 quando nuovi amici saranno aggiunti o rimossi dal suo profilo di Facebook.

L’idea di farsi un tatuaggio ispirato ai social network non è nuova. Un po’ di tempo fa, il noto rapper T-Pain si fece tatuare sul braccio la frase “You don’t have to ‘Like’ Me“, in riferimento al pulsante Like presente su Facebook.

Aggiornamento: grazie all’utente Marco, siamo venuti a conoscenza del fatto che la notizia è una trovata pubblicitaria e che il tanto decantato tatuaggio in realtà è solo un transfer che nel giro di pochi giorni va via. Mi scuso con tutti gli utenti per la notizia rivelatasi falsa e attendo con ansia che qualche pazzo prenda spunto e lo faccia davvero 🙂

Senza braccio

Muratore si presenta in ospedale con il braccio in una busta per farselo riattaccare

Un muratore Rumeno si è presentato alcuni giorni fa in ospedale portando con se una grossa busta gialla contenente al suo interno il suo stesso braccio.

Senza braccioSenza braccio

Miheal Ionescu si sarebbe presentato al pronto soccorso del St John hospital di Iasi in Romania con estrema pacatezza chiedendo ai medici che gli venisse riattaccato l’arto che aveva portato con se.

Secondo quanto appreso l’incidente sarebbe avvenuto mentre l’uomo si trovava sul posto di lavoro.

Dopo circa 12 ore di operazione fortunatamente i 9 medici chirurghi intervenuti per l’operazione, sono riusciti a riattaccare al 51enne di Falticeni il suo arto.

Il portavoce dell’ospedale, il signor Tudor Ciuhodaru ha dichiarato che l’uomo quando è arrivato in ospedale si trovava in evidente stato di shock, causa per il quale è riuscito a mantenere tutta quella calma. Ha anche aggiunto che Mihael ora si trova in terapia intensiva, dato che si tratta di uno dei casi più gravi mai trattati all’ospedale di Iasi, nonostante l’ospedale specializzato in questo tipo di operazioni, ne effettui già più di mille all’anno.