Libro scolastico indiano dice che "il Giappone ha attaccato l'America"

Gravi errori in un libro scolastico indiano, “il Giappone ha attaccato l’America”

I genitori degli studenti del Gujarat, uno stato dell’India occidentale, sono piuttosto arrabbiati a causa degli errori piuttosto gravi trovati in un libro scolastico dei loro figli.

Libro scolastico indiano dice che "il Giappone ha attaccato l'America"

Il libro di scienze sociali Standard 8 ha errori gravissimi, tra cui il fatto che il Giappone abbia attaccato l’America durante la seconda guerra mondiale con una bomba atomica. Ma non è tutto; oltre questo sono presenti errori ortografici e grammaticali e altri errori fattuali, come ad esempio: “Mahatma Gandhi è stato assassinato il 30 ottobre 1948”, quando invece è successo il 30 gennaio dello stesso anno (almeno quello era giusto!).

Il governo ha ordinato un’inchiesta ma non ha ancora ritirato il libro, che sta venendo usato da più di 50.000 studenti nello stato del Gujarat. “Abbiamo istituito un comitato di due membri che esamineranno questi errori e provvederanno al cambiamento immediato”, ha dichiarato in un comunicato il Ministro dell’Istruzione Bhupendrasinh Chudasama.

Per alcuni non è comunque abbastanza. “Questo è chiaramente un riflesso della competenza degli scrittori del libro”, ha detto Nirav Thakkar, il preside della scuola di Ahmedabad, lamentandosi sia degli scrittori del libro che di chi avrebbe dovuto correggere le bozze.

Insegnante indossa lo stesso abito per la foto dell’annuario per 40 anni

L’insegnante di Educazione Fisica Dale Irby, 63 anni, sembra essere bloccato negli anni settanta a causa del completo che ha indossato per le foto dell’annuario scolastico, lo stesso per 40 anni dal 1973.

Insegnante indossa lo stesso abito per la foto dell'annuario per 40 anni

Irby, insegnante della Prestonwood Elementary di Dallas (Texas, USA), per due anni consecutivi ha indossato le stesse cose, non volutamente; quando se n’è accorto la moglie Cathy l’ha sfidato a rifarlo anche l’anno successivo, diventando una vera e propria tradizione.

È cominciato tutto con un errore“, ha spiegato. “Dopo aver ricevuto le foto del secondo anno ho capito cos’avevo fatto.
“Così mia moglie Cathy, che ho conosciuto durante il primo anno in cui ho insegnato, mi ha sfidato a rifarlo per il terzo anno e poi non ci siamo più fermati.
“La camicia adesso è un po’ sbiadita e il gilet di lana ha qualche buco ma ne è valsa la pena per qualche risata”.

L’insegnante, che ora andrà in pensione, ha ammesso che negli ultimi anni gli abiti gli stavano un po’ stretti e che dubita li indosserà ancora.

Porta la calcolatrice al ballo (4)

Nessuno la invita al ballo, ci va con la calcolatrice

A molte ragazze capita di non essere invitate al ballo scolastico ed è capitato anche a Regina Reynolds, che però non si è buttata giù di morale e per non perdersi il ballo ha deciso di andarci lo stesso… con la sua calcolatrice.

Porta la calcolatrice al ballo (4)

Regina, che ha un blog su Tumblr, ha scritto: “Nobody asked me to prom, so I took my calculator.” (“Nessuno mi ha invitata al ballo, così ho portato la mia calcolatrice”), testimoniando il fatto con alcune foto in cui tiene in mano la sua TI-84 Plus Silver Edition, vestiti entrambi da festa.
Ebbene sì: anche la calcolatrice è stata vestita per l’evento! Indossava uno smoking di seta fatto a mano, completa di farfallino, e Regina l’ha presentata ai suoi amici e agli insegnanti.

Questa bizzarra storia ha colpito il preside, che l’ha menzionata in uno dei comunicati settimanali. Ha scritto: “Una ragazzina si è presentata sola al Ballo. L’ho salutata e le ho chiesto dove fosse il suo accompagnatore. Lei mi ha sorriso, ha allungato una mano nella borsetta e ha tirato fuori una calcolatrice che ha decorato con un piccolo smoking fatto a mano. Ci siamo fatti una risata; solo uno studente avrebbe potuto portare una calcolatrice al Ballo”.

Porta la calcolatrice al ballo (1) Porta la calcolatrice al ballo (2) Porta la calcolatrice al ballo (3)