Hotel offre pesci rossi per fare compagnia ai clienti solitari

Hotel offre pesci rossi per fare compagnia ai clienti solitari

Dopo una lunga giornata di lavoro o un incontro pesante con i colleghi, molti uomini d’affari avrebbero bisogno di qualcuno che li rallegri un po’ quando tornano in albergo; per questo un hotel in Inghilterra offre loro un pesce rosso.

Hotel offre pesci rossi per fare compagnia ai clienti solitari L’Happy Guests Lodge Hotel di Dutton, Cheshire, offre ai propri clienti un pesce rosso che possa rallegrarli nella loro stanza ad una tariffa di £5, che si può prenotare nel sito web come tutti gli altri servizi, tipo la colazione o lo champagne.

Il proprietario dell’albergo Jeff Riley ha detto: “Molti clienti passano vari giorni lontani da casa e potrebbero sentirsi soli ma ora, quando i nostri ospiti torneranno nelle loro stanze dopo una lunga giornata in ufficio, Happy sarà qui ad offrirgli amore incondizionato e un valido ascoltatore. Non può rispondere, ovviamente, ma potrà ondeggiare avanti e indietro dentro l’acquario, in modo che gli ospiti possano avere qualcuno con qui parlare e scaricare tutti i problemi della giornata“, ha detto.

Il signor Riley spera di poter introdurre due o tre pesci rossi in più se l’idea si rivelerà un successo. “Una volta che ad un cliente viene offerto un pesce sono sicuro che quando ritornerà lo richiederà nuovamente“, afferma. “Sarà come se l’avessero adottato nelle loro menti e gli fosse mancato tra un soggiorno e l’altro”.

Zauo ristorante del pesce a Tokyo (2)

In Giappone il ristorante che vi fa pescare i pesci che mangiate

“Zauo” che tradotto significa “siediti e pesca” è un ristorante unico nel genere. In questo locale i clienti hanno l’opportunità, un po’ crudele, di potersi pescare da soli il proprio pesce che verrà poi immediatamente cucinato dal cuoco.

Ovviamente il ristorante si trova in Giappone a Tokyo ed è il luogo ideale se volete provare un’esperienza in pieno stile Nipponico. La location è caratterizzata da una sala a forma di barca completamente circondata da vasche piene di pesci che i clienti stessi possono pescare con il retino.

Zauo ristorante a Tokyo
Zauo ristorante del pesce a Tokyo (1)Zauo ristorante del pesce a Tokyo (2)Zauo ristorante del pesce a Tokyo (3)Zauo ristorante del pesce a Tokyo (4)Zauo ristorante del pesce a Tokyo (5)

Il proprietario del locale racconta che l’idea per la realizzazione del locale gli è venuta quando qualcuno un giorno gli disse:” Dai un pesce ad un uomo e lo sfamerai per un giorno, insegnagli a pescare e lo sfamerai per sempre.”

All’ingresso i camerieri vi accoglieranno e vi daranno i retini, poi vi accompagneranno alla vasca giusta in base ai vostri desideri culinari. La scelta avviene tra decine di specie diverse di pesce.

Il prezzo totale di una cena non è sicuramente trascurabile, se siete intenzionati ad andarci, una cena vi costerà almeno 100 dollari.

Sandu'ao - Il villaggio galleggiante

Sandu’ao – Il villaggio galleggiante in Cina

Sandu'ao - Il villaggio galleggiante

Spesso viene chiamato “Il villaggio del mondo che verrà”, è un piccolo paesino gallegiante che si trova in Cina e il suo vero nome è Sandu’ao.

Fa parte della provincia di Fujian ed è considerata la più grande città ‘lacunare’ della Cina.

Sostanzialmente si tratta di un enorme villaggio galleggiante i cui abitanti non sentono il bisogno di una terra ferma per poter vivere. Quasi tutti vivono esclusivamente di allevamento di pesci nell’Oceano Pacifico.

Che ci crediate o no Sandu’ao ha un ufficio postale, un supermercato, una stazione di polizia e anche parecchi ristoranti.

Dopo essere stata devastata dai bombardamenti aerei durante l’invasione Giapponese della seconda Guerra Mondiale, il paese galleggiante ha attraversato un decennio di ricostruzioni e di sviluppo fino a diventare oggi il primo produttore del pesce Yellow Croaker e di altre specie marine come gamberi e vongole.

Sandu'ao - Il villaggio galleggianteSandu'ao - Il villaggio galleggianteSandu'ao - Il villaggio galleggianteSandu'ao - Il villaggio galleggianteSandu'ao - Il villaggio galleggiante

Le coltivazioni vengono fatte in enormi gabbie poste lungo lo stretto nel quale si trova il paese e sono chiaramente visibili anche dal satellite.

Per quanto riguarda l’aspetto delle abitazioni di Sandu’ao, non ci sono moltissime differenze rispetto ad una classica casa cinese; molti appartamenti sono realizzati in legno e galleggiano su enormi pontoni di legno, bamboo o gomma.

La posizione particolare del villaggio fa in modo che le onde si infrangano molto prima di arrivare al villaggio e i pontoni galleggiano indisturbati sul mare piatto.

Negli ultimi anni il pease oltre che straordinario produttore di pesce si è anche evoluto nel campo del turismo, sempre più persone infatti si recano a visitarlo per vivere un giorno da abitante del mare.

Frozen Aquarium

Dal Giappone il primo acquario congelato – Kori no Suizokukan

Cercavate un modo per combattere il caldo di questi ultimi giorni d’agosto? Volete fare una passeggiata fuori porta? Allora ho la soluzione che fa per voi.

Frozen Aquarium

In Giappone ha aperto da alcuni anni un acquario interamente congelato. Il Kori no Suizokukan, questo il nome dell’insolito zoo marino, si trova a Kesennuma 500 chilometri a nord di Tokio e al suo interno è possibile osservare più di 450 specie di pesci rigorosamente congelati, oltre che 80 specie tra vegetali, crostacei, molluschi e altri animali.

I visitatori potranno godere anche di fiori, bottiglie di Sake, personaggi d’azione, tutti rigorosamente intrappolati in grossi blocchi di ghiaccio.

L’acquario gelato è stato inaugurato nel 2002 e utilizza un sistema di congelamento istantaneo che permette di mantenere in perfetto stato tutti gli animali e i vegetali presenti all’interno della struttura.

Froozen AquariumFroozen AquariumFroozen AquariumFroozen AquariumFroozen Aquarium

I visitatori a causa delle bassissime temperature (-20° circa) possono rimanere all’interno dell’acquario solo pochi minuti, per evitare l’ipotermia. Non a caso ogni ospite viene equipaggiato con grossi cappotti argentati senza i quali basterebbero 5 minuti per iniziare a soffrire dei sintomi dell’assideramento.

Pioggia di pesci

Pioggia di pesci in un villaggio australiano

Pioggia di pesciGli abitanti del villaggio di Lajamanu hanno creduto di essere diventati tutti quanti pazzi quando, pochi giorni fa, hanno visto piovere dal cielo centinaia e centinaia di pesci persici.

Tutti quanti raccoglievano pesci dalla strada, come fossero sassi. Nessuno riusciva a credere a quello che stava accadendo, i pesci cadevano dal cielo e quando toccavano terra erano ancora vivi.

I pesci persici sono comunissimi nella zona est del’Austalia,  se non fosse che il fiume più vicino al villaggio di Lajamanu è a oltre 500 chilometri di distanza.

A quanto pare però esiste una spiegazione scientifica a tale fenomeno sebbene possa sembrare assurda. I meteorologi dicono che le condizioni climatiche nel giorno della pioggia di pesci, erano perfette per la formazione di un tornado in quella regione. La potenza del tornado avrebbe dunque risucchiato e scaraventato i pesci in aria per migliaia di metri facendoli ricadere poi a centinaia di chilometri dal luogo in cui si trovavano.

I più anziani del paese affermano che non è la prima volta che un fenomeno del genere si verifica nella zona, nel 1980 a detta del signor Les Dillon ci fu una tempesta simile a quella di pochi giorni fa in cui caddero dal cielo dei piccoli pesci – “All’epoca nessuno mi credette perché avevo bevuto 6 birre” – ha detto.

Se non credete a questa notizia, sappiate che il fenomeno è raro ma non unico, tanto che esiste anche una pagina di Wikipedia che ne parla.