Fa ingrassare la propria ragazza per gelosia

Troppi rivali in amore e un pizzico di gelosia hanno portato You Pan, 25enne cinese, a far ingrassare la propria ragazza per condurre una relazione più tranquilla.

Da un peso di 45 chili a 89 in due anni di relazione, You Pan ha voluto assicurarsi l’amore della propria ragazza Yan Tai facendola abbuffare per renderla più “brutta” agli occhi degli altri; d’altronde perché fidarsi della propria metà, quando si può attuare un piano diabolico come il suo? (altro…)

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (2)

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue

Una ragazza dominicana è stata colpita da una malattia rara che le fa piangere e trasudare sangue. Di tanto in tanto il sangue le filtra anche da sotto le unghie, dall’ombelico e dalle narici.

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (2) La 19enne Delfina Cedeno è stata sottoposta a centinaia di esami ma nessun medico di Vernon (Repubblica Dominicana) era riuscito a capire cosa possa avere.

“All’inizio nessuno poteva aiutarmi e mi guardavano come se fossi una pazza quando ho detto cosa mi stava succedendo”, ha detto Delfina. “Solo quando ho cominciato a sanguinare di fronte a un medico hanno cominciato a prendermi sul serio“. Le cose sono peggiorate quando la ragazza ha sanguinato incessantemente per 15 giorni consecutivi, portandola ad aver bisogno di trasfusioni di sangue.

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (1) Delfina era spaventatissima e molto stressata dalla sua condizione, tanto che non se la sentiva di uscire di casa dall’imbarazzo. Ha dovuto anche lasciare la scuola a causa dei suoi compagni che la deridevano, entrando così in uno stato di depressione che l’ha portata a prendere dei sedativi di cui una volta ha abusato andando in overdose. Fortunatamente la sua famiglia l’ha trovata in tempo e dopo un arresto cardiaco e qualche scossa elettrica si è ripresa e la sua vita ha cominciato a migliorare.

Qualche mese dopo, infatti, un ragazzo che aveva sentito parlare di lei le ha fatto visita all’ospedale e attualmente sono fidanzati, con l’intenzione di sposarsi presto.

Quest’anno i medici sono finalmente giunti a una conclusione diagnosticandole l’ematidrosi, una condizione rara dove il corpo ha il livello di adrenalina venti volte superiore a quello di una persona media. Delfina in aggiunta soffre di attacchi d’ansia, durante i quali la sua pressione sanguigna sale a livelli così elevati che suda sangue. Avendo ricorso a qualche trattamento per l’ansia però ora, il più delle volte, riesce a controllare l’emorragia.

Tammy Jung (4)

Tammy Jung, vuole ingrassare per diventare un sex symbol

Solitamente le ragazze sono sempre a dieta o cercano di stare attente alla linea, invece Tammy ha deciso di ingrassare fino ad arrivare a pesare almeno 190 kg.

Vuole ingrassare fino a 190 kg Tammy Jung, di 23 anni, che attualmente pesa 105 kg, ha deciso di diventare un sex symbol per i feticisti che amano vedere le donne grasse, così passa le sue giornate a mangiare i cibi più calorici che esistano: salsiccia, pollo fritto, panini di McDonald’s, e tantissimo altro.

Al giorno, assume circa 5.000 calorie e riesce a spendere anche oltre $100.

Il ragazzo dell’aspirante modella fetish di Los Angeles, Johan Ubermen di 28 anni, appoggia Tammy e la aiuta ogni giorno a prendere peso, aiutandola a bere frullati con un mega imbuto.

A fine giornata mi faccio un frullato con la panna montata e una vasca di gelato, che Johan mi fa bere attraverso un imbuto”, spiega Tammy.
“L’imbuto mi costringe a bere il frullato anche quando sono sazia dopo aver mangiato per tutto il giorno”.
In questo modo riesce a prendere più di 20 kg ogni sei mesi e la ragazza afferma di non essere mai stata tanto felice.

Tammy Jung (1) Tammy Jung (2) Tammy Jung (3)

Finge di essere stato rapito per evitare l’ira della fidanzata

Un uomo di Brooklyn ha finto di essere stato rapito per paura di affrontare la sua ragazza, arrabbiata per la sua assenza prolungata e ingiustificata.

Finge di essere stato rapito per evitare l'ira della fidanzata Rahmell Pettway ha architettato un piano molto bizzarro dopo essere stato assente da casa per due settimane.
Terrificato dall’idea di dover dire la verità alla sua ragazza, il 36enne ha denunciato alla polizia di New York di essere stato picchiato e rapito da due uomini e successivamente gettato in un minivan azzurro.
Ha dichiarato di essere stato portato in un luogo sconosciuto e poi gettato in una strada, legato e imbavagliato con del nastro adesivo.

I poliziotti hanno scoperto che era tutta una farsa quando si sono accorti che l’uomo aveva ancora il rotolo di nastro adesivo attaccato ai polsi; ha dovuto confessare di essersi inventato tutto.

Il signor Pettway era già noto alla polizia; è stato già stato arrestato più volte per rapina, possesso di marijuana e aggressione.

Genitori le vietano internet, lei droga i frullati (1)

I genitori le vietano internet dopo le 22, lei gli droga il frullato

Genitori le vietano internet, lei droga i frullati (1) A Rocklin, California, il 28 dicembre scorso una ragazza di 16 anni ha drogato i genitori per potersi connettere ad internet.

La ragazza (di cui non si sa il nome data la minore età), stanca di non poter navigare in internet dopo le 10 di sera, ha usato i sonniferi di un’amica (15 anni) a cui erano stati prescritti per far addormentare i genitori.

Genitori le vietano internet, lei droga i frullati (2)

Gli è sembrato strano che la figlia si offrisse di andare a comprar loro dei frullati ma inizialmente non ci hanno fatto molto caso, così il papà ne ha chiesto uno al cioccolato, mentre la mamma uno alla vaniglia. Quando li hanno assaggiati hanno sentito che avevano un sapore piuttosto strano ma, nonostante non ne abbiano bevuto nemmeno metà, è bastato per farli addormentare profondamente e permettere così alla ragazza di connettersi ad internet.
I genitori si sono svegliati il mattino seguente un po’ confusi e non ricordando esattamente cosa fosse successo la sera prima, così si sono sottoposti ad un test antidroga, anche perché non era la prima volta che succedeva: la madre afferma che c’è stato un altro episodio simile.

Le ragazze hanno ammesso alla polizia di aver messo dei sonniferi nelle bevande e sono state così arrestate e portate in un carcere minorile.