Scuola "fantasma", aperta senza nessun alunno iscritto

Scuola “fantasma”, aperta senza nessun alunno iscritto

La scuola elementare di un piccolo paesino del Galles rimarrà aperta almeno fino alla prossima estate nonostante non ci sia nemmeno un alunno iscritto.

Scuola "fantasma", aperta senza nessun alunno iscritto

La Llanfynydd Primary School, una scuola elementare di un paesino vicino a Carmarthen, ha un preside, un insegnante, un consiglio d’istituto e un operatore scolastico. A differenza di tutte le altre scuole non ha alunni già da qualche mese ma è costretta a rimanere aperta almeno fino all’estate 2015.

(altro…)

creatura misteriosa, ritrovata in galles

Creatura misteriosa ritrovata in una spiaggia del Galles

Una misteriosa e malformata carcassa è stata ritrovata recentemente in una spiaggia del Galles, suscitando curiosità in tutto il mondo.

Il corpo in decomposizione, soprannominato “Il mostro di Tenby” è stato largamente analizzato e i giornali hanno trattato a lungo la storia, senza però riuscira ad identificare la specie animale a cui appartiene.

creatura misteriosa, ritrovata in galles

La scoperta raccapricciante è stata fatta nel weekend dal signor Eter Bailey, 27 anni, che si è imbattuto nella creatura mentre faceva una passeggiata in riva al mare.

“Stavo portando il mio cane a fare un giro, come ogni pomeriggio, quando ad un certo punto, ha iniziato ad abbaiare e a girare intorno a qualcosa, come impazzita.” – ha raccontato Bailey al Western Telegraph – “Sono corso verso per sincerarmi che stesse bene e solo in quel momento ho visto la carcassa spiaggiata.”

L’animale è dotato di peli ed assomiglia ad un cavallo, con gli artigli da orso e il corpo da maiale. Incredibilmente i testimoni hanno affermato che la carcassa non emanava nessun odore.

Gli studiosi interpellati per cercare di risolvere il mistero, affermano che l’animale possa essere un tasso, anche se alcuni non escludono che possa essere semplicemente un cane.

Non è la prima volta che strane creature vengono ritrovate da pescatori spiaggiate o abbandonate nel nulla.

Sul treno col pony

Cerca di salire sul treno con un pony, fermato dai controllori

Non sappiamo come si chiami l’uomo e sfortunatamente neanche quale sia il nome del piccolo cavallino che l’allevatore qualche giorno fa ha cercato di far salire su un treno.

Sul treno col pony

Il bizzarro tentativo è avvenuto nella stazione di Wrexham, nel Galles dove un uomo non identificato è entrato con il suo pony bianco all’interno dell’edificio, si è diretto verso la biglietteria e ha chiesto all’addetto 2 biglietti. Uno per se e uno per il suo cavallo.

Come potrete immaginare, la biglietteria si è rifiutata di vendere il biglietto anche per il pony, spiegando all’uomo che gli animali così grossi, non hanno il permesso di salire sui treni della rete nazionale.

Sul treno col pony“Conosco la legge” – sarebbe stata la risposta dell’uomo che visibilmente seccato si è ugualmente diretto verso i binari, prendendo anche l’ascensore, e ha cercato di far salire ugualmente sul treno il suo animale.

Fortunatamente un controllore di viaggio è riuscito a fermare il tentativo e dopo un breve diverbio, l’uomo è stato definitivamente allontanato dalla stazione.

Non è in corso nessuna investigazione sul caso e il battesimo del cavallo sul treno dovrà attendere ancora un po’.

Prete con la banana in tasca

Prete accusato di violenza sessuale si difende: “Avevo una banana in tasca”

Prete con la banana in tascaDavid Morris, un pastore Anglicano proveniente dal Galles è stato recentemente accusato di violenze sessuali nei confronti di una 12enne sua alunna a scuola.

Dopo essere stato arrestato, “l’uomo” 60enne ha così giustificato se stesso per difendersi dalle accuse di molestie: “Non ho toccato quella bambina, avevo solo una banana in tasca

Il prete dice che la bambina potrebbe aver confuso il frutto con il suo pene mentre i due erano seduti vicini durante una lezione di Inglese.

Morris, proveniente dalla Chiesa Carmarthen Evangelical ha affermato di avere l’abitudine di mettersi una banana nella tasca da mangiare durante la pausa mattutina.

Ora sarà compito dei giudici capire se realmente la bambina ha confuso una banana con il pene in erezione del professore o se invece il prete ha un animo pedofilo e si è inventato una delle più clamorose scuse del 21esimo secolo.

Ad ogni modo esprimo il mio disgusto e ribrezzo nei confronti di tutti i pedofili del mondo, veri o presunti.

Assorbente nei cereali

Uomo trova nei cereali un assorbente usato

Assorbente nei cereali E’ accaduto a Thomaston, una cittadina del Galles, dove un uomo di nome Thomas Roddenberry ha comprato una scatola di cereali ricoperti di cioccolato, per poi accorgersi che al loro interno era stato confezionato anche un assorbente interno già utilizzato.

Secondo quanto raccontato dai coniugi Roddenberry, il tampone si trovava all’interno di una scatola di Chocolate Chip Crunch comprata al Save-A-Lot Store presente nel paese. Il signor Thomas si sarebbe accorto della sua presenza solo quando questo era già all’interno della tazza di latte che stava già mangiando.

Immediatamente l’uomo, schifato e preoccupato per la propria salute, si è recato al più vicino pronto soccorso per poter effettuare dei controlli

“Ho sputato all’istante quello che stavo mangiando, immediatamente ho avuto un senso di nausea e mi sono recato di corsa all’ospedale” – racconta Thomas.

Il distretto di polizia ha già aperto un’indagine per capire come l’assorbente possa essere finito dentro alla scatola.

Il portavoce del negozio invece ha deciso di non rilasciare dichiarazioni sull’accaduto.

Fonte