Lo sapevate che nelle spiagge della Polonia usano dei separé?

Manca poco all’inizio dell’estate e quindi delle gite al mare ma anche queste, nonostante sia bello e rilassante stare sotto il sole sulla spiaggia, hanno qualche lato negativo, del tipo la sabbia che alzano i bambini giocando a palla e la privacy che non esiste. Ma in Polonia non hanno di questi problemi; loro usano dei teli per separare il loro pezzettino di spiaggia dagli altri.

separe-da-spiaggia-polonia

(altro…)

Gioco di magia in diretta TV finisce tragicamente

Doveva essere uno dei tantissimi giochi di prestigio che vediamo in televisione, si è trasformato invece in uno spettacolo dell’orrore con la presentatrice impalata in diretta TV.

E’ accaduto in Polonia, dove Marzena Rogalska, rinomata presentatrice e giornalista di un programma mattutino ha “prestato” la propria mano al prestigiatore ospite della puntata.

Gioco di prestigio finisce tragicamente - Presentatrice polacca impalata in diretta TV

Il trucco consisteva nell’inserire un grosso chiodo rivolto verso l’alto all’interno di un sacchetto di carta; il sacchetto veniva poi schiacciato con una mano e il chiodo magicamente sarebbe dovuto sparire nel nulla.

Così non è andata e la povera presentatrice si è ritrovata con il chiodo conficcato nella mano tra le urla e lo sgomento del pubblico presente in sala e di quello sintonizzato in diretta da casa.

Fortunatamente le conseguenze del gioco non sono state gravi e dopo essere stata trasportata in ospedale, la presentatrice ha rassicurato i propri fan con un messaggio sul proprio profilo facebook.

Ringraziando che il prestigiatore non abbia provato il trucco del corpo segato in due, vi lasciamo con il video dell’incidente.

La cattedrale di sale di Wieliczka (7)

L’incredibile cattedrale di sale di Wieliczka

L’incredibile cattedrale di sale a Wieliczka in Polonia è una bellissima miniera dove per secoli è stato estratto il sale e che ora è diventata un’attrazione turistica che lascia i visitatori che la visitano a bocca aperta.

La cattedrale di sale di Wieliczka (7)

Da ormai 10 anni la miniera è abbandonata e i minatori non ci sono più, in questo periodo però le stanze scavate per secoli fino a 200 metri di profondità sotto il livello del terreno, non sono state abbandonate, anzi, le persone disposte a pagare per vedere le stanze sono cresciute sempre di più, facendo crescere un vero e proprio business turistico molto fiorente.

Nei secoli infatti i minatori hanno lasciato nell’enorme miniera, tantissime opere artistiche di ogni genere, religiose e non, e hanno addirittura costruito una cattedrale dove poter pregare.

Proprio la cattedrale è una delle attrazioni più incredibili della miniera; un’enorme stanza decorata con le riproduzioni di opere quali l’Ultima Cena, l’apparizione di Cristo agli Apostoli e la sua Crocefissione.

L’aspetto più incredibile è che ogni cosa all’interno delle stanze è fatta di sale, inclusi i candelieri e i paramenti sacri.

La cattedrale di sale di Wieliczka (2)La cattedrale di sale di Wieliczka (3)La cattedrale di sale di Wieliczka (4)La cattedrale di sale di Wieliczka (5)La cattedrale di sale di Wieliczka (6)

Inoltre la roccia che un tempo veniva estratta, si è ormai dissolta, acquistando un particolare aspetto vitreo.

Dal giorno della sua apertura la miniera ha ricevuto quasi un milione di visitatori, un enormità se si pensa che parliamo di un paese nei pressi di Cracovia con appena 20mila abitanti.

Nel caso foste interessati a prenotare hotel, visitare Hoteltravel.com

Statua cristo

In Polonia il nuovo Cristo più alto del mondo

La statua di Gesù Cristo, che i costruttori descrivono come la più grande nel mondo, è stata innalzata in Polonia, più precisamente a Swiebozin, e le autorità locali sperano che diventi un’importante attrazione turistica.

Statua cristo

L’imponente statua è stata completata su un progetto del prete cattolico locale Sylwester Zawadzki e pagata con donazioni private. E’ posta su un monte artificiale e raggiunge i 52 metri in altezza e i 24 in larghezza, più alta del famoso Cristo Benedicente che si trova a Rio de Janeiro in Brasile.

“Sono felice perché questo progetto porterà pubblicità alla nostra città, non solo in Polonia , ma anche nel mondo. Le altre nazioni ci stanno guardando con grande attenzione” – ha dichiarato Dariusz Bekisz, sindaco di Swiebodzin.

parrucchiere nude

In Polonia apre il primo salone con parrucchiere nude

Ecco la grande idea venuta in mente ad un piccolo imprenditore polacco di 26 anni. Il suo salone di parruccheria si chiama Hotcuts e al suo interno lavorano 4 bellissime parrucchiere semi-nude.

parrucchiere nude

L’idea è venuta al proprietario Wojtek Wasilewski, pensando ad un nuovo modo per unire la necessità per un uomo di tagliarsi i capelli con il piacere di affidarsi alle mani di una bella donna, esperta e con un corpo mozzafiato in bella mostra.

Per poter aprire ufficialmente l’HotCuts sono stati necessari 18 mesi durante i quali Wojtek ha cercato in tutta la Polonia parrucchiere attraenti disposte a mostrarsi e a tagliare i capelli nude.

“Volevo rendere il mio salone simile ad un locale notturno per uomini” – ha dichiarato  il signor Wasilewski.

parrucchiere nudeparrucchiere nudeparrucchiere nude

A quanto pare i consumatori sembrano apprezzare. Da quando il negozio ha aperto, il telefono per le prenotazioni è impazzito.

“Non mi meraviglia” – ha concluso  – “Sono della ragazze splendide”

Polonia: Trapiantano 2 mani da donna ad un uomo

Uomo con mani da donnaIl dottor Ahmed Elsaftawy membro di una squadra di cinque medici, due anestesisti e 13 infermieri ha operato il 5 Giugno un uomo di 34 anni trapiantandogli entrambe le mani simultaneamente in un’operazione durata 17 ore. L’intervento è stato eseguito in ospedale Trzebnica, nella Polonia sud-occidentale.

Il medico che ha realizzato trapianto alle mani di un giovane soldato polacco all’inizio di questo mese ha dichiarato che l’operazione è stata un successo e che il paziente tornerà in piena forma entro poche settimane.

Secondo il chirurgo la parte più complicata dell’operazione è stata collegare i vasi sanguigni e unire la pelle del paziente con con le mani del donatore.

E’ la prima operazione del genere in Polonia e in Europa, ha detto Elsaftawy, e tutto è andato a buon fine.

La cosa bizzarra è che le mani del donatore appartenevano ad una donna, dunque ora l’uomo, dovrà vivere il resto della sua vita con delle mani femminili. Non proprio quello che ci si potrebbe aspettare da un soldato.

Il paziente è già in grado di muovere le dita di entrambe le mani. Chissà cosa ha provato quando ha visto le sue nuove mani.