Gabi Jones - Le vengono gli orgasmi quando mangia

Gabi Jones – Il cibo spazzatura le fa venire gli orgasmi

Gabi Jones - Le vengono gli orgasmi quando mangiaGabi Jones è una ragazza proveniente dal Colorado che pesa più di 223kg e che ama così tanto magiare al punto da provare piaceri tipicamente sessuali come l’orgasmo!

La 25enne soffre di una malattia chiamata Sindrome da eccitazione sessuale persistente e nel suo caso tale disturbo si manifesta durante i pasti, quando mangia molto o quando mangia cibi che le piacciono molto.

Dopo aver mangiato gelati, pizze e torte Gabi raggiunge l’orgasmo.

Le persone che soffrono di questa malattia purtroppo devono combattere costantemente con i problemi che un eccitazione persistente comporta. I peggiori casi mai registrati arrivano anche a 300 orgasmi al giorno.

La prima volta che ho notato qualcosa di strano stavo mangiando del gelato. I miei amici credevano che stessi scherzando, io invece mi sono sentita confusa anche se ero certissima di quello che mi era accaduto.

Negli ultimi 5 anni Gabi è ingrassata di quasi 100kg mangiando per soddisfare la proprio eccitazione.

Gabi Jones - Le vengono gli orgasmi quando mangiaGabi Jones - Le vengono gli orgasmi quando mangia

In questa sfortuna però la ragazza è riuscita a trovare un lato positivo e ha deciso di aprire un sito web erotico fetish (a mio modo di vedere idea un po’ squallida), in cui le persone possono pagare per vederla mangiare e avere degli orgasmi.

Alla pazzia non c’è mai fine!

Non è la prima volta che parliamo di questa sindrome a soffrirne sono anche Amanda Flowers che ne soffre da quando è caduta dalla Wii. Sarah Carmen, la ragazza con 200 orgasmi al giorno o ancora Ellie Allen, che ne raggiunge 250.

Bolsi. la bambina allergica al cibo

Bambina allergica alle proteine non può più mangiare

Bolsi. la bambina allergica al ciboBorsi Batki è una bambina Ungherese nata con una rara condizione metabolica, il che significa che il suo corpo non può assumere proteine.

Anche il meno esperto può capire che in questo modo Borsi è impossibilitata a mangiare praticamente ogni cosa. I suoi pasti sono costituiti per la maggior parte da una pasta speciale realizzata con succo di pomodoro, mentre per sopperire alla mancanza di proteine Borsi deve assumere un supplemento speciale sei volte al giorno.

Il corpo della piccola non può digerire gli amino acidi che si trovano in quasi tutti i cibi ricchi di proteine. La sua malattia si chiama Fenilchetonuria e se non diagnosticata nei tempi giusti può provocare danni irreparabili al cervello, ritardo mentale e il blocco della crescita.

I medici si accorsero della malattia quando Bolsi aveva 6 anni, durante un test di routine.

Allergica al ciboSolo un bambino su 15.000 nasce con questa condizione causata da una mutazione genetica, il che significa che per quanto possa essere una malattia rara esistono moltissime persone nella stessa situazione di Bolsi.

La mamma della bambina, la signora Maria, 37 anni, afferma: “Durante le festicciole mia figlia soffre quando vede i suoi amici che mangiano le torte, a volte piange, capisce la situazione ma è difficile da affrontare, soprattutto alla sua età. I periodi peggiori sono la Pasqua e il Natale, quando si mangiano moltissimi dolci.”

Curiosità sul Cibo

23 curiosità sul cibo

Curiosità sul Cibo

  1. Il latte al cioccolato è stato inventato da Daniel Peter, che vendette la sua invenzione al vicino di casa Henri Nestlè. (A chi è convenuto di più?)
  2. Un chilo di cioccolato contiene circa 700 milligrammi di caffeina.
  3. Tre quarti del pesce che viene pescato, viene regolarmente mangiato, il restante quarto viene utilizzato per creare colla, sapone, margarina e fertilizzanti.
  4. Nel settembre 1999 Dustin Philips riuscì a bere 400 ml di succo di pomodoro in appena 33 secondi, realizzando un nuovo guinness dei primati.
  5. Per realizzare un chilo di miele, le api devono visitare 4 milioni di fiori e viaggiare per una distanza uguale a 4 volte la circonferenza della terrà
  6. Secondo la botanica, la banana è un’erba e il pomodoro un frutto.
  7. Sempre riguardo questi due frutti, la banana è il secondo frutto più popolare dopo il pomodoro. Nei paesi occidentali, questi 2 prodotti possono raggiungere il 3% della spesa complessiva annuale di una famiglia.
  8. Esistono più di 10mila varietà di pomodori.
  9. Gli apri-scatole furono inentati solo 48 anni dopo l’invenzione delle scatole stesse.
  10. In tempi non troppo lontani, lo zucchero era un bene di lusso e arrivava a costare anche 10 volte più del latte.
  11. Il 90% dei pesci catturati in mare apartiene all’emisfero a nord dell’Equatore, quello Boreale.
  12. Il vino è confezionato in bottiglie scure per evitare che la luce lo possa danneggiare.
  13. Una sola carota fornisce il 200% del fabbisogno giornaliero di vitamina A per una persona.
  14. Le carote hanno lo 0% di grassi.
  15. Si narra che il Tè sia stato scoperto per caso nel 2737 Avanti Cristo da un imperatore cinese, quando una piantina caddè accidentalmente in un pentolone contenente acqua bollente.
  16. Il primo Europeo a scoprire il Tè fu il Portoghese Jesuit Jasper nel 1570.
  17. Il Tè freddo fu introdotto per la prima volta nel 1904 all’Expo di Saint Louis.
  18. Negli anni 50′, l’80% delle galline era libero di muoversi per le strade dei paesi. Negli anni 80′ la percentuale si è ridotta all’1%, oggi è tornata al 13%.
  19. Gli americani mangiano il doppio della carne rispetto agli europei. Circa 50 kg all’anno pro capite.
  20. L’allevamento di bestiame provoca un quinto di tutti i gas serra presenti sul nostro pianeta.
  21. La Pepsi-Cola, a differenza della Coca-Cola, fu inventata fin da subito come digestivo e bevanda energizzante.
  22. I cinesi realizzano 45 bilioni di bacchette all’anno, per la loro realizzazione è necessario abbattere ogni anno 25 milioni di alberi.
  23. I meloni sono costituiti al 97% acqua, così come la lattuga. I pomodori raggiungono il 95%, le carote il 90% e il pane il 30%.
Prahlad Jani - Non mangia e beve da 73 anni

Non mangia da 74 anni, il mistero del santone Indiano fa discutere

Prahlad Jani - Non mangia e beve da 73 anniPremetto che a mio parere ogni volta che si parla di abilità e imprese da parte di santoni si parla di mega bufale o imbrogli.

Il supereroe di cui voglio parlarvi oggi si chiama Prahlad Jani, ha 82 anni e afferma di vivere da 74 anni senza bere ne mangiare.

Il miracoloso uomo proviene dallo stato di Gujarat in India e passa la maggiorparte del suo tempo nel tempio di Ambaji dove pratica un’antichissima tecnica di meditazione chiamata Breatharianismo che permette a chi la conosce di poter sopravvivere a tempo indeterminato nutrendosi esclusivamente di aria e luce.

Questa fantomatica tecnica è stata più volte studiata da scienziati e medici e lo stesso Prahlad è stato più volte sottoposto a controlli medici e a osservazioni prolungate per verificare se effettivamente rimanesse digiuno senza però mai giungere a conclusioni che togliessero ogni ombra di dubbio sul caso.

Il santone afferma di aver apreso questa tenica all’età di 8 anni per volontà di una divinità.

I medici indiani che hanno studiato il caso affermano che l’uomo è in perfette condizioni di salute sia mentali che fisiche e che è in grado di rimandare in circolo i liquidi presenti nella vescica utilizzando la sola forza di volontà.

Prahlad Jani - Non mangia e beve da 73 anniIntanto però alcuni medici tra cui l’italiano Alberto Battezzati, docente di Nutrizione presso l’Università degli Studi di Milano il quale afferma che sopravvivere in tali condizioni senza mangiare nè bere è presosche impossibile.

Eppure c’è chi giurerebbe di averlo controllato per giorni interi senza averlo mai visto toccare cibo o un bicchiere d’acqua.

Probabilmente il misterò rimarrà tale per molto tempo ancora.

Pica

Pica, l’irrefrenabile bisogno di mangiare oggetti non commestibili

PicaNel 2002 un anziana signora di 62 anni Francese con alla spalle una lunga storia di disturbi psichici, si presentò all’ospadale lamentandosi di forti dolori allo stomaco. Una lastra mostrò che la signora aveva ingerito 5 kg di monete, collane e aghi. Il suo stomaco non ha retto sotto il peso degli oggetti ingeriti ed è crollato fino ai fianchi. La donna è morta durante l’intervento chirurgico per la rimozione degli oggetti ingeriti.

Nel 2000 il signor Edward Cape, 33 anni di Manchester affetto da autismo morì in seguito a complicazioni causate dall’ingestione di 10 bottoni, una puntina, pezzi di catena, ossa e un’enorme quantità di gomma piuma.

Pica è una rara e strana malattia psicologica che porta chi ne è affetto ad avere un’irrefrenabile bisogno di ingerire oggetti e cose non commestibili, soprattutto acciaio, metalli, carta, terra, carbone.

Uno studio americano rivela che il 25% delle persone affette da problemi psichici ha anche sofferto di Pica. Questa percentuale sale al 60% se si prendono in considerazione solo gli autistici.

La Pica molto spesso è il sintomo di un problema psichico differente. Esistono due tipologie per questa malattia: la prima è quella che porta chi ne soffre ad avere bisogno di ingerire oggetti non commestibili. la seconda invece, forse meno pericolosa, porta le persone ad ingerire sostanze commestibili ma non adatte ad essere ingerite, ad esempio il caffe macinato, le spezie, le bucce gli scarti di cucina.

Purtroppo una volta che ci si ammala di questa malattia è difficile guarire.