postit have a nice day

Evadono dal carcere, ma non prima di aver augurato a tutti una buona giornata

Due detenuti americani in fuga hanno avuto il tempo di lasciare un post-it per augurare una buona giornata agli agenti di polizia del carcere da dove stavano scappando.

postit have a nice day

La polizia è ora sulle tracce dei due assassini che si suppone si siano serviti di alcuni utensili elettrici per poter scappare dalla prigione asportando una sezione da un tubo di ferro, che hanno poi percorso strisciando, fino a raggiungere un tombino fuori dalle mura del carcere.

tubo ferro carcere sezione tagliata

Gli agenti di polizia coinvolti nelle ricerche sono ora 200: Andrew Cuomo, governatore dello Stato di New York ( dove ha sede il carcere Clinton Correctional Facility dal quale i due malviventi sono fuggiti), ha sottolineato la grandissima importanza di ritrovare i due criminali, descritti come “estremamente pericolosi”.

L’immediata ispezione della cella abbandonata ha portato alla luce la presenza di un grosso buco, attraverso il quale i due ex detenuti sarebbero passati per poi intraprendere la loro passerella verso la libertà: un percorso tutto in discesa per almeno sei piani, e in seguito la ricerca della via giusta verso la luce.

In ogni caso, questa storia ci insegna che se si vuole riuscire a evadere dalle prigioni americane non bisogna essere necessariamente dei geni: per ingannare i secondini di turno e non destare sospetti, infatti, ai due uomini è bastato riempire i loro letti in modo da simulare la presenza dei loro corpi addormentati… come tutti gli adolescenti americani, e ribelli al coprifuoco, saprebbero fare insomma.

uomini foto segnaletiche

David Sweat (34 anni) era stato arrestato con ergastolo senza condizionale per aver ucciso un agente di polizia nel 2002;

Richard Matt (48 anni) invece, doveva scontare 25 anni di prigione poiché colpevole di tre capi d’imputazione per aver ucciso, sequestrato e torturato un uomo nel 1997.

cella buco parete

Arrestata, ruba l'auto della polizia mentre è ammanettata

Arrestata, ruba l’auto della polizia mentre è ammanettata

Una donna della Pennsylvania è stata processata dopo aver rubato un’auto della polizia mentre era ammanettata, portando gli ufficiali a un inseguimento di velocità superando gli 80 miglia l’ora.

Arrestata, ruba l'auto della polizia mentre è ammanettata

La 27enne Roxanne Rimer era appena stata arrestata dopo aver rubato degli orecchini in un negozio; gli ufficiali l’hanno amanettata e messa a sedere nel sedile posteriore del veicolo. Rimer è riuscita a strisciare nel sedile anteriore e a sfrecciare via prima che i poliziotti riuscissero a entrare nell’auto.

La donna è scappata per 10 miglia prima di schiantarsi contro un argine. Il suo avvocato ha dichiarato che la sua cliente non aveva intenzione di fare del male a nessuno.

Ciclista nudo fermato dalla polizia, multato perché non aveva il casco

Ciclista nudo fermato dalla polizia, multato perché non aveva il casco

In Nuova Zelanda un ciclista nudo è stato fermato dalla polizia e successivamente multato perché non indossava il casco.

Ciclista nudo fermato dalla polizia, multato perché non aveva il casco

I poliziotti di Timaru non sono rimasti sorpresi del fatto che l’uomo non avesse nessun vestito addosso e nemmeno che avesse bevuto un bicchiere di troppo; non sono stati contenti però di vederlo senza casco protettivo.

Potrebbe sembrare un’assurdità ma il ciclista non sarebbe potuto essere multato né per esibizionismo né per essere sotto l’influenza dell’alcol, in quanto non esiste nessun limite legale di alcol che è possibile assumere prima di prendere la bici.

Chiamano la polizia per schiamazzi notturni, trovano un giocatore di scacchi frustrato

Chiamano la polizia per schiamazzi notturni, trovano un giocatore di scacchi frustrato

La polizia norvegese ha risposto a una chiamata per schiamazzi notturni da un appartamento, ma all’arrivo gli agenti hanno trovato un signore frustrato perché continuava a perdere a scacchi.

Chiamano la polizia per schiamazzi notturni, trovano un giocatore di scacchi frustrato

La chiamata è arrivata lunedì notte da un appartamento della capitale Oslo; i vicini, spaventati, avevano pensato che si trattasse di un’aggressione o molto peggio. (altro…)

Registri della polizia, police blotters (1)

Come uccidere legalmente: le segnalazioni più assurde fatte alla polizia

È anche vero che “da grandi poteri derivano grandi responsabilità”, ma in queste segnalazioni raccolte dai police blotter, i registri della polizia, se ne vedono delle belle.

Non si tratta del classico “il mio gatto non vuole scendere dall’albero” e altre scene da film, ma sono segnalazioni reali fatte alle autorità e rivelatesi dei fail assurdi.

 

L’uomo fin troppo sospetto

Registri della polizia, police blotters (1)

“Un vice sceriffo ha risposto alla segnalazione di un veicolo che continuava a fermarsi di fronte alle cassette della posta. Era il postino.” (altro…)