Dipendente da Coca-Cola Light, spende £3.000 all’anno

Una donna di Ellesmere Port (Cheshire, UK) è dipendente dalla Coca-Cola Light e spende £3.000 all’anno per acquistarne decine di litri alla settimana.

Dipendente da Coca-Cola Light

Jakki Ballan, 42 anni, ha cominciato a bere Coca-Cola Light quando era ancora una teenager, nel pub dei suoi genitori; da quel momento non ha più smesso.

Jakki ne beve in media otto litri al giorno ma è capitato che ne bevesse anche il doppio, ben sedici litri. La sua è una vera e propria dipendenza in quanto se non ne beve almeno ogni 40 minuti le viene il mal di testa.

“Non riesco a stare più di 40 minuti senza Coca. Non riesco a smettere, ci ho provato”, ha confessato la donna, aggiungendo: “Ho bisogno di aiuto specialistico“.

Defece nella bibita del compagno

Defeca nella bibita del compagno di classe, lui non se ne accorge e la beve

Defece nella bibita del compagnoIl suo legale lo definisce uno scherzo goliardico, il giudice e la vittima però non la pensano allo stesso modo.

Un ragazzo 17enne di Haddon Township in New Jersey, ha ammesso di aver defecato nella bibita del compagno quando quest’ultimo non era presente.

Lo scherzo di cattivo gusto (in tutti i sensi) è avvenuto in classe nella scuola frequentata dai due ragazzi.

La vittima non accortasi dello scherzo avrebbe bevuto la coca-cola nel bicchiere, sputandola solo dopo essersi accorto delle risate dei compagni.

La vicenda si è conclusa in tribunale. L’autore dello scherzo è stato accusato di inquinamento alimentare ai danni del coetaneo ed è stato condannato dal giudice  a 200 ore di servizi sociali e alla stesura di un tema di almeno 1000 parole in cui dovrà spiegare perché è poco raccomandabile ingerire le feci altrui. Ma anche le proprie!

(altro…)

Ecco la bevanda mangia-calorie: Enviga!

enviga

Il drink, ideato da Coca Cola e Nestlè, avrà tre sapori: tè verde, fragole e pesca. Alla base del prodotto l’effetto calorico negativo

Arriva negli Usa la prima bevanda ‘mangia-calorie’. Frizzante, con le bollicine, in tre gusti diversi tra cui scegliere, simile in qualche modo alla Coca Cola. Ideato da una partnership proprio tra Coca-Cola e Nestlè, il drink Enviga avrà tre sapori: tè verde, fragole, pesca. Il premio per chi consumerà tre lattine al giorno è una perdita netta tra le 60 e le 100 calorie.

Il prodotto è stata creato da un gruppo di scienziati in Svizzera e contiene estratti di foglie di tè verde e caffeina: la miscela dovrebbe accelerare il metabolismo e fare scattare il cosiddetto ‘effetto calorico negativo’. «È il perfetto frutto della combinazione tra scienza e natura», ha commentato Rhona Applebaum, capo ricercatrice della Coca Cola. A provare per primi la bevanda saranno i newyorchesi: arriverà sugli scaffali dei supermercati e dei bar della Grande Mela il 6 novembre. Poi toccherà al New Jersey e a Filadelfia e alla Pensylvania. Il resto dell’America dovrà aspettare gennaio per avere il drink a disposizione. Dopodiché la bevanda sarà disponibile in America Latina, Europa e Asia. Il costo per lattina sarà modesto, oscillerà tra 1,29 e 1,49 dollari, un pò di più di una Coca.