Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

Come sappiamo i bambini possono essere molto fantasiosi e particolarmente inquietanti. Dopo il successone delle dieci cose più inquietanti dette dai bambini ai loro genitori arrivano le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle loro babysitter.

Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

1. “Stavo facendo la babysitter a un bambino e stavamo guardando la TV nel seminterrato. Ad un tratto muta la TV e gira la testa per guardare il muro dietro di lui. L’ha guardato per tre minuti buoni e ha detto ‘non adesso’, e ha continuato a guardare la TV. Pochi minuti dopo ha guardato di nuovo il muro e ha detto ‘ci vediamo dopo, ok?’. Ero terrorizzata.”

(altro…)

Le 10 cose più inquietanti dette dai bambini (parte seconda) (1)

Le 10 cose più inquietanti dette dai bambini (parte seconda)

Molti di voi sicuramente avranno già letto l’articolo di qualche mese fa Le 10 cose più inquietanti dette dai bambini ai loro genitori; spulciando tra i vostri commenti abbiamo raccolto le testimonianze più inquietanti. Buona lettura! 😉

(I nomi completi sono stati abbreviati indicando solamente il nome, i nickname sono rimasti invariati.)

Le 10 cose più inquietanti dette dai bambini (parte seconda) (1) VIOLENZA

# La sorella di mattafindapiccola, a otto anni, a scuola ha gettato fuori dalla finestra l’astuccio di un compagno, dicendogli subito dopo: “Non dire nulla a tua madre o ti faccio passare un brutto Natale”.

# Niccolò ci racconta che il figlio del cugino di circa cinque anni è stato rimproverato dal padre dopo aver picchiato un compagno all’asilo. Alla domanda “Perché l’hai fatto?” ha risposto: “Ho dovuto”.

MORTE E FAMILIARI

# Il nipote di Ginevra, quando aveva poco più di quattro anni, ogni volta che passava dal cimitero si girava verso i genitori e diceva: “Voi non siete i miei veri genitori, io ero un’altra persona e la mia mamma e il mio papà sono lì”.

# La nipote di Maria Rosaria le ha chiesto: “Nonna, che belle pantofole che hai! Quando muori me le lasci?”.

# Sempre a proposito di morte, la nipote di Salvo è stata invece molto diretta, chiedendogli all’improvviso: “Zio, ma tu quando muori?”.

# La figlia di Valentina, in macchina con i nonni quando aveva all’incirca quattro anni, dopo essersi offesa per qualcosa ha guardato il nonno e gli ha detto ferocemente: “Tanto ricordati che presto diventerai polvere!”.

# Luigi aveva appena 5 anni quando ha chiesto al nonno: “Una volta che ho 25 anni e tu muori posso prendere i tuoi attrezzi da lavoro?”. Il nonno gli ha risposto, gentilmente, “Va bene, ma se non dovessi morire?”, e lui: “Ti ucciderò io”.

Le 10 cose più inquietanti dette dai bambini (parte seconda) (3) FRATELLI

# Alessandra, quando era più piccola, infastidita dai pianti del fratellino ha chiesto alla madre: “Mamma, fa tanto rumore, perché non lo mettiamo nel microonde?”.

# Francesca è la maggiore di tre fratelli e avrebbe tanto voluto una sorellina. Dopo di lei è nato un maschietto e sperava che almeno il terzo nascesse femmina, tanto da dire alla madre: “Se nasce maschio lo uccido”. E a quanto pare quando è nato il fratellino ci ha provato davvero, prendendogli la testa e sbattendola contro la testata del letto! Fortunatamente non è successo niente di grave ma ancora adesso il fratello ha una piccola cicatrice in mezzo agli occhi.

# Qualche giorno dopo aver avuto due gemelli, il primogenito di Antonella le ha detto: “Mamma, tagliamogli la testa!”… Ispirato dal film Alice in Wonderland che aveva visto in quel periodo, forse.

# Dopotutto, l’amore tra fratelli nasce a poco a poco e si sa che inizialmente ci può essere un po’ di gelosia. È successo anche al fratello di Rosanna, a cui la nonna ha chiesto: “Nicola, ti piace la sorellina?” e lui, molto freddamente, ha risposto: “No, mi ha rovinato la vita”.

___________________

Articolo correlato – Abbiamo raccolto anche alcuni disegni fatti dai bambini, potete trovarli nell’articolo I 10 disegni più grotteschi fatti dai bambini!

Niente dolci per Halloween ma una lettera ai genitori contro l'obesità

Niente dolci per Halloween ma una lettera ai genitori contro l’obesità

Niente dolci per Halloween ma una lettera ai genitori contro l'obesità Una donna del Dakota del Nord, durante un’intervista a una radio locale, ha espresso la sua decisione di dare ai bambini in sovrappeso che andranno da lei ad Halloween non caramelle o dolciumi ma una lettera per i loro genitori.

“Voglio solo mandare un messaggio ai genitori dei bambini che sono sovrappeso… Credo sia molto irresponsabile da parte dei genitori mandarli a chiedere dolcetti gratuiti solo perché lo fanno anche gli altri bambini“, ha detto Cheryl in radio.

Katie Gordon, una dottoressa che studia disturbi alimentari, non è d’accordo con la decisione della signora Cheryl, dicendo che questo potrebbe creare danni anziché aiutarli.

“È una cosa che per alcuni ragazzi, se sono vulnerabili, potrebbe innescare problemi più gravi“, ha affermato la dottoressa. “Non è qualcosa che qualcuno può giudicare – la salute di qualcuno – solamente guardandolo. Credo sia questo il punto. Anche se un bambino è sovrappeso potrebbe essere molto in salute per quello che mangia e per l’attività che pratica. È inefficace in ogni caso perché probabilmente non servirà ad aiutare il ragazzo”.

Annulla il matrimonio, i genitori offrono il pranzo nuziale ai senzatetto (1)

Annulla il matrimonio, i genitori offrono il pranzo nuziale ai senzatetto

Poco più di un mese prima del matrimonio, una donna di Atlanta (Georgia, USA) ha deciso di annullare il matrimonio; i suoi genitori, per non sprecare il pranzo che avevano già provveduto a pagare, hanno deciso di “festeggiarlo” lo stesso, invitando circa 200 senzatetto che hanno potuto godersi le quattro portate di un ristorante di lusso.

Annulla il matrimonio, i genitori offrono il pranzo nuziale ai senzatetto (1)

I volontari del Hosea Feed the Hungry pensavano fosse uno scherzo quando hanno ricevuto la chiamata da Carol e Willie Fowler, che hanno offerto un pranzo in un ristorante a due centinaia di sensatetto… ma loro non stavano affatto scherzando.

Annulla il matrimonio, i genitori offrono il pranzo nuziale ai senzatetto (2)

La figlia Tamara aveva deciso di annullare il matrimonio ma i genitori, che avevano già pagato il ristorante per il pranzo nuziale, non volevano che andasse perso; il signor Fowler ha quindi pensato di chiamare l’associazione Hosea Feed the Hungry e chiedere se avrebbero potuto regalare loro il pranzo.

Molti degli invitati non erano abituati ad essere serviti con tanto di bicchieri di vetro ma l’esperienza, a detta dei volontari dell’associazione, è stata molto educativa.

“L’evento di domenica ha dimostrato come possiamo fare la differenza come comunità quando si è insieme e in armonia”, ha detto l’amministratore delegato dell’associazione, che ha dichiarato di essere grata alla famiglia Fowler.