Mucca sale sul tetto

Un’impavida mucca si avventura sui tetti svizzeri

In Svizzera le mucche devono essere piuttosto annoiate se si ritrovano a doversi avventurare sui tetti delle case!

Mucca sale sul tetto

Vicino a Berna, capitale svizzera, è stata avvistata una mucca camminare sul tetto di una cascina; il ciclista Rolf Steiner, autore della foto riportata, è rimasto a dir poco basito di fronte alla scena e alla naturalezza dell’animale, che saliva e scendeva dal tetto senza il minimo problema.

“E’ una delle mie bestie più testarde, vuole sempre fare le cose a modo suo e non mi ascolta mai” ha spiegato Dieter Mueller, proprietario della fattoria e della mucca. “Se avesse voluto, sarebbe potuta rimanere lassù in eterno, nonostante i miei tentativi di convincerla a scendere”.

Il fattore esasperato deve ora affrontare le spese per la sostituzione di tutte le tegole rotte dall’animale, che probabilmente continuerà a salire sui tetti solo per fargli un torto.

L’uomo che fischia sempre: la corte gli impone di farlo solo mentre cammina

Robert Smith, l'uomo che fischia continuamente Robert Smith (Portland, Maine, USA) adora fischiare. Il 32enne crede sia un dono di Dio e non smette mai. Il suo fischiare, però, scatena varie reazioni da parte delle persone che gli passano vicino.

Alcuni negozianti e la Polizia di Portland non sono entusiasti del signor Smith, che negli ultimi anni è stato denunciato, arrestato e portato davanti alla corte per schiamazzi e molestie a causa del suo fischiare incessantemente.

Smith ha affermato che ha più volte litigato con la Polizia dicendo che non fa niente di male e che fischiare è un suo diritto: “Tutto quello che faccio è esprimermi liberamente”.
Un decreto di Portland però dice che fischiare è considerato un comportamento molesto ed è sanzionabile da $100 a $500.

Spesso la gente ipotizza che Smith fischi per motivi specifici ma non veritieri. “Ho sentito la cosa della droga. La cosa non mi turba”, risponde lui. “Vogliono solo dare una spiegazione a quello che faccio ogni giorno. Vogliono dare una risposta ad una cosa a cui non esiste risposta”.

Smith ora è libero di fischiare, ma ad una condizione: deve camminare mentre fischia. Quando entra in un negozio o si ferma ad aspettare al semaforo, quindi, deve smettere di fischiare.

Kidogo, il gorilla funambolo

Kidogo è un gorilla di 12 anni trasferito allo Krefeld Zoo in Germania lo scorso marzo, a causa dell’infertilità del precedente gorilla Massa. Prima si trovava allo Givskud Zoo, in Danimarca.
All’inizio aveva nostalgia di casa; sembrava disinteressato e non riusciva ad adattarsi, così hanno pensato di aggiungere una fune nella sua recinzione per farlo distrarre un po’. Sono stati tutti molto sorpresi quando, invece di appendersi alla corda, ha cominciato a camminarci sopra!

Il gorilla è diventato una sorta di artista ed è già stato paragonato all’acrobata Nik Wallenda, la prima persona che ha attraversato le cascate del Niagara camminando su una fune.
Kidogo (che tradotto dallo swahili significa “piccolo”) è soprannominato “Re Kodo” dai suoi custodi ed è in compagnia di due gorilla femmine, Muna di 23 e Oya di 24 anni.

Donna morta cammina

Il misterioso caso della donna morta che cammina nel villaggio dei Toraja, in Indonesia

Donna morta camminaSe pensavate che gli zombie fossero solo un’invenzione cinematografica per arricchire i botteghini, vi sbagliavate di grosso.

Questa storia arriva dall’Indonesia e per la precisione dal villaggio dei Toraja, antico gruppo etnico indigeno. Durante un rituale sacro, è stata scattata una foto in cui si vede una donna dalle sembianze di uno zombie, rimanere in piedi, sorretta per un braccio da un uomo.

Secondo la tradizione locale, ogni essere umano dopo la morte è in grado di trasformarsi in zombie e secondo antiche usanze, gli abitanti di questo villaggio avrebbero l’abilità di far camminare le persone morte.

Le antiche leggende dànno due spiegazioni a questo rito. La prima riguarda l’usanza di seppellire i morti nel proprio paese di origine. Purtroppo però molte volte le famiglie non hanno la possibilità di riportare a casa i propri cari. Per fare in modo che il morto possa tornare a casa quindi lo si riporta in vita e lo si fa camminare fino a casa.

La seconda teoria è quella che afferma che il morto impiega diversi anni prima di poter portare a compimento il suo percorso verso l’aldilà e che durante questo periodo è necessario preparare una sepoltura degna ai morti e che nel caso in cui la famiglia non possa permetterselo, è necessario preparare una sepoltura temporanea e poi solo una volta completata quella definitiva, risvegliare il morto e farlo accomodare nella nuova sistemazione.

morto che camminaUna marea di fesserie starete pensando. Beh, effettivamente sì.
Ma quale altre spiegazione dareste voi a questa foto che sta facendo il giro di internet?

Alcuni pensano si possa trattare di una foto modificata, altri invece pensano ad un’anziana donna malata. Quel che è certo è che l’effetto è sicuramente molto forte e il fatto che sembra stia camminando verso una bara rende il tutto molto spaventoso.

Voi cosa pensate possa essere?
AGGIORNAMENTO Nov 2013: vi consiglio di leggere i commenti per capirne un po’ di più.