Donna nuda rimasta incastrata nel camino dell'ex fidanzato

Donna nuda rimasta incastrata nel camino dell’ex fidanzato

Una 35enne californiana è stata salvata dai vigili del fuoco dopo il suo vano tentativo di calarsi nuda nel camino della casa dell’ex fidanzato.

Donna nuda rimasta incastrata nel camino dell'ex fidanzato
È successo a Woodcrest, in California: intorno alle cinque di mattina del 3 gennaio, un uomo è stato svegliato da pianti e grida provenienti dal suo camino.

Si era immaginato di tutto fuorché trovare la sua ex fidanzata incastrata dentro: la donna infatti, dopo aver fallito i numerosi tentativi di forzare l’ingresso della casa, ha pensato bene di calarsi dal camino, largo 30 cm, probabilmente per fare una bella sorpresa all’uomo.

La sorpresa c’è stata, certo, ma diversa dalle aspettative.

Rapido l’intervento dei vigili del fuoco che, dopo ben due ore di lavori, si sono visti costretti a rompere il camino per estrarla piena di fuliggine e ferite.

Madre di tre figli, è stata trasportata subito in ospedale e dimessa dopo qualche giorno.

Solo pochi mesi prima, sempre in California, un’altra donna si era calata, in puro stile Babbo Natale, in un camino di un uomo che aveva frequentato per pochi giorni: stessa storia e stesso epilogo, con un camino rotto e un uomo spaventato dalle intenzioni della donna – praticamente sconosciuta.

Ex rivuole un mese di sperma

Si lasciano, ma lui rivuole il suo sperma

Capita a chiunque di lasciare una persona un tempo cara, ma sicuramente è meno probabile che quest’ultima rivoglia indietro un mese di sperma.

Ex rivuole un mese di sperma

I protagonisti della bizzarra vicenda sono due 30enni cinesi, il signor Fu e la signorina Yuan, il quale rapporto è stato piuttosto breve e turbolento: a quanto sembra, dopo pochissimo tempo lui voleva convivere con la donna ma lei ha rifiutato, subendo perciò la sua ira. (altro…)

Mette una scultura di un dito medio davanti la finestra della ex

Compra la casa accanto a quella della ex moglie e mette una scultura di un dito medio davanti la sua finestra

Alan Markovitz, il proprietario di uno strip club di fama a Detroit, ha recentemente acquistato una gigante scultura raffigurante una mano che fa il dito medio nella sua casa di Orchard Lake… dedicata ai vicini di casa, ovvero la ex moglie e il suo nuovo compagno, con cui aveva iniziato una relazione quando ancora era sposata con l’impresario.

Mette una scultura di un dito medio davanti la finestra della ex

Secondo i media, il 59enne avrebbe comprato la casa accanto a quella della ex moglie – dicendo fosse solo una coincidenza – e speso $7,000 per la scultura di 3 metri e mezzo posizionata proprio davanti una delle finestre della ex moglie, che viene anche illuminata la sera, giusto per non fargliela mai dimenticare.

“Non provo più niente per lei. È per lui”, ha detto Markovitz.

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorio

Si traveste da lottatore di sumo e aggredisce la ex fidanzata

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorioE’ accaduto a Dublino, una donna vestita con un abito da Sumo gonfiabile è entrata nel locale nel quale si trovava la sua ex-ragazza e l’ha aggredita con una bottiglia di Vodka Smirnoff Ice che teneva nascosta all’interno del buffo travestimento.

Adrienne Martin si trovava con alcuni amici ad una festa in maschera al George Pub, uno dei più famosi gay bar di Dublino, quando la sua ex ragazza Sandra Talbot è apparsa vestita da lottatore di sumo e l’ha aggredita in seguito a quasi un anno di continue gelosie.

Secondo quanto appreso dai giudici, l’aggressione sarebbe nata dopo che la vittima avrebbe ammiccato ad un uomo travestito da barretta di Snickers.

Sandra avrebbe colpito alla testa Martin con la bottiglia, dopo che già nel pomeriggio le due avevano avuto una violenta discussione verbale.

In seguito all’aggressione i gestori avrebbero scortato fuori dal locale la donna, chiedendole di sgonfiarsi un po’ il costume in modo tale da passare dalla porta.

Durante l’udienza dal giudice, Adrienne avrebbe affermato di soffrire ancora di forti dolori e di crisi di panico dovute all’aggressione.

Da parte sua invece Sandra nega ogni sorta di contatto fisico, dichiarandosi innocente e affermando che Adrienne le avrebbe rovinato la vita.

La corte ha sentenziato che Sandra dovrà pagare 400 dollari per l’aggressione ai danni della sua ex fidanzata.