Dark Barrel Latte, il nuovo caffè di Starbucks che sa di Guinness (2)

Dark Barrel Latte, il nuovo caffè di Starbucks che sa di Guinness

La catena internazionale di caffetterie Starbucks ha introdotto una novità: il caffè che sa di Guinness.

Dark Barrel Latte, il nuovo caffè di Starbucks che sa di Guinness (2)

L’accoppiata caffè e birra potrebbe far storcere il naso ma non è la prima volta che Starbucks si inventa gusti particolari, anche se questa è forse la più particolare.

Questo caffè, chiamato Dark Barrel Latte, sarà disponibile solo in alcune caffetterie degli Stati uniti – per ora è certo solo in Ohio e Florida – ma se dovesse essere molto richiesto c’è la possibilità che possa essere prodotto anche in altri Paesi. La nuova bevanda sarà fatta con uno sciroppo aromatizzato dal gusto molto simile alla birra scura irlandese Guinness, sormontata da panna montata e salsa di caramello scuro.

Dark Barrel Latte, il nuovo caffè di Starbucks che sa di Guinness (1)

Il Dark Barrel Latte è stato ispirato dal numero sempre maggiore di birre artigianali che stanno arrivando sul mercato, così hanno pensato di unire alla bevanda il sapore cioccolatoso del malto tostato e quello del caramello. Starbucks assicura che nel Dark Barrel Latte non ci sarà alcuna traccia di alcol.

Al momento le reazioni sono state svariate; da chi lo elogia a chi l’ha descritto come “aceto di malto”.

Gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

Bambola vivente batte il record: gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

Una donna giapponese vestita da bambola vivente ha giocato per così tante ore consecutive ad un gioco di ruolo da ottenere il record mondiale.

Gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

La modella e cantante Kinumi Cati (il cui vero nome è Hecaterina Kinumi) ha dimostrato la sua capacità di resistenza quando è riuscita a giocare a Final Fantasy X per 38 ore di fila.

Kinumi, vestita completamente come una vera e propria bambola vivente, per ottenere il record è dovuta rimanere completamente concentrata a giocare con la PlayStation 2, senza poter né mangiare né bere, battendo così il record mondiale per la più lunga maratona giocando ad un videogioco di ruolo giapponese.

L'uomo che gonfia le borse dell'acqua calda con il naso

Jemal Tkeshelashvili, l’uomo che gonfia le borse dell’acqua calda con il naso

Jemal Tkeshelashvili, un uomo proveniente della Georgia, ha un’abilità unica; riesce a gonfiare le borse dell’acqua calda con il naso, fino a farle esplodere.

L'uomo che gonfia le borse dell'acqua calda con il naso Il 23enne georgiano è entrato nel Guinness dei Primati e attualmente detiene il record di maggior numero di borse dell’acqua calda esplose con il naso in un minuto.

Qualcuno potrebbe pensare che Jemal abbia dei polmoni speciali ma in realtà è stato dimostrato che non sono molto diversi da quelli da quelli di una persona media. È invece la forza con la quale riesce a far fuoriuscire l’aria che lo rende così speciale.

Durante una prova per il suo record, Jemal ha dato prova della sua potenza gonfiando una borsa dell’acqua calda posizionata sotto ad un uomo dal peso di 120kg, fino a farla scoppiare.

Ma non è tutto: su Discovery Channel, in un programma chiamato Duperhuman Showdown, ha persino provato a gonfiarne una sotto ad una macchina dal peso di 650kg, riuscendo a sollevare l’auto di due centimetri prima di far scoppiare la borsa.

Indossa corsetti giorno e notte per ridurre il girovita

Indossa corsetti giorno e notte per ridurre il girovita

La 24enne Michele Koebke (Berlino) vuole stabilire un nuovo record per il girovita più stretto del mondo; per farlo sta indossando corsetti giorno e notte da più di tre anni, togliendoli solamente quando va sotto la doccia.

Indossa corsetti giorno e notte per ridurre il girovita Michele è una grande fan del vitino da vespa, tanto da sperare di superare il record detenuto da Cathie Jung, a cui si ispira.

Alla fine del 2009 ha cominciato ad indossare corsetti man mano sempre più stretti per rimpicciolire il proprio girovita e ad oggi è riuscita ad arrivare da 64cm a 54cm.

Il suo stomaco si è rimpicciolito talmente tanto a causa della pressione a cui è costretto che la donna deve consumare 10 piccoli pasti al giorno invece dei soliti tre.

Oltre a non riuscire a consumare un normale pasto è spesso senza fiato ma, nonostante questo, Michele ama il suo girovita deformato.

Un medico ha commentato il caso dicendo che in futuro Michele non potrà muoversi senza indossare un corsetto o, nel peggiore dei casi, potrebbe non poter più muoversi in generale.

Già adesso, la donna ha indebolito talmente tanto i muscoli addominali che fatica ad alzarsi quando non indossa i suoi corsetti.

Michele, determinata ad arrivare a 38cm, ha migliaia di sostenitori, specialmente su YouTube, dove posta regolarmente dei video in cui documenta le sue trasformazioni.

Il cane più piccolo del mondo

Gracie, il cane più piccolo del mondo è alto quanto due palline da tennis

Il cane più piccolo del mondoIl cane più piccolo del mondoSi chiama Gracie, è un bastardino ed è ufficialmente in pole position per diventare il cane più piccolo del mondo!

Il cagnolino è lungo appena 15 centimetri e pesa 485 grammi, 113 in meno rispetto all’attuale detentore del record, Brandy il chihuahua.

I veterinari credono che Gracie possa soffrire di una forma canina di nanismo. I Carlini di razza infatti, hanno una lunghezza che supera quasi sempre i 25 centimetri.

La padrona di Gracie, Sandra, proveniente da Great Yarmouth, nella regione del Norfolk in Gran Bretagna, afferma che il suo cane piace molto alle persone che lo vedono per strada e che anche a Gracie piace molto ricevere tutte queste attenzioni.

Ultima curiosità, Gracie quando va a passeggio indossa un’imbragatura da gatto, poichè non esistono quelle da cane così piccole.