Colleziona 5000 reggiseni, vuole aprire un museo (2)

Uomo cinese colleziona 5000 reggiseni, vuole aprire un museo

Un uomo cinese ha intenzione di aprire il primo museo di reggiseni al mondo dopo averne collezionati 5.000 negli ultimi vent’anni.

Colleziona 5000 reggiseni, vuole aprire un museo (2)

L’operatore sanitario Chen Qingzu, 45 anni e proveniente dalla provincia di Hainan (Cina), non solo ha una collezione di reggiseni con oltre 5.000 pezzi ma vuole addirittura raddoppiarla prima di aprire il museo.

Colleziona 5000 reggiseni, vuole aprire un museo (1)Il lavoro del signor Qingzu è quello di raccomandare sempre alle persone di fare check up frequenti ma è sempre stato particolarmente interessato alla salute delle donne, in particolare a quella dei loro seni.

“Molti dei reggiseni mi sono stati donati da ragazze universitarie dopo aver fatto visita nelle loro sedi per parlargli della salute del proprio seno”, ha detto il signor Qingzu.

“Alcuni dei miei amici pensano che il mio hobby sia un po’ strano ma secondo me non lo è affatto. Tutte le donne indossano reggiseni quindi voglio aprire un museo dedicato a loro con in esposizione tutti i tipi di taglie e di colori. I reggiseni riflettono i cambiamenti nella società negli ultimi 20 anni e spero che possa trasparire il messaggio di salute del seno e prevenzione del cancro nelle persone che lo visiteranno”.

Il consiglio locale sta attualmente considerando di donare un edificio che potrà ospitare il museo, in cui l’entrata sarà gratuita.

Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

Harry Sperl, il più grande fan degli hamburger

Per il 57enne Harry Sperl (Daytona Beach, Florida) gli hamburger non sono solamente dei panini ma anche la rappresentazione della cultura popolare americana, che merita addirittura un reliquiario.

Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

“Hanno un buon sapore, sono belli e gli hamburger sono un’icona degli Stati Uniti d’America”, ha detto Sperl, che negli ultimi 23 anni ha collezionato centinaia di gadget al suo “Burgerbilia”, il primo – e unico – museo di hamburger, situato a casa sua.

Harry, il più grande fan degli hamburger (4)Harry ha arredato la sua casa interamente a tema: ha una lampada a forma di cheesburger, un telefono e addirittura un letto con piccoli cuscini a forma di hamburger. Per non parlare dei tappeti con i disegni, un carillon, gomme, orologi, vassoi e calamite.

La sua passione è iniziata quando ha acquistato alcuni oggetti a forma di hamburger in un negozio di giocattoli; da quel momento non solo ha cominciato a collezionare oggetti per il suo Burgerbilia (che ha trovato in vari mercatini e mercati delle pulci) ma ha anche progettato uno dei suoi orgoglio più grandi: la Hamburger Harley, un triciclo a motore con le ruote a forma di cipolla e le manopole a forma di sottaceti.

Nonostante sia tedesco, Harry ama tutto dell’America: “Amo il clima, il sole, la spiaggia, l’oceano, lo stile di vita americano, il modo di vivere americano”… e il cibo, naturalmente, anche se ha ammesso di avere qualche problema di colesterolo.
In futuro spera di ingrandire il suo museo personale aprendone uno vero e proprio, in modo che tutti possano ammirare la sua unica collezione.

Harry, il più grande fan degli hamburger (1) Harry, il più grande fan degli hamburger (2) Harry, il più grande fan degli hamburger (5)

Divide la stanza con più di 300 animali esotici

Ragazzo di 16 anni divide la stanza con più di 300 animali esotici

Un ragazzino inglese di 16 anni colleziona da anni animali esotici e ora è arrivato ad averne più di 300.

Divide la stanza con più di 300 animali esotici Liam Andrews (Desborough, Northamptonshire) ha sempre detto di preferire gli animali alle persone; non invita spesso amici a casa ma divide la stanza con tantissime bestiole tra cui 12 tarantole, 8 serpenti e 5 scorpioni letali, oltre ad una serie di lucertole, rane e uccelli.

Ama così tanto i suoi animali che li porta con sé anche per i negozi, oppure quando guarda la TV, mettendosi i serpenti attorno al collo.

“Ho circa 60 rettili e altri animali esotici che dormono con me nella mia stanza; fortunatamente nessuno di loro è mai scappato”, ha detto Liam.
“Non credo che molte ragazze apprezzerebbero i ragni che ho quindi non le invito a casa”.

I genitori di Liam non sono contrari a questa sua passione, nonostante ci sia stato qualche piccolo “incidente” a casa; una volta il papà, Nigel, si è trovato davanti a due sepenti che si stavano accoppiando.
“Sono morto di paura quando sono andato in bagno, mi sono seduto e avevo davanti questi due serpenti che mi guardavano”, ha spiegato.
“Ma Liam ama i suoi animali e malgrado le nostre riserve io e sua madre lo supportiamo“.

Colleziona immagini di donne che fanno sesso con animali

Colleziona immagini di donne che fanno sesso con animali

Nella collezione di immagini porno di un uomo sono state trovate 405 foto di donne che fanno sesso con animali, inclusi cavalli, cani, un serpente, una tigre e un elefante.

Colleziona immagini di donne che fanno sesso con animali Stephen Thresh, 47 anni, non è interessato al sesso tra uomini, ma ha dichiarato alla Polizia che non ha alcun disturbo.

Ma la notizia più incredibile è che, il signor Thresh, dopo aver visualizzato un messaggio falso che diceva “Law enforcement authorities are have been informed” (“Le forze dell’ordine sono state informate”), comparso sul monitor ricercando sul web siti pornografici con animali, è andato dalla Polizia a chiedere spiegazioni, portando con sé il suo computer.
La Polizia ha controllato il PC e ha trovato le immagini; il signor Thresh, di Lee Street (Hull, UK), ha ammesso di essere in possesso di immagini pornografiche estreme.

Pensava che la Polizia lo stesse controllando ma è stato solamente vittima di un virus di internet“, ha dichiarato l’ufficiale Dc Adrian Adamson. “La cronologia di navigazione mostra la natura del suo interesse. Non siamo riusciti a capire se la tigre nella foto fosse viva o magari sotto sedativo ma l’elefante sembrava essere vivo”.