Uomo si risveglia con mutande da donna

Uomo si risveglia in ospedale con mutandine da donna

Nel Delaware, un uomo svegliatosi dall’anestesia si è ritrovato addosso delle mutandine rosa, cosa che non ha affatto gradito.

Uomo si risveglia con mutande da donna

Il protagonista dello scherzo si era sottoposto a una colonscopia nel Delaware Surgery Center, e quando l’anestetico era ancora in azione qualcuno del personale ha pensato bene di rendere meno drammatico il risveglio dall’intervento invasivo subito. (altro…)

Ricoverata all'ospedale dopo aver tentato di fare un bagno al gatto

Ricoverata all’ospedale dopo aver tentato di fare un bagno al gatto

Una donna è stata ricoverata all’ospedale dopo aver tentato di fare un bagno al suo gatto.

Ricoverata all'ospedale dopo aver tentato di fare un bagno al gatto

Lesley Pleasant (Shepton Mallet, Inghilterra) non ha mai avuto problemi nel fare il bagno al suo cane e all’altro suo gatto persiano ma ha scoperto che al nuovo arrivato Oscar l’acqua non piace proprio. Dopo aver notato che nel pelo di Oscar c’era qualche pulce ha pensato di fargli un bagno ma il gatto ha subito provato a scappare; non riuscendoci, si è aggrappato al braccio di Lesley infilzandole gli artigli nella pelle.

(altro…)

Confonde un porcospino per un opossum (2)

Scambia un porcospino per un opossum, finisce in ospedale con la mano bucata

Antonio Rodrigues Mororó, 50enne brasiliano, credeva di avere di fronte un innocuo opossum, e invece…

Confonde un porcospino per un opossum (2)

L’uomo stava dando una festa famigliare, quando improvvisamente la moglie incinta lo avverte di un intruso in casa; un opossum, seduto di fronte all’entrata, sulle scale.

È così che Antonio, per disfarsi del tenero animaletto, si avvicina per tirargli uno schiaffo, leggero, senza cattive intenzioni. Ciò che non aveva calcolato era la sua scarsa conoscenza del genere animale: infatti il presunto opossum altro non era che un porcospino, e schiaffeggiandolo l’uomo si è impiantato oltre 400 aculei nella mano.

Portato subito al pronto soccorso, dopo ben tre anestesie, un vaccino contro il tetano e una cura di antibiotici, all’uomo è rimasta una mano piena di piccoli fori.

Confonde un porcospino per un opossum (1)

Uomo di 66 anni va dal dottore e scopre di essere donna

Un 66enne, apparentemente uomo, ha fatto una scoperta sorprendente quando si è recato dal medico a causa di un gonfiore all’addome. Il gonfiore era in realtà una ciste nell’ovaia, che rende il paziente una donna a tutti gli effetti.

La condizione della donna è causata da una combinazione di due rare malattie genetiche: la sindrome di Turner, che causa la mancanza di alcune caratteristiche femminili (come ad esempio rimanere incinta), e l’iperplasia surrenale congenita, che incrementa gli ormoni maschili facendo somigliare il paziente ad un uomo.
Il caso è stato riportato dai dottori degli ospedali cinesi Kwong Wah e Queen Elizabeth, che hanno entrambi avuto in trattamento il paziente.

“Il paziente, per definizione, è una donna che non può rimanere incinta ma ha anche l’iperplasia surrenale congenita, che le dà le sembianze di un uomo“, ha detto un professore dell’Università Cinese. “È un interessante e raro caso avere due combinazioni e probabilmente non capiterà per un po’ di tempo”.

Il 66enne, che ha deciso di continuare a percepirsi come uomo con l’aiuto di trattamenti ormonali maschili, è vietnamita di nascita e orfano. Ha la barba, un pene molto piccolo e non ha testicoli, ed è alto solamente 1,37 metri.

Ricoverato in ospedale con un’anguilla nel sedere

Un appassionato di film per adulti è stato ricoverato in ospedale dopo aver infilato un’anguilla viva nel proprio sedere.

Ricoverato in ospedale con un'anguilla nel sedere Il 39enne di Shunde (Cina) stava cercando di copiare una scena di un film per adulti quando ha perso la presa dell’anguilla che aveva infilato nel suo didietro, che è entrata completamente scivolandogli nel retto.

Dopo aver provato a tirarla fuori da solo, ovviamente senza nessun risultato positivo, è corso al pronto soccorso più vicino.
Un team di chirurghi hanno passato ore intere a rimuovere l’anguilla di mezzo metroe di oltre mezzo chilo – intrappolata nel corpo dell’uomo.

L’anguilla era ancora viva quando il team medico è riuscito ad estrarla ma è morta poco dopo.

“È stata una trovata particolarmente stupida che avrebbe potuto causargli gravi ferite. Le anguille hanno denti piccoli ma molto affilati“, ha spiegato un dottore.

Un portavoce della Polizia ha affermato che l’uomo, non appena uscirà dall’ospedale, verrà interrogato per maltrattamento di animali.

Lavano le finestre di un ospedale pediatrico vestiti da supereroi

Lavano le finestre di un ospedale pediatrico vestiti da supereroi (2)

Dopo aver ripulito le strade dal crimine, questi gentili supereroi hanno deciso di pulire anche le finestre di un ospedale pediatrico.

Lavano le finestre di un ospedale pediatrico vestiti da supereroi (1) Sbalorditi, i pazienti dell’ospedale pediatrico di Pittsburgh hanno visto Spider-Man e Capitan America appesi a dei fili per pulire le finestre; alla missione per allietare le giornate dei bambini malati si sono aggiunti anche Batman e Superman.

L’organizzatore – e presidente dell’impresa di pulizie Allegheny Window Cleaning – Edward Matuizek ha affermato che i suoi dipendenti supereroi hanno ricevuto un benvenuto da veri eroi dai bambini sorpresi dell’ospedale che, non credendo ai loro occhi, si sono precipitati alle finestre per vedere da vicino gli uomini appesi a discesa in corda doppia.

“I ragazzi avevano le lacrime di gioia dietro ai costumi. È stato emozionante e travolgente vedere com’erano contenti quei bambini“, ha detto Matuizek.

L’azienda, che ha speso all’incirca £500 per i costumi, ha già in programma altri progetti del genere.

tamburello per i pazienti

Faceva usare ai pazienti il tamburello per chiedere aiuto, ospedale si scusa

tamburello per i pazientiUn ospedale di Newport in Gran Bretagna è stato costretto a scusarsi pubblicamente con i propri pazienti dopo aver chiesto ad alcuni di questi di usare un tamburello anzichè il segnale acustico per attirare l’attenzione del personale.

Il tamburello è stato messo in una stanza da un’infermeria del Cardiff Royal Hospital dopo che gli anziani pazienti avevano espresso il timore che le infermiere fossero troppo lontane per sentire i loro lamenti in caso di bisogno.

“E’ ridicolo, questi pazienti sono pensionati, non musicisti come Mick Jagger” – ha detto un residente – “Dov’è la dignità nel chiedere a persone anziane e fragili di suonare un tamburello se sono in pericolo? Fa sembrare l’intera azienda nazionale ospedaliera una società ridicola”.

L’uomo si è lamentato anche del fatto che prima ci fossero un paio di maracas nella camera di degenza per essere usate dai pazienti nel caso il tamburello fosse rotto.

Steve Allen, dirigente del Consiglio della sanità della comunità di Glamorgan, ha detto: “Tutto ciò è totalmente inappropriato. I pazienti non dovrebbero ricorrere ad agitare un tamburello per avere l’assistenza di un infermiere.”

Ruth Walker, direttore esecutivo dell’infermieristica nell’università di Cardiff e Vale Health Board, si è scusato per il tamburello, e ha detto che sarà installata una nuova campanella di emergenza.

Meglio tardi che mai! Il concerto è meglio andare a sentirlo altrove.

Senza braccio

Muratore si presenta in ospedale con il braccio in una busta per farselo riattaccare

Un muratore Rumeno si è presentato alcuni giorni fa in ospedale portando con se una grossa busta gialla contenente al suo interno il suo stesso braccio.

Senza braccioSenza braccio

Miheal Ionescu si sarebbe presentato al pronto soccorso del St John hospital di Iasi in Romania con estrema pacatezza chiedendo ai medici che gli venisse riattaccato l’arto che aveva portato con se.

Secondo quanto appreso l’incidente sarebbe avvenuto mentre l’uomo si trovava sul posto di lavoro.

Dopo circa 12 ore di operazione fortunatamente i 9 medici chirurghi intervenuti per l’operazione, sono riusciti a riattaccare al 51enne di Falticeni il suo arto.

Il portavoce dell’ospedale, il signor Tudor Ciuhodaru ha dichiarato che l’uomo quando è arrivato in ospedale si trovava in evidente stato di shock, causa per il quale è riuscito a mantenere tutta quella calma. Ha anche aggiunto che Mihael ora si trova in terapia intensiva, dato che si tratta di uno dei casi più gravi mai trattati all’ospedale di Iasi, nonostante l’ospedale specializzato in questo tipo di operazioni, ne effettui già più di mille all’anno.