Trova una bomba inesplosa e la lava nel lavandino

Una delle cose da non fare quando si trova una bomba è sicuramente portarla in casa. Una donna inglese, oltre a portarla in casa, l’ha addirittura lavata nel lavandino.

Trova una bomba inesplosa e la lava nel lavandino Carole Longhorn, una donna di 66 anni, ha dissotterrato un oggetto lungo 25cm nel suo giardino. Non capiva cos’era così ha chiamato il marito per chiedergli cosa potesse essere e, non ricevendo nessuna risposta, ha deciso di dargli un’occhiata in casa.

“Ho sentito un rumore in cucina e ho visto che la stava lavando nel lavandino“, ha detto il marito, descrivendo come la moglie ha messo la bomba della Seconda Guerra Mondiale sul tavolo coprendola con una sedia di plastica.

Il signor Longhorn ha prontamente chiamato la Polizia, che ha consigliato ai due di lasciare immediatamente la casa.

L’arma è stata successivamente portata in una cava ed è stata fatta esplodere da una squadra di artificieri.

Corteo funebre si ferma da Burger King (1)

Corteo funebre si ferma da Burger King

La famiglia di un veterano della Seconda Guerra Mondiale – che è stato un fan di Burger King per tutta la vita – ha organizzato una fermata al drive in del famoso fast food durante il suo corteo funebre.

Corteo funebre si ferma da Burger King (1)

Gli amici e i familiari di Davide Kime – scomparso il 20 gennaio all’età di 88 anni – hanno pensato di ricordarlo facendo una tappa in un ristorante Burger King della Pennsylvania, dove ognuno ha acquistato un Whopper, il preferito del signor Kime. Ne è stato acquistato uno anche per lui, mettendolo sopra la bara in cimitero.

Commentando l’insolito funerale, la figlia Linda Phiel ha detto: “Ha vissuto una vita meravigliosa sempre alle sue condizioni”. Dopo che è scomparsa la moglie, 25 anni fa, ha cominciato a mangiare quello che voleva. “Credeva fossimo dei maniaci della salute perché mangiavamo cose verdi, come i broccoli“, ha aggiunto la signora Phiel.

Corteo funebre si ferma da Burger King (2) Corteo funebre si ferma da Burger King (3)

Pur essendo diabetico e avendo un pacemaker, non aveva mai acconsentito a cambiare la sua dieta; non gli interessava vivere più a lungo.

Margaret Hess, la direttrice del ristorante Burger King, ha affermato: “È bello sapere che è stato un cliente fedele fino alla fine“.