Si dimentica di comprare gli spaghetti, chef cerca di uccidere la moglie

SpaghettiUno chef ha strangolato sua moglie dopo che questa si era dimenticata di comprare gli spaghetti al supermercato. Vedat Aygin, 30 anni, proveniente da Downham Road a Sheffild nel Regno Unito, si è presentato alcuni giorni fa davanti ai giudici con l’accusa di tentato omicidio aggravato da futili motivi.

Secondo le ricostruzioni, l’uomo avrebbe chiesto a sua moglie per quale motivo non ci fossero spaghetti in casa, iniziando così una furibonda litigata: “Non ti avevo dato i soldi per comprare gli spaghetti?” – avrebbe detto l’uomo alla moglie – “Sto per rendere la tua vita un inferno!”

E così è stato, dopo averla presa per i capelli, le ha sbattuto la testa contro il muro, rompendolo. Solo il respiro affannato della donna è riuscito a fermare la furia omicida dello chef che credeva di averla uccisa.

I giudici hanno disposto che l’uomo venga tenuto sotto sorveglianza per 24 mesi e che venga costretto ad una multa di 350 sterline, più i costi processuali.

Fin troppo poco per un pacco di spaghetti!

Anelli nel pene - Immagine da Internet

Direttore d’albergo obbliga dipendenti a fare centro con anelli nel suo pene

Anelli nel pene - Immagine da InternetUna donna, dipendente di un albergo a nell’Oregon ha affermato che nell’Aprile del 2009 il direttore in cui lavorava l’avrebbe obbligata a lanciare dei cerchi facendo centro nel suo pene.

Jessica Webber afferma che quel giorno la coppia proprietaria dell’albergo, i signori Ward e Julie Frederick, avevano organizzato un sex party nel quale l’uomo ballava nudo mentre si masturbava e chiedeva agli ospiti di indovinare le dimensioni del suo pene, mentre la moglie distribuiva Sex Toys a chi indovinava.

Dopo 3 anni di dipendenza presso l’hotel Jessica ha dovuto abbandonare proprio a causa delle strambe abitudini dei proprietari.

Secondo Jessica era la signora Julie ad escogitare le fantasie sessuali da far realizzare al marito consenziente, a volte chiedendo consigli anche ai dipendenti.

L’evento in questione è avvenuto nel 2009 quando i coniugi organizzarono un party a cui fecero partecipare anche i dipendenti dell’albergo e in cui i presenti, tra le altre cose, furono spronati a lanciare piccoli anelli di plastica per fare centro nel pene del signor Ward.

Jessica ha affermato di aver abbandonato la festa mentre questa era ancora in atto, ora la ragazza chiede di essere risarcita con 900.000 dollari per la violenza psicologica subita.

(altro…)

Salta dall'auto in corsa per non sentire la moglie

La moglie non sta zitta, lui si butta dalla macchina in corsa

Salta dall'auto in corsa per non sentire la moglieLa moglie non stava più zitta, così un uomo 24enne proveniente daMontgomery County in America , ha deciso di smettere di ascoltarla gettandosi dell’auto in corsa sul quale i due viaggiavano!

Secondo quanto appreso dai giornali locali, i coniugi stavano viaggiando insieme ai 3 figli verso Clarksville in Tennessee. Durante il viaggio sarebbe nata una discussione che avrebbe portato l’uomo all’esasperazione, tanto da chiedere insistentemente alla moglie di tacere.

La donna, però, avrebbe continuato a parlare e l’uomo pur di non sentirla avrebbe deciso di gettarsi dall’auto in corsa.

In seguito al salto l’uomo ha subito gravi ferite ed è stato trasportato d’urgenza con l’elicottero all’ospedale di Vanderbilt, dove versa tuttora in gravi ma stabili condizioni.

Roba da matti. Doveva essere proprio noiosa quella donna!