Famiglia inglese vive al cimitero (3)

I Blatchford, la famiglia inglese che vive al cimitero

Sareste abbastanza coraggiosi da trascorrere un’intera notte all’interno di un buio e macabro cimitero? E se vi dicessi che è quello che fa tutti i giorni una famiglia inglese?

Jayne Stead e il suo partner Mike Blatchford non sembrano particolarmente preoccupati dalle tombe che li circondano, la loro casa a Southampton si trova infatti all’interno di un cimitero, in una cappella abbandonata.

“Quando abbiamo visto la casa per la prima volta le sue condizioni erano davvero pessime, c’erano tombe ovunque e statue raccapriccianti, ciò nonostante non ho mai avuto paura e ho sempre avuto una buona sensazione.” – ha dichiarato l’uomo ai giornali.

Mike, che di mestiere fa il carpentiere ha investito 100mila sterline e un anno intero di lavoro per ristrutturare e rendere bella la cappella e oggi nessuno di noi direbbe che un tempo quello che oggi è il soggiorno in realtà fino a poco tempo fa era la camera mortuaria del cimitero.

Famiglia inglese vive al cimitero (1)Famiglia inglese vive al cimitero (2)

Nonostante Mike e la moglie non siano superstiziosi però, gli stessi ammettono che da quando vivono nella nuova casa sono accaduti alcuni strani fatti: “Alcune volte mi capita di essere seduta sul divano e di avere l’impressione che di fronte a me ci sia qualcuno.” – racconta la signora Stead – “Un’altra volta invece abbiamo trovato il cane che abbaiava in un angolo della stanza verso il nulla, ma queste cose non mi fanno paura!”

E voi vivreste mai in una casa dove un tempo venivano riposti i morti in attesa di essere seppelliti?

Stanley, il bebè di 31 anni (1)

Uomo 31enne vive come se fosse un bebè tra seggioloni, culle e bavaglini

È un uomo di 31 anni proveniente dall’America , ma si comporta come se fosse un bebè, capricci annessi.

Stiamo parlando di Stanley Thornton, un uomo che ha passato gli ultimi 18 anni della sua vita comportandosi da bebè, indossando tutine e bavaglini e dormendo in culle extralarge.

Stanley, il bebè di 31 anni

Stanley, che afferma che la sua età preferità sono i 2 anni, afferma: “Mi sento come quando indosso il pannolone, è come un abbraccio perenne della propria madre. Mi piace recitare come se fossi un bebè ogni giorno. rappresenta una parte molto importante della mia vita, qualcosa che puoi fare andando a letto, penso che avere una culla sua la cosa più importante che si possa desiderare, le barre rappresentano la sicurezza ed è qualcosa che i bambini hanno quando stanno crescendo, sicurezza”

La casa di Stanley è completamente arredata come se fosse la casa di un bambino, non mancano infatti l’enorme seggiolone, le macchinine, il tappeto con le strade e i suoi pigiamoni e le sue tutine.

Tutto questo per un uomo alto 1.96 metri e del peso di 133 chilogrammi.

Stanley, il bebè di 31 anni (2)Stanley, il bebè di 31 anni (3)

L’uomo è apparso recentemente sul canale TLC durante una puntata del programma ‘My Crazy Obsession’, se qualche baby sitter fosse interessata, è anche alla ricerca di una mamma a tempo pieno, ma assicura: “Non c’è alcun doppio fine erotico in tutto ciò!”

Uomo scava per ore per riuscire a trovare la sua casa sommersa dalla neve in Romania

neve scavaAnche la Romania come l’Italia è stata sommersa da un’eccezionale ondata di maltempo e in particolare la neve ha creato fortissimi disagi per la viabilità e le comunicazioni con alcuni paesi isolati.

Tra i tanti casi di disagio maltempo fa sicuramente sorridere il caso di questo uomo Rumeno che dopo essere tornato a casa in seguito alle abbondanti nevicate, ha dovuto scavare per parecchie ore prima di riuscire a trovare l’ingresso della sua casa, sommerso da più di 3 metri e mezzo di neve!

Nel video potete rendervi conto della situazione. Un tunnel ora accompagna le persone fino all’ingresso. Incredibile!

HIV-infected-needles

Medico brasiliano spaventa i ladri con aghi infetti sulle inferriate

HIV-infected-needles

Alcuni ingaggiano personale di sicurezza, altri si affidano alle telecamere di sorveglianza e altri ancora usano cani da guardia ma sicuramente nessuno prima d’ora aveva mai osato tanto per combattere i furti.

Un’anonima ortopedista femminile brasiliana della città di Sobradihno ha infatti deciso di tenere i ladri lontano dai suoi averi montando degli aghi infetti con HIV lungo tutto il perimetro della la casa.

Un po’ come si fa spesso per tenere lontano gli animali, il medico pensa che questo possa essere una buona soluzione contro i continui furti che la vedono coinvolta ormai da mesi.

Ad avvisare i ladri del pericolo ci pensa un cartello scritto a mano che recita: “Muro con sangue HIV, non saltare!”

Le siringhe infette sono state posizionate il 18 Agosto, ma già pochi giorni dopo, in seguito ad alcune lamentele dei suoi vicini di casa, la donna è stata costretta a toglierle e ora rischia anche che gli venga ritirata la licenza di medico per aver usato materiale contaminato prelevato dall’ospedale nel quale lavora.

Struzzo

Rubano uno struzzo, lui scappa e torna a casa a 60km/h

StruzzoUno struzzo rubato da una fattoria Rumena a Pitesti ha dimostrato tutta la sua astuzia scappando a gambe levate come il suo parente Beep Beep a 60 chilometri orari.

Il grosso uccello nativo dell’Africa è famoso per le sue abilità di corsa, ma evidentemente i suoi rapitori non erano ben informati sull’animale che  stavano rubando e il povero struzzo è scappato riuscendo nella straordinaria impresa di tornare a casa dal suo padrone.

Florin Diaconescu, 47 anni si è detto molto sorpreso del fatto che il suo animale sia tornato a casa.

Pensavo che non l’avrei mai più rivisto, poi però ho visto una grossa scia di polvere ed è rientrato nel suo recinto correndo più veloce del vento!

Compra casa e trova la vecchia padrona morta all’interno

LisbonaDoveva essere uno dei momenti più belli della sua vita, finalmente una casa nuova, tutta sua e invece quello di un giovane donna si è trasformato in uno dei peggiori incubi.

Credeva di entrare per la prima volta nell’appartamento e respirare finalmente l’aria di casa; mai si sarebbe aspettata di trovare invece una persona morta nella cucina e un odore di putrefatto diffuso in tutto l’appartamento.

L’incredibile notizia arriva da Lisbona, in Portogallo. La signora Augusta Martinho viveva da anni sola con il suo cane nella casa fino a quando nel 2002 scomparve improvvisamente e non fu più ritrovata.

I vicini all’epoca chiamarono gli agenti di polizia che però dichiararono di non essere riusciti a sfondare la porta di ingresso (cosaa?). Tutti si erano convinti che l’anziana 88enne si fosse potuta suicidare da qualche parte o fosse morta per un incidente.

Fino a quando lo scorso anno la casa è stata messa in vendita all’asta e acquistata da una giovane donna di cui non è noto il nome.

Il cadavere giaceva in cucina con a fianco il suo cane morto di stenti. I soccorsi sono giunti immediatamente e hanno identificato il cadavere che si è rivelato essere quello della signora Martinho.

Non è chiaro se l’acquirente della casa abbia rinunciato all’acquisto o meno, ad ogni modo questa storia è inquietante.

Gli demoliscono la casa per errore mentre si trova in vacanza

No houseIl sogno di una vita ridotto in frantumi, letteralmente. E’ accaduto al signor Andre Hall di Pittsburgh dopo che gli è stata abbattata la casa mentre si trovava in vacanza per il fine settimana.

Il giovane uomo aveva comprato la casa da poco per se, la sua compagna e i suoi bambini.

Tutto è cominciato con un mandato di demolizione per due case una affianco all’altra il 3 Novembre. Successivamente però, Andre aveva acquistato una delle due abitazioni facnedo richiesta che la sua abitazione non fosse buttata giù.

“E’ un sogno che va in frantumi” – racconta affranto – “Avevo sempre sognato una casa a Pittsburgh. Perchè hanno demolito la casa? Non possono non aver visto che avevo cambiato tutti gli infissi. per non parlare del fatto che ho una lettera inviata all’ispettore in cui chiedevo la revoca dell’abbattimento.”

Il sindaco della città intanto scarica tutte le colpe sull’ispettore e afferma che non verranno più affidati contratti alla sua società. L’addetto alla vendite intanto ha deciso di non commentare l’accaduto. Nel frattempo la famiglia del signor hall continuerà a vivere nel monolocale alle porte della città.

Assolutamente assurdo!

Neve dentro la casa

Vanno via per 2 giorni e una bufera riempie la casa con 15 cm di neve

Neve dentro la casaA nessuno piace spalare la neve dal proprio vialetto o dal marciapiede di fronte a casa, ma cosa fareste voi se invece che nel vialetto, 15 centimetri di neve si impossessassero letteralmente di tutta la vostra casa?

E’ quello che è successo alla casa di una coppia nello Iowa mentre si trovava invacanza per un paio di giorni.

“Eravamo via da un paio di giorni per far visita a nostra figlia a Chicago e così avevamo chiesto al fratello di mio marito, Jim, di andare a casa per controllare che il riscaldamento stesse funzionando e che il cane che avevamo lasciato in garage stesse bene” – racconta Betty Ehlers” – “Mai ci saremmo aspettati che una tempesta di neve aprisse la porta d’ingresso e riempisse tutta la casa con 15 centimetri di ghiaccio.”

Neve dentro la casaNeve dentro la casaPer fortuna in loro soccorso si sono messi all’opera Jim e la moglie che hanno impiegato un’intera mattinata a ripulire tutte le stanze mentre i coniugi Ehlers tornavano precipitosamente a casa.

Incredibilmente la bufera di neve non ha causato danni all’abitazione e la coppia sollevata non può far altro che raccontare ad amici e parenti la brutta disavventura mostrando le foto realizzate da Jim.