Attraversa l'Australia a piedi vestito da Stormtrooper

Attraversa l’Australia a piedi vestito da Stormtrooper

Il 47enne Scott Loxley ha impiegato più di un anno per attraversare l’Australia travestito da Stormtrooper, ovvero uno dei celebri soldati dell’Impero della saga di Guerre Stellari.

Attraversa l'Australia a piedi vestito da Stormtrooper

Da quando ha cominciato, il 2 novembre dello scorso anno, ha camminato per oltre 9mila chilometri, senza fermarsi e senza alcun supporto, partendo da Melbourne e raggiungendo la desertica regione Nullarbor Plain, Darwin e molte altre località sparse nell’isola. (altro…)

Inventano il costume Game Boy con cui si può giocare davvero

Inventano il costume Game Boy con cui si può giocare davvero

Inventano il costume Game Boy con cui si può giocare davvero Halloween è sempre una scusa per travestirsi nelle maniere più bizzarre ma per alcuni è anche un modo per trovare costumi davvero ingegnosi; è il caso di due ragazzi che hanno inventato il costume Game Boy Color, con cui si può giocare davvero.

Il video è stato caricato su YouTube e mostra i due amici, uno vestito da Game Boy e l’altro che ci gioca, tenendo le mani dell’amico in cui ci sono i controller e guardando lo schermo all’altezza del petto.

Di sicuro essere vestito da Game Boy o giocare a Pokémon Blu sull’amico non avrà attirato le ragazze della festa ma per tutti i nerd del mondo è sicuramente una trovata geniale!

Cacciata dal parco acquatico a causa del costume “troppo piccolo”

Una donna è stata cacciata da un parco acquatico in quanto il suo bikini era troppo piccolo.

Cacciata dal parco acquatico a causa del costume "troppo piccolo" Madelyn Sheaffer aveva appena speso più di £100 per un nuovo costume da bagno da usare per andare al parco acquatico con la famiglia e gli amici. Una volta arrivata, però, due giovani ragazze le si sono avvicinate per dirle che il costume non la copriva abbastanza.

Madelyn ha chiesto di parlare con il direttore, che le ha risposto che avrebbe dovuto coprirsi di più, altrimenti avrebbe dovuto lasciare il parco.

Sento di essere stata discriminata sia a causa della mia età che del mio corpo; se mi guardo attorno vedo una manciata di altre ragazze con la metà dei miei anni della mia stessa taglia che indossano lo stesso tipo di costume senza essere costrette a doversi vestire di più o ad andarsene”, ha dichiarato la signora Sheaffer, che voleva sporgere denuncia.

La Polizia, nonostante fosse dalla sua parte, le ha sconsigliato di farlo, in quanto il direttore stava solamente “facendo il proprio lavoro”.