Nato senza braccia, diventa tatuatore professionista con i piedi

Brian Tagalog, nato 27 anni fa senza braccia è un giovane artista Hawaiiano che ha fatto della sua passione un lavoro, diventando il primo tatuatore professionista al mondo a tatuare con i piedi.

Dopo aver passato l’infanzia ad Honolulu, Brian si è trasferito con i genitori a Tucson in Arizona, qui ha coltivato la sua passione per i disegni e ha iniziato a sognare di diventare un tatuatore. Inizialmente non è stato facile convincere gli studi di tatuatori ad insegnare a Brian il mestiere, ma grazie anche all’aiuto della nonna, il ragazzo è riuscito ad acquistare la sua prima macchinetta e ad affinare la sua tecnica più unica che rara.

tatuatore senza braccia

Dopo 11 anni di gavetta e moltissimi rifiuti dagli shop della sua città, oggi finalmente Brian ha aperto il suo negozio di tatuaggi “Tattoo by foot”.

La più grande soddisfazione di Brian sono i volti dei suoi clienti quando si rendono conto di quanto riesca ad essere bravo nonostante il suo limite fisico.

“Non arrendetevi mai, se volete qualcosa rincorretela fino a quando non riuscirete ad averla. Tutto è possibile!” – dichiara entusiasta Brian.

Monaco lascia impronte sul pavimento

Prega per vent’anni nello stesso punto e lascia il solco dei piedi sul legno

No, non è assolutamente un fotomontaggio, queste sono realmente le impronte di due piedi sul legno e appartengono al monaco Buddhista Hua Chi che per vent’anni ha pregato ogni giorno della sua vita nello stesso punto del tempio di Tongren in Cina.
Monaco lascia impronte sul pavimento

I solchi sul pavimento in legno sono profondi fino a 3 centimetri e si sono formati per le moltissime preghiere del monaco, fino a 3000 al giorno.

Ora che l’età inizia ad avanzare, Hua ha dichiarato di aver ridotto la sue preghiere a 1000 al giorno.

Le sue impronte sono diventate una sorta di fonte di ispirazione per i giovani monaci del tempio: “Ogni giorno vengo qua, guardo quel pezzo di legno e penso che un giorno anche io potrò avere le mie impronte. E’ una fonte di ispirazione” – racconta Genden Darji, 29 anni.

Monaco lascia impronte sul pavimentoMonaco lascia impronte sul pavimentoMonaco lascia impronte sul pavimento

“Ti puzzano i piedi” e lei lo accoltella

E’ successo nello stato di Washington, dove una ragazza di 18anni ha accoltellato un ragazzo diciannovenne, dopo che questo l’aveva derisa dicendole che i suoi piedi puzzavano.

Puzza di piedi

La polizia avrebbe ritrovato il corpo del giovane uomo a terra, con un coltello infilzato nella schiena per alcuni centimetri e con un polmone collassato.

Secondo i giornali Americani, il litigio tra i due è iniziato quando Amber Smith si apprestava a fare una capriola all’indietro durante una serata in compagnia tra amici e si è tolta le scarpe

A quel punto il ragazzo avrebbe confessato alla ragazza che i suoi piedi puzzavano e lei risentita l’avrebbe accoltellato.

La ragazza non è pregiudicata. Per fortuna la vittima guarirà presto, mentre per Amber sarà il giudice a decidere del suo futuro.

Zhou Mingdi – L’artista che scrive con mani piedi e bocca. Contemporaneamente!

Saper scrivere con entrambe le mani è già molto difficile. Usarle per scrivere contemporaneamente è ancora più difficile, ma saper usare anche piedi è bocca è roba che probabilmente solo un uomo al mondo sa fare.

Zhou Mingdi, un 63enne proveniente dalla provincia di Hunan in Cina è in grado di scrivere con praticamente ogni parte del suo corpo, le mani, i piedi, la bocca, il naso, i gomiti, la schiena.

Il vecchio maestro di grafia è in grado di realizzare bellissime scritture con i suoi pennelli incastrati nel naso, legati dietro la schiena o afferrati con le dita dei piedi.

Zhou Mingdi l'uomo che scrive con ogni parte del corpoZhou Mingdi l'uomo che scrive con ogni parte del corpoZhou Mingdi l'uomo che scrive con ogni parte del corpoZhou Mingdi l'uomo che scrive con ogni parte del corpoZhou Mingdi l'uomo che scrive con ogni parte del corpo

La cosa più incredibile di Zhou però è il fatto che riesca a scrivere anche con 8 pennelli contemporaneamente continuando a mantenere una precisione quasi assoluta.

Ecco alcune foto del 2005 scattate durante una dimostrazione.