Mr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di Natale

Andy Park, l’uomo che ha deciso di sposarsi con un albero di Natale

Andy Park, anche conosciuto come ‘Mr. Christmas’ è un elettricista proveniente da Melksham nel Wiltshire ed ha recentemente dichiarato di avere intenzione di sposare il suo beneamato albero di Natale ed è attualmente alla ricerca di un prete disposto a celebrare la cerimonia.

Mr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di Natale

L’uomo 47enne ama il Natale più di chiunque altro al mondo e lo dimostra ogni giorno da 17 anni a questa parte.

Fin dal 1993 infatti Andy festeggia il Natale ogni giorno della sua vita e non mi riferisco solo al cappello da Babbo Natale ad una strofa di Jingle Bells.

Il signor Park infatti ogni giorno per festeggiare stappa una bottiglia di Champagne, si compra un regalino rigorosamente incartato con carta natalizia e naturalmente mantiene la sua abitazione addobbata e si concede un pranzo con i fiocchi, non prima di aver ascoltato il discorso della regina.

E ora Andy ha deciso di fare un passo avanti e sposare il suo Albero di Natale. I due stanno insieme solo da 2 anni, ma lui assicura che sono stati sufficienti per trovare l’intesa perfetta e l’intimità necessaria per un impegno del genere.

Mr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di NataleMr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di NataleMr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di NataleMr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di NataleMr Christmas - Andy Park si sposa con l'albero di Natale

“E’ il mio migliore amico” – ha confessato l’uomo – “Non si stanca mai quando lo guardo e inoltre se altra gente ha sposato i propri animali domestici o il proprio cuscino non vedo perché io non dovrei sposarmi l’albero di Natale.”

E come dargli torto!

Mr. Christmas ha già comprato per il suo albero una magnifica fede nuziale ma non ha ancora deciso su quale ramo metterla.

Ma il vero problema naturalmente è un altro: trovare un prete disposto a celebrare il rito, nel caso dovesse trovarlo, siamo certi che non esiterà due minuti di più per sposare il suo amato abete.

Christmas tree cat

Il gatto e il topo, buon Natale a tutti

Christmas tree catNon sono serviti a molto gli affanni del temerario gatto protagonista di questa simpatica storiella Natalizia.

L’incredibile scena immortalata dai padroni di Bumble, i signori Carolyne e Stan Brading nella loro abitazione a Whitwell in Gran Bretagna, sembra uscita da un cartone animato di Tom e Jerry.

Come potete vedere dalle immagini il povero gatto Bumble ha tentato invano di catturare un piccolo topolino che si era intrufolato all’interno dell’appartamento, ed è rimasto inevitabilmente incastrato tra i rami dell’albero di natale con faccia sconsolata.

Il topo dal canto suo si era rifugiato sulla cima dell’albero e con aria sprezzante guardava il gatto sotto di se dimenarsi tra i rami.

“Non potevo credere a quello che ho visto” – ha dichiarato Stan – “Sono corso immediatamente a prendere la macchina fotografica per immortalare la scena”.

Fortunatamente per il topo, la vicenda ha un lieto fine e per questa volta il più debole ha vinto.

Bumble è stato liberato dai suoi padroni e il piccolo ratto è stato lasciato libero di scappare.

Se fossi nel topo però non giocherei un’altra volta con il fuoco! I regali di Natale arrivano una sola volta all’anno.

Spero vi sia piaciuta la fiaba, un sereno natale a tutti voi!!

Merry Christmas

AbsurdityIsNothing vi augura buone feste!

Questo è il risultato che tutte le donne di Absurdityisnothing avranno se in questi giorni di festa esagereranno troppo con il cibo! 😛 Per quanto riguarda gli uomini invece, attenti a non bere troppo oppure vi potreste ritrovare conciati così.

E speriamo che non nevichi se no ci toccherà chiamare tutti quanti gli angeli spala neve!

Merry Christmas

ps. Donne, naturalmente stavo scherzando, lo so che in realtà avete tutte quante fisici perfetti, come questi 🙂

Babbo Natale ubriaco ripreso dalle telecamere di sorveglianza

santaLe telecamere di sorveglianza in un parcheggio in Germania hanno ripreso la divertentissima scena di un Babbo Natale ubriaco che in preda ai fumi dell’alcol ne combina più di Bertoldo nel giro di pochi secondi.

Secondo i testimoni, nonostante lo stato pessimo, l’uomo è riuscito ad uscire dal percheggio sano e salvo e non ricordandosi se avesse un’auto o no (e non potendo comunque guidarla) è tornato a casa con l’autobus.

Bellissima la scena con la coppietta.

Babbo Natale licenziato per aver detto "Ho Ho Ho.."

Un Babbo Natale ha appeso il suo vestito da Santa Claus dopo aver affermato di esser stato licenziato per aver detto “ho, ho, ho”!
John oakes,70, dice di aver perso il proprio lavoro in un centro commerciale in Cairns, Australia, per aver usato il tipico saluto di Babbo Natale e per aver cantato canti natalizi.
Sostiene che l’agenzia Westaff avesse ordinato ai suoi Babbi Natale di dire “ha, ha, ha” invece di “oh, oh, oh” perché “ho” era una parola dello slang americano usata in senso dispregiativo per indicare le donne.
Il Signor Oakes ha detto : “Lunedì, dopo il mio turno, ho ricevuto una chiamata dal mio direttore che mi diceva che i miei servizi non erano più richiesti”.
“Non avevo fatto niente di male e quindi chiesi il perché del licenziamento, sentendomi rispondere “Ha detto ho, ho, ho e questo non è adeguato”.
“Ha anche detto che non ero tenuto a cantare, ma io stavo solo cantando Jingle Bells per far sorridere i bambini nelle foto! E’ semplicemente ridicolo e tutto questo è cambiato solo a causa delle nuove regole.”

US-based Westaff ha negato che quanto detto abbia influito nel caso del Signor Oake.
Il portavoce della società, Bert Jansz, ha detto:”Il candidato non è stato licenziato e non è stato tanto meno il suo uso delle parole “ho, ho, ho” a determinare la nostra decisione. L’atteggiamento del candidato non era in linea con le richieste dei nostri clienti”.

(Grazie a Laura per la traduzione)