Come i giochi di carte aiutano a migliorare abilità e salute

Se pensate che i giochi di carte siano solo dei giochi vi sbagliate di grosso; oltre ad essere divertenti hanno anche alcuni vantaggi tutt’altro che banali confermati dalle ricerche. Il National Institute on Aging negli Usa, ad esempio, ha dimostrato che i giochi di carte strategici come il bridge e il solitario online aiutano ad allenare la memoria aumentando la concentrazione.

(altro…)

Hater – L’app per trovare persone che odiano le tue stesse cose

Dopo Grindr, Tinder, Blendr e tutti gli altri servizi in grado di avvicinare persone con gli stessi interessi, finalmente sbarca nel mondo degli incontri online, un’app in grado di aiutare i suoi utenti a trovare persone che nutrono odio per le stesse cose o persone.

Hater, fondata da Brendan Alper, è nata come uno scherzo tra amici e si è in brevissimo tempo trasformata in qualcosa di reale, anche dopo aver condotto alcune ricerche che confermavano la sua intuizione iniziale.

Hater avvicina le persone grazie a quello che le allontana dagli altri. Un concetto semplice ma efficacissimo.

L’applicazione, in beta test da Dicembre è stata lanciata ufficialmente su apple store ieri 8 Febbraio 2017 e a brevissimo su google play.

“Vogliamo che le persone possano esprimersi più onestamente. E poi è molto più semplice iniziare una conversazione con una persona che odia i cetrioli” – ha dichiarato il CEO delll’azienda.

Acquista un dispositivo per ingrandire il pene, riceve una lente d'ingrandimento

Acquista un dispositivo per ingrandire il pene, riceve una lente d’ingrandimento

Molte persone continuano ad essere vittime di truffe online; questa volta è successo a un uomo malese che ha acquistato un dispositivo per ingrandire il pene ma quando è arrivato e ha scartato il pacco si è ritrovato con una lente d’ingrandimento tra le mani.

Acquista un dispositivo per ingrandire il pene, riceve una lente d'ingrandimento L’uomo aveva pagato più di £80 per il “dispositivo” che voleva usare per ingrandire il proprio pene ma i truffatori gli hanno spedito solamente una lente d’ingrandimento.

Come se non bastasse, hanno voluto prenderlo in giro ancora un po’ allegando un foglietto di istruzioni con scritto “Non utilizzare alla luce del sole”.

Non è stato l’unica vittima della truffa e sicuramente non sarà l’ultimo, e purtroppo chi vuole sporgere denuncia potrebbe avere qualche difficoltà.

L’avvocato dell’uomo ha dichiarato: “È particolarmente difficile se non c’è una prova d’acquisto, come una ricevuta. Non sapremmo chi, dove o come denunciarli”.

L'11% di chi acquista online lo fa completamente nudo

L’11% di chi acquista online lo fa completamente nudo

PayPal ha recentemente intervistato 4524 uomini e donne dai 16 ai 64 anni sul loro comportamento mentre acquistano online, scoprendo così alcuni fatti bizzarri.

L'11% di chi acquista online lo fa completamente nudo A quanto pare, all’11% degli acquirenti piace fare spese su internet mentre è senza vestiti. Ma non è tutto: al 15% piace essere accompagnato da un po’ di alcol mentre “aggiunge al carrello”.

Uno degli intervistati ha detto: “Fare shopping nudo non sarà un grosso problema ma direi che farlo mentre si è ubriachi è un po’ rischioso. E se ordinassi qualcosa che in realtà non vuoi?”.

Se ad alcune persone piace fare spese nudi, ad altri – un terzo degli intervistati – piace farlo con addosso il pigiama.

Meno sorprendente è invece un altro dato: con la tecnologia che avanza sempre più, l’86% afferma di usare smartphone e tablet per gli acquisti online.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha rivelato che lo scorso anno i più grandi acquirenti del web sono stati i britannici, mentre gli americani si sono posizionati in 14esima posizione. Secondo alcune ricerche solo un terzo degli adulti compra online negli Stati Uniti.

Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

Su un sito web in Brasile è stato messo in vendita un bambino per 1000 real brasiliani (pari a circa 320 euro) perché piangeva troppo.

Mette in vendita il figlio su internet perché piangeva troppo

La Polizia crede che l’inserzione, con tanto di foto del bimbo di pochi mesi, non fosse autentica ma è stata comunque rimossa per aver violato i termini e le condizioni di OLX, sito web per la vendita di beni e servizi. “Piange un sacco, non mi lascia dormire e ho bisogno di andare a lavorare“, recitava la descrizione sotto l’inserzione, in cui il numero da contattare risultava di Aparecida de Goiânia, un comune dello stato del Goiás in Brasile.

L’annuncio è rimasto online per almeno 24 ore prima che venisse rimosso dagli amministratori del sito.

Marcela Orçai, il detective che segue l’indagine, ha detto che l’inserzione probabilmente era una bufala e che il nome e l’indirizzo pubblicati in realtà non esistono.
La Polizia sta comunque continuando a monitorare il sito e il quartiere dove questo bambino dovrebbe vivere, nel caso fosse vero.

Compra su internet un verme solitario per perdere peso

Compra su internet un verme solitario per perdere peso

Una donna dell’Iowa (USA) è andata dal suo medico dicendole di aver acquistato un verme solitario online e di averlo ingerito nella speranza di perdere peso.

Compra su internet un verme solitario per perdere peso

Il medico, perplesso, ha subito chiamato il Dipartimento della Salute Pubblica dello Iowa per avere un consiglio su cosa fare.
Il Direttore medico del reparto, Patricia Quinlisk, ha suggerito quindi un farmaco svermante o qualche farmaco speciale che potesse uccidere il parassita.

“L’ingestione di tenie è estremamente rischiosa e può causare una vasta gamma di effetti collaterali, tra cui la morte, anche se raramente”, ha scritto la dottoressa Quinlisk. “A chi desidera dimagrire è consigliato adottare comprovati metodi di perdita del peso; consumare meno calorie e aumentare l’attività fisica”.