Prostitute tedesche costrette a pagare il parcheggio per lavorare

Sex TaxLe prostitute sulle strade tedesche nella città di Bonn da qualche giorno sono state messe in regola dal comune grazie all’introduzione di una strana tassa.

Le lucciole avranno l’obbligo di pagare il parcheggio per le macchine utilizzate per il proprio lavoro e solo allora potranno avere il permesso di svolgere la propria professione. Una misura alquanto bizzarra se si pensa a questo lavoro da sempre al confine tra il legale e l’illegale.

La tariffa sarà di 5.30 euro a notte da pagare in uno dei tanti parchimetri presenti nelle strade della città. L’iniziativa nasce dalla volontà della città di porre anche le prostitute sullo stesso piano degli altri lavoratori e quindi in qualche modo obbligarle a versare un contributo, inteso come trattenuta sullo stipendio.

Il piano dovrebbe portare alla casse del comune, circa 265.000 euro all’anno per le circa 200 lavoratrici notturne presenti in città.

Va ricordato che in Germania la prostitute che lavorano nei bordelli e nei Sauna Clubs pagano già regolarmente le tasse.

In fin dei conti dunque per loro non è neanche una notizia così assurda!

Serpente nel gabinetto

Bimba trova boa lungo 2 metri nel gabinetto di casa

Serpente nel gabinettoUna bambina di 7 anni è rimasta terrorizzata dopo aver trovato nel gabinetto dove stava andando a fare pipì, un boa lungo due metri.

La polizia di Hannover, in Germania ha fotografato il serpente quando ancora si trovava all’interno del water e prima ancora che riuscisse a scappare nuovamente dai condotti fognari.

La spiegazione che è stata data è che probabilmente l’animale apparteneva ad uno dei vicini
della famiglia e che sarebbe presumibilmente scappato tramite i condotti fognari, viaggiando alla ricerca di cibo.

“Le persone comprano questi animali selvatici quando sono piccoli, senza pensare che presto crescono e diventano più grandi di quello che una casa o una teca possa ospitare. Molti proprietari si spaventano e nel caso dei serpenti, cercano di sbarazzarsene buttandoli nel gabinetto.” – ha dichiarato un esperto.

Ora non so cosa ne pensate voi, ma se io abitassi nel vicinato non riuscirei più ad andare in bagno. Uno degli incubi più ricorrenti per una persona!

Slittino nudi

In Germania si disputa il Campionato Mondiale di slittino nudi

Slittino nudiOk, lo ammetto, questa notizia suona molto come titolo di apertura di un’edizione di Studio Aperto.

Tredici uomoni e tredici donne si sono ritrovati sulle gelite vette dei monti tedeschi per affrontare una sfida da temerari: solcare la neve con lo slittino! Nudi!

Il grande evento si chiama “Naked Sledging World Champion” e ogni anno attrae migliaia di spettatori da tutta l’europa.

Una gara di slittino nudi, 90 metri di discesa con addosso solo le mutande e un caschetto protettivo per la testa. In 400 hanno fatto richiesta per partecipare, ma solo 30 sono stati selezionati per la gara finale (c’erano 4 riserve?).

I vincitori di quest’anno sono stati 3 dipendenti di un hotel che hanno potuto così divedersi il premio di 1000 euro e il titolo di “Campione Mondiale di slittino Nudo”

L’organizzatore della gara, il signor Tobias Wannemaker, ha dichiarato:”Quest’anno l’evento ha richiamato più turisti che mai. La gara di slittino nudi ha reso l’atmosfera davvero bollente, nonostante la temperatura invernale.”

Slittino nudi (1)Slittino nudi (3)

E intanto fanno sapere dalla Germania, il campionato per il prossimo anno è già pronto. Forse l’ultimo di sempre, dato che poi finnirà il mondo!

Scherzo ovviamente.

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anni

Entra nella sua stanza e chiede di non essere disturbato, ritrovato morto dopo 4 anni

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anniI parenti avevano assecondato le sue volontà – “Non disturbatemi quando sono nella mia stanza” – aveva detto un uomo tedesco ai fratelli e sorelle che vivevano con lui.

E loro hanno obbedito, per 4 anni non hanno osato bussare o aprire la porta della camera in cui era andato a riposare.

Al momento della sua morte, il 50enne, viveva con 4 tra fratelli e sorelle, di età compresa tra i 44 e i 71 anni.

“L’uomo era abituato a farsi obbedire e si irritava molto facilmente. Circa, 4 anni fa, aveva chiesto ai suoi fratelli di non essere disturbato entrando nella sua stanza e loro per rispetto e paura, avevano obbedito. Immagino che siano passati davanti a quella porta molte volte, come è possibile che nessuno abbia mai avuto il coraggio di aprirla e guardare dentro?” – riferisce il portavoce della polizia Wounter De Vries.

Il corpo dell’uomo è stato scoperto quando il proprietario della casa ha deciso di fare alcuni lavori all’interno della stanza. Solo allora si è scoperto il corpo del defunto in stato di putrefazione.

“Un corpo in fase di decomposizione che emanava un odore molto forte, è veramente incredibile che i fratelli non si siano mai accorti di nulla.” – conclude il poliziotto.

Questa notizia è davvero incredibile, è impossibile che i fratelli non si fossero accorti di nulla e voglio sperare che dalla stanza si potesse uscire di casa, altrimenti come credevano che potesse vivere un uomo in una stanza per 4 anni senza cibo? Eppure è tutto vero.

Uomo nudo fa benzina in Germania

Fa benzina completamente nudo, protesta contro il caro benzina in Germania

L’uomo, la cui identità rimane ignota, indossava solo un paio di scarpe nere e si è fermato con la sua Renault Scenic ad un distributore Shell a Bad Klosterlausnitz in Germania.

Il proprietario della stazione ancora incredulo, ha raccontato ironico: “Presumo che non volesse sporcarsi i piedi. E’ uscito dall’auto, mentre veniva ripreso da tutte le telecamere di sicurezza, e ha fatto il pieno all’auto. Poi è venuto al negozio, ha pagato e se n’è andato.”

Uomo nudo fa benzina in Germania

Il benzinaio dice di non aver chiamato la polizia perché non era sicuro che quello che gli era capitato potesse essere un reato, dato che si trovavano in una proprietà privata e che l’uomo nudo non ha effettuato alcuna intimidazione nei loro confronti.

Molti pensano che quella dell’uomo nudo sia stata una protesta nei confronti del caro benzina che ogni anno nel weekend di Pasqua giunge puntuale come la sorpresa nell’uovo. Se così fosse l’uomo è sicuramente riuscito nel suo intento di attirare l’attenzione sulla questione.

Jan Vormann - L'artista che ripara gli edifici con il Lego

Jan Vormann – L’artista di strada che ripara gli edifici con il lego

Un artista tedesco ha passato gli ultimi tre anni viaggiando per il mondo usando il Lego per sistemare muri rovinati e monumenti.

Jan Vormann, 26 anni, ha realizzato le sue riparazioni in vivace e colorata plastica in luoghi che variano dal vecchio quartiere di Tel Aviv al Bryant Park di New York.

Jan  Vormann - L'artista che ripara gli edifici con il Lego

Stimando di aver usato migliaia e migliaia di mattoncini, Jan spesso accetta l’aiuto di passanti colpiti dal suo minuzioso lavoro di posizionamento dei Lego.

Le sue opere con il lego nacquerò ad un festival d’arte contwmporanea appena fuori Roma nel 2007, da allora Vormann ha cominciato a portarle in giro per il mondo.

“Il mio lavoro preferito è stato fatto a Berlino dove ho riempito i fori nei muri lasciati dalle pistole e dagli Shrapnel (proiettili) dalla seconda guerra mondiale.

“Questo attira l’attenzione della gente sui Lego, che spero si chieda perché i mattoncini sono lì.”

La casa al contrario si trova in Germania

La casa al contrario, nuova attrazione in germania

E’ una casa costruita completamente a testa in giù la nuova attrazione che aprirà nei prossimi giorni in uno zoo della Germania.

La “casa al contrario” si regge su un tetto spiovente supportato da forti travi di acciaio. La cucina, il bagno, il salotto, le camere da letto sono tutti a testa in giù, compresi gli oggetti.

La casa al contrario si trova in Germania

Questa bizzarra casa è stata costruita per il Gettorf Zoo in Germania. Al suo interno sono presenti sedie, tavoli, arredamenti di ogni genere, il water e persino un guardaroba con specchio pesante 50 kg, tutti rigorosamente a testa in giù.

Il signor Gerhard Mordhorst, che insieme ad altri carpentieri ha realizzato la casa, afferma: “E’ stata una sfida per tutti quanti, credo che la cosa più importante sia stata mantenere nella nostra mente l’immagine di quello che volevamo realizzare.”

I costruttori hanno passato intere giornate a perfezionare ed analizzare ogni singolo particolare all’esterno e all’interno dell’abitazione al punto che anche le lenzuola del letto sono state sistemate con precisione grazie al supporto degli aghi.

La casa aprirà al pubblico a fine marzo e sarà visitabile a tempo indeterminato. L’intero progetto è finanziato da una casa produttrice di hamburger di proprietà del signor Dirk Oster.

La sconsiglio a coloro che soffrono di mal di testa o perdono facilmente l’orientamento.

La casa a testa in giùLa casa a testa in giùLa casa a testa in giùLa casa a testa in giù

ps. Mi sono accorto che una foto del blog, marchiata Absurdityisnothing è finità sul sito di Libero. Piccole soddisfazioni o piccole copiature? 🙂