Trova una bomba inesplosa e la lava nel lavandino

Una delle cose da non fare quando si trova una bomba è sicuramente portarla in casa. Una donna inglese, oltre a portarla in casa, l’ha addirittura lavata nel lavandino.

Trova una bomba inesplosa e la lava nel lavandino Carole Longhorn, una donna di 66 anni, ha dissotterrato un oggetto lungo 25cm nel suo giardino. Non capiva cos’era così ha chiamato il marito per chiedergli cosa potesse essere e, non ricevendo nessuna risposta, ha deciso di dargli un’occhiata in casa.

“Ho sentito un rumore in cucina e ho visto che la stava lavando nel lavandino“, ha detto il marito, descrivendo come la moglie ha messo la bomba della Seconda Guerra Mondiale sul tavolo coprendola con una sedia di plastica.

Il signor Longhorn ha prontamente chiamato la Polizia, che ha consigliato ai due di lasciare immediatamente la casa.

L’arma è stata successivamente portata in una cava ed è stata fatta esplodere da una squadra di artificieri.

Postino caga

Postino sospeso per aver defecato nel giardino di una casa durante la consegna della posta!

Postino cagaStava facendo il consueto giro della posta, quando evidentemente un bisogno impellente lo ha colto impreparato; un abitante del quartiere l’ha visto e ha deciso di fotografare il tutto.

Nasce così la storia di un postino in servizio a Portland nell’Oregon che è stato immediatamente per aver defecato nel giardino di un cittadino mentre gli consegnava la posta.

L’azione è stata fotografata da un abitante del quartiere, Don Derfler che mentre stava facendo il Baby Sitter si è accorto dello stravagante gesto e ha deciso di prendere la macchina fotografica.

“Si è abbassato i pantaloni e ha iniziato a defecare, a quel punto ho preso la mia macchina fotografica e ho inziato a scattargli delle foto!” – dice Derfler – “Questo è il modo in cui rispetta le nostre proprietà private?”

Il postino incriminato è stato subito individuato dai vertici dell’azienda postale Americana ed è stato immediatamente sospeso dal servizio.

“Stiamo prendendo la questione molto seriamente, voglio scusarmi sinceramente con i nostri clienti e con i pubblici cittadini per quello che è successo” – dice il portavoce dell’azienda Ron Anderson – “In molti anni di lavoro non mi era mai capitato un incidente simili e spero che non capiti mai più!”

Intanto però a noi sono rimaste le fotografie del gesto. Buona visione.