Scaramanzia e casinò: i riti più assurdi

Non tutti hanno le idee chiare su come funzionano i casinò online. Si tratta di piattaforme sul web che permettono di giocare in linea senza necessità di doversi spostare da casa per recarsi ad un casinò fisico. In questo modo ci si può godere il divertimento in totale relax, nel pieno rispetto della propria privacy e con la possibilità di usare interessanti bonus per casino. In alcuni casi, infatti, online si possono provare anche i giochi gratis, ovvero con soldi virtuali. In questo modo si ha la possibilità di capire bene il funzionamento del gioco senza necessariamente investire subito i propri soldi.

Casinò online e classici casinò fisici sono accumunati, però, dalla necessità dei giocatori di affidarsi a una serie di rituali, a volte piuttosto buffi, per attirare la fortuna. Perché in entrambi i casi, trattandosi di gioco d’azzardo, è comunque sempre la dea bendata ad avere il peso più imporante nelle giocate.

 

I riti scaramantici più bizzari usati nel casinò online

Sono molti i giocatori che hanno dei riti scaramantici. Un po’ chiunque, infatti, usa un gesto o un rito, nella speranza che possa regalare una bella vincita. I più gentili, cercano di instaurare una connessione telepatica con la pallina, chiedendole la ‘cortesia’ di cadere proprio sul numero tanto desiderato. I giocatori più “agguerriti”, invece, tentano di sfidare la fortuna usando sempre la mano destra o sinistra per effettuare la giocata.

Ma non è finita qui. C’è anche chi cerca di piazzare una chips alla volta o chi, invece, le piazza tutte insieme. Ancora, c’è poi chi punta con gli occhi chiusi per affidarsi in tutto e per tutto alle mani delle sette divinità della fortuna. Non manca, poi, chi tiene stretto a sé il proprio amuleto oppure chi, durante la giocata, non rinuncia a dare una ‘toccatina’ al classico corno portafortuna.
I più scaramantici usano anche lo stesso indumento portafortuna da indossare anche nei giorni a seguire. Come dimenticare, poi, i riti più classici classici come evitare di incrociare le dita, o le braccia, oppure cantare una canzone che possa scacciare il tanto indesiderato malocchio: a tal proposito, come dimenticare Fantozzi, costretto da Semenzara a bere 25 bottiglie di acqua Bertier per tentare la fortuna?

 

Il paradosso del gambler e il Metodo Montecarlo.

Alcuni giocatori si basano ancora sul paradosso del gambler, secondo cui se, ad esempio, la pallina si ferma sul nero un dato numero di volte, la volta successiva andrà sul rosso. Un ‘paradosso’ smentito nel 1946 dal matematico Stanislaw Ulan che, grazie al sistema Montecarlo, riuscì a provare che, anche se la pallina di una roulette si ferma 26 volte consecutive sul nero, le possibilità che il turno successivo finisca sul rosso o nero rimangono assolutamente uguali.

 

Superstizioni usate nei casinò online dai giocatori cinesi

Anche nella cultura cinese non mancano riti assurdi. Libero spazio al colore rosso, considerato uno dei più fortunati: molti giocatori indossano biancheria intima rossa per attirare la fortuna. Per i cinesi che si recano ai casinò fisici, assolutamente bandita anche l’entrata nell’ingresso principale del casinò. La sfortuna, infatti, potrebbe fare brutti scherzi, soprattutto quando l’ingresso rappresenta le fauci di un predatore, come nel caso dell’MGM Grand Casino di Las Vegas con un ingresso a forma di bocca di leone, sostituita nel 1997 per attirare di nuovo i giocatori asiatici.

Infine, secondo alcune superstizioni cinesi, non bisogna mai lavarsi le mani durante il gioco: si potrebbero rovesciare le fortune, soprattutto nel bel mezzo di una serie vincente!
In quanto ai numeri fortunati, i migliori sono il 6, il 7, l’8, il 9, oltre che il 2 e il 3. Bandito, invece, il numero 4, considerato sfortunato perché foneticamente simile al suono della parola ‘morte’.

Niente fischi durante la giocata
Secondo alcune credenze, porta sfortuna giocare su un tavolo lucido oppure girare la sedia mentre si gioca. Assolutamente vietato anche fischiettare durante il gioco. Un atteggiamento che, secondo molti, potrebbe far bussare alla porta la tanto temuta sfortuna!

 

Recensioni e guide per ridurre il rischio di perdita.

Tutti i giocatori possono tentare la fortuna e cercare di aggiudicarsi vincite importanti ricorrendo a uno dei tanti riti assurdi sopra elencati. In alternativa, però, si possono approfondire le caratteristiche dei diversi tipi di gioco e casinò on line in modo da essere il più prearati e consapevoli possibile. Ad esempio, leggere recensioni dettagliate scritte da esperti come quelle presenti sul sito Bonuspercasino.com, potrebbe essere più efficace che affidarsi a qualche oggetto portafortuna o bizzarro rito scaramantico.
Questo vale soprattutto per i principianti che potranno così servirsi dei preziosi consigli utili degli esperti o dei bonus per casinò per muoversi con minori rischi durante la giocata.

 

Nel Guinness World Record c’è spazio anche per il gioco d’azzardo

Ha da poco festeggiato i sessant’anni di onorato servizio, ma non ha alcuna intenzione di andare in
pensione.

Perché la prima edizione del “Guinness World Record” fu terminata di stampare un’estate di metà anni
Cinquanta. L’idea di raccogliere in una pubblicazione i più differenti primati opera dell’uomo oppure della natura, venne a un ingegnere di Sua Maestà, dirigente in una popolare fabbrica di birra con sede a Dublino, nell’Irlanda meridionale.

(altro…)

poker meglio del sesso

14 motivi per cui una notte di poker è meglio di una notte bollente

poker meglio del sessoIl sito online di poker Titanbet.it ha deciso di fare un favore ai giocatori single, spiegando in un divertente fumetto come mai il poker è, per certi versi, meglio del sesso. E ha trovato ben 14 motivi per sostenere questa di certo non popolarissima teoria. Si può non essere d’accordo, ma alcuni degli argomenti ci sembrano tutto sommato validi e abbiamo quindi deciso di riportarveli. Vi sconsigliamo però di discuterne a un appuntamento galante se non volete essere scaricati su due piedi.

Il primo motivo, secondo questo sito di poker, è dimostrabile al cronometro: il poker dura di più.
C’è poco da fare, è la verità. Salvo rarissimi casi, come ad esempio Sting (ma c’è sempre la
possibilità che le sue prestazioni siano una leggenda metropolitana), il poker è un metodo più
efficiente se si deve far trascorrere molto tempo.
Il secondo motivo è di quelli che nessuna donna vorrebbe mai sentire: per avere successo nei
rapporti intimi occorre lavarsi, nel poker no. Il terzo argomento a favore del poker, riguarda
l’annoso problema dei bis. Quando finisce una partita si può subito cominciarne un’altra, nell’altro caso le cose di solito non vanno proprio così.

L’età non conta e nessuno spettegola se il vostro partner di tavolo è molto più giovane o più vecchio di voi, prosegue il fumetto. Inoltre l’ideale è giocare a tre o a quattro, e si può guardare altri che giocano senza essere considerati dei pervertiti. Non è necessario essere esperti e nessuno soffre quando si cambia partner. Ancora, quando si fallisce si può tornare subito in sella, senza troppe paranoie!

Il sito di gioco però ci regala anche sette motivi che renderebbero il poker e il sesso simili. Primo motivo: giocare da soli non è divertente. La prudenza, in entrambi i casi, non è mai troppa. Non basta avere una buona mano, ma conta anche come la si usa! I bluff sono frequenti sia in un ambito
che nell’altro, ma bisogna essere attenti e capire quando bluffare. Le delusioni sono sempre possibili
e le dimensioni (del portafogli, sottintende il fumetto) purtroppo contano.

Forse Titanbet ha un po’ esagerato con l’ironia e con il cinismo in certe vignette, ma su alcune
dobbiamo ammettere di essere d’accordo. E voi?

Tassista di Las Vegas trova $300,000 nel sedile posteriore

Tassista di Las Vegas trova $300,000 nel sedile posteriore

Un tassista di Las Vegas ha trovato una borsa che conteneva $300,000 nel sedile posteriore del suo taxi.

Tassista di Las Vegas trova $300,000 nel sedile posteriore Gerardo Gamboa, quando ha visto che qualcuno aveva dimenticato qualcosa nel suo taxi, ha pensato si trattasse di una borsa con del cioccolato preso in occasione del Natale ma è rimasto sorpreso nel trovare sei fagotti di banconote da $100.

Il signor Gamboa, che guida il taxi da 13 anni, ha consegnato il denaro trovato che è stato successivamente restituito a un giocatore di poker non identificato.

Gerardo È stato nominato tassista dell’anno dai suoi capi ricevendo un bonus di $1,000 ma non è ancora stato contattato dal giocatore di poker che aveva lasciato i soldi nel suo taxi. “Va bene lo stesso se non mi dà niente”, ha detto Gamboa. “Non sto aspettando nessun tipo di ricompensa. Volevo solo fare la cosa giusta, e ho apprezzato quello che l’azienda ha fatto per me”.

phil hellmuth caesar

Stranezze da Poker

phil hellmuth caesarMosse giocate sul filo del rasoio, donne procaci che si aggirano tra giocatori concentrati e sinistri personaggi che fuoriescono dalla coltre di nube creata da sigari sempre accessi. Se è questa l’idea romantica che avete delle migliori partite di poker si può dire che vi siete persi quello contemporaneo, dove tutto è diventato show business.

Erano le finali delle World Serie of Poker 2009 (Wsop) quando Phil Hellmuth iniziava la tradizione del travestimento, presentandosi al Main Event con le sembianze di Giulio Cesare. Adagiato su cotanto di lettiga, con uomini muscolosi ad accompagnarlo, Phil si è travestito in quella circostanza da vero e proprio antico romano: corona di alloro intorno alle tempie, manto di pelo animale, stivaletti in pelle e corazza in cuoio.

Un nostalgico? No! Semplicemente un eccentrico che successivamente sfoggerà innumerevoli travestimenti aiutato anche da cloni di star internazionali del calibro di Lady Gaga, che durante i mondiali di Las Vegas hanno fatto irruzione nella piazza antistante il Casinò sulle note di “Poker Face”, accompagnando il campione fin dentro l’edificio.

Ma non fatevi ingannare, Hellmuth è un giocatore professionista che solo nel 2012 ha portato a casa quasi 200 mila dollari e diversi milioni dall’inizio della sua carriera.

Un`altra strana tradizione si consuma ogni anno alle Wsop: il pioniere e` Shuan Debb che nel 2010 si presentò camuffato da donna per prendere parte ai tornei femminili . Una vera e propria moda che in questo 2012 ha visto la squalificazione di ben 12 maschietti con tacchi e parrucche.

E che dire invece dei giocatori non professionisti? Uno studio dell’Università di Bath ha dimostrato che tra gli uomini è sempre più diffusa l’abitudine al gioco d’azzardo sui siti di iGaming. Ne sa qualcosa una giovane donna asiatica che recentemente ha vinto la sua causa di divorzio proprio perché` il marito la “tradiva” col casinò online, venendo mano a quelli che sono i cosiddetti doveri coniugali.

Insomma mogli, state attente che i vostri mariti non dedichino troppo tempo ai migliori siti di poker cash, perché non solo rischiate di passare tante notti in bianco, ma potreste addirittura trovarvi per casa un clone di Lady Gaga!