A 21 anni si comporta come una neonata bevendo dal biberon e indossando il pannolino

Jess, 21 anni è una giovane donna proveniente dalla Florida, beve dal biberon, indossa il pannolino e dorme nella culla.

Questo suo strano modo di comportarsi è frutto di un abuso che la ragazza ha avuto quando aveva appena 2 anni e a quanto afferma, comportarsi da neonata la aiuta ad affrontare il trauma.

Jess - 21 anni si comporta come fosse una bambina

Al suo fianco nella vita di tutti i giorni c’è David, il suo fidanzato 24 enne che ha come in un film perverso ha accettato di prendersi cura di Jess come fosse sua figlia.

Il loro rapporto è quello tipico di dominazione-sottomissione, molto comune nel sadomaso, ma Jess assicura che lei e il fidanzato non hanno mai fatto sesso quando Jess si comporta da bambina e che la loro scelta non è un gioco sessuale ma uno stile di vita.

“Mi sento molto più libera quando mi posso comportare da bambina. Il periodo della gioventù è quello più bello e innocente.” – dichiara Jess.

David invece deve difendersi da chi lo accusa di comportarsi come un pedofilo e afferma: “Alcuni mi hanno additato chiamandomi pedofilo e prendono in giro Jess, ma cerco di ignorarli e sono tranquillo”.

I due stanno insieme da più di 4 anni e la loro relazione, anche grazie al loro speciale rapporto non sembra mostrare segni di rottura.

Sesso in spiaggia per 25 minuti (1)

Arrestati dopo aver fatto sesso in spiaggia per 25 minuti

Una coppia in una spiaggia pubblica della Florida ha dato spettacolo per 25 minuti facendo sesso davanti a tutti per poi tuffarsi in mare.

Sesso in spiaggia per 25 minuti (1)

Jose “Benny” Caballero e Elissa Alvarez erano in una spiaggia di Bradenton (Florida, Stati Uniti) e non sono riusciti a resistere ll’attrazione fisica, così hanno cominciato a fare sesso in mezzo a dozzine di persone, bambini compresi, in pieno giorno.

(altro…)

Valentino LoSauro

Valentino LoSauro, il vero Edward Mani di Forbice

Se Edward mani di Forbice poteva usare le sue lunghissime e taglienti unghie per tagliare i capelli alle persone, perché non dovrebbe poterlo fare anche una persona nella vita reale? Questo è quello che l’eccentrico parrucchiere Valentino Clawz deve aver pensato quando ha iniziato a tagliare i capelli con delle strane forbici nel suo locale a Fort Myers, in Florida.

Valentino LoSauro

L’uomo italo americano, nato in Sicilia ha inventato delle lame che si attaccano alle dita tramite dei sostegni in plastica con le quali riesce a creare stupefacenti effetti soprattutto su teste femminili.

Secondo Valentino, grazie alle sue lame, è possibile tagliare i capelli al doppio della velocità, rispetto alla classiche forbici e in tutto il mondo l’inventore ha già venduto più di 30.000 dita affilate, quelle che lui chiama Clawz.

Dopo 25 anni di lavoro come parrucchiere, Valentino era quasi pronto ad appendere le forbici al chiodo, quando ha avuto l’idea di realizzare la sua invenzione.

“Mi sono reso conto che le lame aiutavano a creare un look scalato che le forbici non riuscivano a dare. L’idea di fondo è molto simile a quella di un uovo strapazzato. I capelli tagliati in modo disordinato dànno vita ad un look molto ricercato e alla moda.”

Valentino ovviamente è consapevole che il suo strumento non potrà mai sostituire le forbici, ma assicura che è sicuramente uno strumento valido per realizzare certi look.

Le Clawz di Valentino sono state usate per la prima volta nel 2001, da allora lo strumento si è evoluto, anche grazie allo studio di un ingegnere appositamente assunto e ora finalmente l’uomo è in grado di tagliare i capelli molto più veloce rispetto a prima.

E voi, vi fareste mai tagliare i capelli con questo metodo?