Howrath-Bridge-550x366

In India la saliva degli sputi rischia di far cadere un ponte

Si chiama Howrah Bridge ed è un ponte di Kolkata, in India che attraversa imponente il fiume Hooghly.

La sua struttura venne costruita nel 1942 durante il dominio Britannico ed è considerato uno dei simboli della città.

Da qualche tempo però il ponte rischia di cadere per una ragione che apparentemente può sembrare banale e innocua, la saliva.

Howrath-Bridge-550x366

In India esiste infatti una gomma da masticare, creata con foglie e noci di Betel, una palma originaria dell’India che dopo essere stata masticata dagli abitanti locali, una volta esaurito il sapore, viene sputata a terra e nel nostro caso specifico, alla base delle colonne del ponte.

Tale abitudine negli anni ha provocato non solo la colorazione di tutte le travi del ponte del tipico colore rosso del Betel, ma ha anche messo a serio rischio la resistenza dello stesso metallo che a causa della corrosione provocata dalla saliva accumulata in anni e anni di sputacchiamenti, è stata messa in serio pericolo.

Tale problema negli anni è stato trascurato e la pulizia del ponte non è quasi mai avvenuta provocando l’assottigliamento dei ganci che reggono l’intera struttura, da 6 centimetri ad appena la metà.

Ultimamente, dopo aver preso atto del problema, le autorità locali si sono date da fare per cercare di salvare il ponte, considerato a tutti gli effetti un monumento. Finora l’idea più convincente è stata quella di ricoprire il ferro delle travi con della vetroresina che ne rafforzino la tenuta.

Il ponte, oltre ad essere un simbolo della città è anche un importantissima via di comunicazione, con circa 100mila veicoli e 150mila pedoni che lo attraversano regolarmente ogni giorno.

Collezione di Saliva

Collezionava la saliva di più di 500 giovani donne, arrestato!

Collezione di SalivaUn 55enne disoccupato Giapponese è stato arrestato a Tokio dopo che gli agenti di polizia hanno scoperto nel suo appartamento un’autentica collezione di saliva proveniente da più di 500 giovani donne e ragazzine

Il signor Toshihiko Mizuno era stato sorpreso nel Dicembre scorso mentre si avvicinava a due bambine di 9 e 10 anni per chiedere loro un campione di saliva, per presunti scopi di ricerca.

In seguito a tale fatto nell’abitazione del’uomo erano stati scoperti campioni di saliva di centinaia di donne oltre che foto e riprese di alcune di questa intente a sputare.

Sebbene non esista un reato penalmente perseguibile per una mania del genere, il signor Toshihiko è stato condannato ad un anno di reclusione o al pagamento di più di 12,400 dollari con l’accusa di “indecenza pubblica”.

Quando fermò per strada le due bambine, le filmò mentre sputavano in una provetta e chiese anche che aprissero la bocca per poter riprenderne l’interno e la lingua.

La polizia è convinta che questa mania nasca da una voglia di poter soddisfare i propri bisogni sessuali.

I giornali affermano che il depravato fosse in possesso i più di 500 campioni di saliva proveniente dall’incontro a Tokyo e dintorni con più di 4000 ragazze, molte delle quali minorenni, sono stati trovati anche 26 filmati in cui compaiono più di 200 donne.

Schifosa la perversione, schifoso l’uomo!