Si dà fuoco e si butta sulla neve da un tetto

Stuntman russo si dà fuoco e si butta sulla neve da un tetto

Il seguente video mostra uno stuntman amatoriale che si dà fuoco e si getta dal tetto di un edificio di cinque piani, dritto sulla neve.

Si dà fuoco e si butta sulla neve da un tetto

Il 22enne russo Alexander Chernikov stava organizzando la bravata da una settimana. Dopo aver trovato un edificio da cui lanciarsi, che avesse uno spesso strato di neve sotto per attutire la caduta, è salito sul tetto e si è buttato dopo essersi dato fuoco, filmato da un amico.
Il video è stato girato a Barnaúl, in Russia.

Felpa natalizia con fuoco animato grazie a un'app

Felpa natalizia con fuoco animato grazie a un’app

La tecnologia ci permetterà, questo Natale, di avere una felpa con tanto di fuoco animato.

Felpa natalizia con fuoco animato grazie a un'app

Grazie all’applicazione gratuita Digital Dudz – disponibile su Android Market e App Store – e a una felpa, ideate entrambe dalla Veil Entertainment (un’organizzazione canadese indipendente che sviluppa software interattivi e di intrattenimento), è possibile mostrare un vero e proprio spirito natalizio senza eguali con un fuoco animato scoppiettante.

Basta far partire l’applicazione e inserire lo smartphone nell’apposita tasca interna della felpa (disponibile su Amazon a questo link), che ospita comodamente dispositivi mobili come l’iTouch, l’iPhone, il Samsung Galaxy S3 o il Note 2. Con un doppio tocco il fuoco si spegne, con un ulteriore doppio tocco si riaccende!

Dà fuoco a quattro case per cercare di “uccidere il diavolo”

Un uomo in Malesia ha dato fuoco alla sua casa nel tentativo di uccidere il diavolo, radendo al suolo anche altre case del vicinato.

Un vicino ha dichiarato di aver visto l’uomo urlare di aver “ucciso il diavolo” dopo aver dato fuoco alla sua casa di due piani.

“Il fuoco è arrivato velocemente ad altre case”, ha detto il vicino. “Ho gridato cercando aiuto e sono fuggito a casa mia dalla mia famiglia. Poi ho visto che l’uomo se ne stava andando come se niente fosse successo. Fortunatamente la casa della mia famiglia è stata risparmiata”.

Fortunatamente non ci sono state vittime; i danni stimati, invece, ammontano ad una somma pari a $79.000.

L’uomo, 35enne, è attualmente ricercato dalla Polizia con l’accusa di incendio doloso.

Crede di essere Dio, dà fuoco all'auto

Crede di essere Dio, dà fuoco all’auto e cerca di farsi investire

Una donna di 29 anni che dichiara di essere Dio è stata arrestata dopo aver dato fuoco alla sua auto in una stazione di servizio in Florida.

Crede di essere Dio, dà fuoco all'auto Qualche giorno fa, a Daytona Beach, Alexandra Barnes ha coperto la propria Scion di benzina; successivamente è entrata nel negozio, ha afferrato un accendino ed è corsa fuori dalla porta. Uno degli impiegati l’ha rincorsa e cercando di prendere l’accendino dalle mani della donna ha sentito l’odore di benzina; anche se è riuscito a riprenderlo, però, la signora Barnes ne ha preso un altro dalla sua auto, dandole fuoco subito dopo.

Uno dei dipendenti ha prontamente staccato la valvola di sicurezza per impedire che saltasse in aria l’intera stazione di servizio, mentre un passante è corso all’interno della macchina per salvare i cani che erano rimasti dentro.

Mentre succedeva tutto questo, la signora Barnes si era seduta nel bel mezzo della strada cercando di essere investita da un’auto, ha affermato l’ufficiale di Polizia Jimmy Flynt. “Ha detto qualcosa tipo che lei era ‘Dio’“, ha aggiunto.

La donna è stata portata all’ospedale dove l’hanno sottoposta ad una valutazione mentale, mentre la stazione di servizio, fortunatamente, ha subito solo un danno ad un tubo di una pompa, che si è fuso durante l’incidente.

Rotoli di salsiccia

Dà fuoco a una stazione di rifornimento perché non hanno le salsicce

Rotoli di salsicciaUn uomo australiano ha tentato di mandare a fuoco un’intera stazione di rifornimento poiché il negozietto del benzinaio non vendeva più i rotoli di salsiccia.

Scott Jason Bryant, 40 anni, a quanto pare si è infuriato tantissimo quando ha scoperto che, alle 00:30 nella stazione di rifornimento Caltex di Northgate, il cibo era completamente finito.

Inizialmente l’uomo ha minacciato di detonare una bomba nei pantaloni del gestore Bruce McNeil se non gli avesse dato da mangiare, per poi lasciare il negozio e dirigersi verso le pompe di benzina, dove ha tentato di versare del carburante a terra a dargli fuoco con un accendino.

Dopo aver fortunatamente fallito nel suo tentativo, l’uomo è stato arrestato e accusato di possesso di cannabis, oltre che di paventato attentato e lesioni nei confronti del gestore del negozio.

Gli accertamenti hanno dimostrato che l’uomo era completamente ubriaco.

“E’ una reazione molto inusuale per qualcuno che non riesce a soddisfare un proprio desiderio”, ha dichiarato il magistrato durante il processo.

Michelle Perrino

Dà fuoco all’ufficio per andare a casa prima

Michelle PerrinoMichelle Perrino, 40 anni, nel 2009, appiccò un incendio all’ufficio in cui lavorava per riuscire ad andare a casa prima del previsto.

Quel giorno la donna, durante un meeting di impiegati della Bayonet Point Oxygen in Florida, avrebbe dato fuoco al suo ufficio,  facendo credere a tutti fino a qualche mese fa, che si fosse trattato di un incidente.

La polizia aveva da tempo appurato che le fiamme avevano avuto origine all’interno di un cassetto porta documenti, proprio nell’ufficio di Michelle.

La svota nelle indagini è arrivata quando la signora Perrino si è confidata con un amico dicendogli di essere l’artefice dell’incendio.

La donna avrebbe confessato di aver fatto scattare l’interruttore generale e di aver bloccato tutte le chiamate in entrata del centralino, in modo tale che l’incendio potesse propagarsi e lei potesse tornare a casa in anticipo, senza perdere la paga giornaliera.

Il giudice ha condannato Michelle a 9 mesi di reclusione e al pagamento di 4.800 dollari alla Boyonet Point Oxygen, come risarcimento per i danni causati.

John Chang - Dynamo Jack

Dynamo Jack – L’uomo che sposta e brucia gli oggetti con l’arte del Qi Gong

John Chang - Dynamo JackDynamo Jack è il nome dato a Jack Chang, un agopuntore di Java in Indonesia, che afferma di essere in grado di utilizzare un’antichissima tecnica di concentrazione dell’energia chiamata Qi Gong.

L’uomo nonostante la sua forte diffidenza nei confronti delle telecamere, ha dimostrato di essere in grado di concentrare una quantità notevole di energia nel suo corpo e di essere poi in grado di trasferire questa energia sui corpi che lo circondano, anche senza toccarli.

Dynamo Jack da fuoco a un pezzo di cartaTramite questa tecnica Dynamo Jack è in grado di accendere lampadine solo toccandole, infilzare con un bastoncino un tavolo in legno massiccio, far cadere gli oggetti da una certa distanza senza toccarli e addirittura muovere i muscoli di altre persone con un dito.

Purtroppo anche se  Chang è sempre sembrato disponibile per chiarimenti riguardo alle sue capacità, abbiamo pochissime testimonianze visive. Dopo essersi prestato per la realizzazione di un documentario l’uomo ha dichiarato di essere stato visitato in sogno dal suo anziano maestro deceduto molti anni fa, Tsu-Tong (Mr Weird Banana) il quale gli avrebbe proibito di esibire nuovamente l’arte del Qi Gong davanti ad una telecamera.

Probabilmente questo è solo uno dei tanti imbroglioni che si spacciano per supereroi, ma è sicuramente innegabile che le arti marziali e in generale le arti di meditazione riescono a spingere le capacità umane oltre i limiti comuni.

Guardate il video di Dynamo Jack e fatevi un’idea.