Capo di un’azienda cinese fa strisciare sulle ginocchia i dipendenti in pubblico

Il capo di un’azienda cosmetica di Chongqing, in Cina, ha costretto i suoi dipendenti a strisciare sulle proprie ginocchia nel quartiere commerciale della città, di fronte a centinaia di spettatori.

Dipendenti cinesi in ginocchio (1) Il controverso evento è stato trasmesso in diretta da alcuni microblog cinesi. Sono state scattate molte foto dai passanti in cui si vedono i dipendenti che avanzavano sulle proprie ginocchia, a testa bassa.
Alcune persone hanno segnalato la cosa alla Polizia, che quando è arrivata ha fatto sgombrare l’area.

Si è scoperto successivamente che è stato una sorta di addestramento voluto dal capo, che voleva testare la resistenza dei suoi dipendenti sotto pressione; e quale poteva essere il modo migliore, se non farli strisciare sulle ginocchia di fronte a completi estranei che ridevano e scattavano foto?

Probabilmente voleva vedere quanta umiliazione sarebbero riusciti a sopportare, in modo da poterli poi sfruttare al massimo senza il rischio che possano licenziarsi.
Se fosse successa una cosa simile in un Paese dell’occidente il capo sarebbe stato arrestato o quantomeno denunciato per danni. Invece, secondo il parere dei media cinesi, la messa in scena pare sia stata fatta a scopo “educativo”.

Ella Harper, la donna Cammello che cammina come la bambina dell'esercista

Ella Harper, la donna che camminava come la bambina dell’esorcista

Molte fonti riferiscono che Ella Harper nacque ad Hendersonville, nel Tennessee nel 1873. La sua storia fu fin dalla nascita in salita, la donna nacque infatti con un’inusuale malattia ortopedica che faceva in modo che le sue ginocchia fossero rivolte nel verso sbagliato.

All’epoca tale condizione era sconosciuta ai medici e solo moderni studi hanno classificato la malattia come una forma avanzata di “Genu Recurvatum Congenito” anche conosciuta come “Deformità del ginocchio recurvato”.

Ella Harper, la donna Cammello che cammina come la bambina dell'esercista

A causa di questa sua condizione e del fatto che preferisse camminare a “quattro zampe”, i cittadini dell’epoca la soprannominarono La ragazza Cammello. Noi nel 2000 la chiameremmo la Bambina dell’Esorcista.

Nel 1886 Ella era già una star del W.H Harris’s Nickel Circus dove veniva accompagnata in scena da un cammello vero. I giornali all’epoca la definivano come la più incredibile creatura sulla faccia della terra dal giorno della creazione.

Ella Harper, la donna Cammello che cammina come la bambina dell'esercistaDella donna ci è rimasta anche una testimonianza diretta impressa su una carta pubblicitaria in cui Ella si presentava così: “Mi chiamo Ragazza Cammello perché le mie ginocchia sono girate al contrario, riesco a camminare meglio con entrambe le mani e i piedi a terra come potete vedere dalla foto. Ho viaggiato molto nella mia vita e ho partecipato a parecchi show negli ultimi quattro anni. Ora però intendo lasciare il mondo dello spettacolo e andare a scuola per me stessa e per trovare un’occupazione differente.”

E’ evidente che il ruolo di fenomeno da baraccone alla donna andasse stretto e che i soldi ricavati nei 4 anni di spettacoli le avessero aperto molte porte per una vita diversa e molto probabilmente migliore.

Della sua vita dopo il 1886 non abbiamo notizie, ma la sua memoria e la sua voglia di vivere sono state tramandate fino ai giorni nostri.