Ristorante di Mosca assume solo gemelli

Ristorante di Mosca assume solo gemelli

In un ristorante di Mosca, in Russia, il proprietario ha deciso di assumere solamente gemelli monozigoti.

Ristorante di Mosca assume solo gemelli

Lo staff del Twin Stars Diner è composto unicamente da gemelli; i camerieri e i baristi sono tutti gemelli monozigoti che lavorano in coppia, con tanto di vestiti uguali.

Il proprietario, Alexei Khodorkovsky, ha spiegato che l’idea gli è venuta vedendo il film sovietico Kingdom of Crooked Mirrors del 1964 in cui la protagonista, in un universo parallelo, fa amicizia con il suo riflesso nello specchio.

Se avete un gemello e volete stare insieme sempre, anche a lavoro, è il posto che fa per voi!

Quadri creati con ali di farfalle (1)

Artista entomologo crea quadri con ali di farfalle

Vadim Zaritsky, ex ufficiale di polizia russo ora artista ed entomologo, ha avuto un’idea che gli ha permesso di unire le sue due passioni. Per creare i suoi quadri, infatti, utilizza… ali di farfalle! Farfalle comunque già morte.

Quadri creati con ali di farfalle (1)

Zaritsky colleziona farfalle da quando era piccolo ma solo quando è andato in pensione due anni fa ha potuto cominciare a dedicare completamente sé stesso alla sua passione. Quando però capitava che si danneggiavano o si deterioravano con il tempo pensava fosse un vero peccato gettarle via; gli è quindi venuta l’idea di usare le loro ali per realizzare dei quadri. In questo modo ha potuto riciclare tutte le ali che sarebbero state buttate nella spazzatura.

Quadri creati con ali di farfalle (5) Cerca farfalle morte anche nei sentieri e nelle strade vicino alla sua casa a Lipetsk, situata a 438km a sudest di Mosca, in cui muoiono in massa, ma ci sono anche altri suoi colleghi collezionisti che gliele donano quando, appunto, si danneggiano.

Nonostante acuni maestri africani avessero già utilizzato ali di farfalla nella loro arte, nessuno ha mai avuto un talento pari a quello di Vadim Zaritsky; è proprio per questo che è considerato il pioniere di questa affascinante tecnica.

I soggetti delle sue creazioni variano da paesaggi e natura morta a ritratti di figure politiche e artisti famosi. In 5 anni ha creato più di 100 quadri di varie dimensioni.

L’entomologo russo, per ultimare un suo quadro, ci mette da una settimana a vari mesi di tempo.

Quadri creati con ali di farfalle (7) Quadri creati con ali di farfalle (6) Quadri creati con ali di farfalle (2) Quadri creati con ali di farfalle (3) Quadri creati con ali di farfalle (4)

Dans le Noir

A Mosca apre ristorante “al buio”

Bandite rigorosamente le distrazioni visive, solo il gusto deve essere l’unico metro di giudizio. Sono queste le regole base del “Dans le noir“, al buio appunto, il nuovo ristorante a luci rigorosamente spente per palati coraggiosi che ha aperto i battenti a Mosca. Un’altra curiosità del locale è che i camerieri sono tutti non vedenti. E per far star tranquilli i clienti il direttore assicura: “Le stoviglie sono infrangibili”.

Dans le Noir

“Mangiare nel buio totale è un’esperienza del tutto diversa: il senso del gusto può giocare strani scherzi, alcuni non riescono a distinguere la carne dal pesce”, spiega il direttore Iuri Radkoviets nel web-site del locale.

I clienti hanno solo un momento di luce, all’ingresso, per consultare il menù, scegliere il pasto e venire istruiti sulle regole del nutrirsi nell’oscurità. Devono abbandonare qualunque effetto personale, in primo luogo telefonini e sigarette, per non subire distrazioni. Poi vengono accompagnati ai tavoli per mano da camerieri non vedenti, passando attraverso un corridoio in penombra per abituarsi gradualmente al buio totale.

Per il personale non è difficile orientarsi: e per gli ospiti, piatti e bicchieri sono infrangibili, a scanso di problemi. La sala da pranzo è in grado di ospitare fino a cinquanta persone, e il pasto dura circa un’ora e mezzo. Poi i clienti vengono accompagnati in un bar illuminato, dove si scambiano le impressioni. Fra le opzioni disponibili c’è anche un menu a sorpresa: che lascia, a chi lo richiede, parecchi dubbi su cosa abbia mangiato.